Allarme dal cielo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Allarme dal cielo
Titolo originale Le ciel sur la tête
Lingua originale Francese
Paese di produzione Francia, Italia
Anno 1965
Durata 101 minuti
Colore Franscope Gevaertcolor
Audio mono
Genere fantascienza, drammatico
Regia Yves Ciampi
Casa di produzione Gaumont (Francia) e Titanus (Italia)
Musiche Jacques Loussier
Interpreti e personaggi

Allarme dal cielo è un film del 1965, diretto da Yves Ciampi. È una storia di ambientazione fantascientifica girata a bordo della portaerei francese Clemenceau (R 98) nel 1964.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La presenza di un oggetto volante non identificato mette in condizione aerei da caccia di sollevarsi in volo da una portaerei per intercettarlo. Anche un sottomarino francese è coinvolto nelle operazioni militari, coadiuvato da un sottomarino sovietico di nome "KOCMOC" (Cosmo).

Con l'aiuto militare sovietico alla fine si riuscirà a scongiurare il pericolo dell'astronave madre aliena, dotata di una tecnologia superiore e sconosciuta, dalla quale fuoriuscivano tanti oggetti volanti a forma discoidale.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato prodotto a fini propagandistici per dimostrare le capacità del nuovo gioiello della marina francese, la portaerei Clemenceau (R 98). Le riprese cinematografiche cominciarono a bordo della portaerei un anno prima dell'uscita del film.

Yves Ciampi aveva deliberatamente scelto di includere solo attori poco noti al momento, per creare uno scenario più realistico. Oltre a Jacques Monod e Guy Tréjean, ingaggiati sul posto, altri nomi più o meno conosciuti in ambito cinematografico furono Marcel Bozzuffi, Bernard Fresson, Jacques Santi e Henri Piégay.

La musica è opera di Jacques Loussier, che trascorse diverso tempo a bordo della portaerei, assistendo all'intera produzione del film.

Critica[modifica | modifica sorgente]

« [...] è uno dei pochi film di fantascienza prodotti dalla cinematografia francese nei quali si affronta il tema degli UFO. Per il pubblico è anche l'occasione di ammirare le evoluzioni della (allora) modernissima Clemenceau, vanto della marina francese.

Gli extraterrestri appaiono, secondo un cliché consolidato, come spietati, determinatissimi nemici, ma interessante è nel film - tenuto conto che siamo negli anni della "guerra fredda" - la scelta di far collaborare le potenze occidentali con l'Unione Sovietica per combattere il pericolo che incombe sull'Europa. »

(Fantafilm[1])

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis, Allarme dal cielo in Fantafilm.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]