Allan Cunningham (scrittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Allan Cunningham, Henry Room, c.1840

Allan Cunningham (Keir, 7 dicembre 1784Londra, 30 ottobre 1842) è stato uno scrittore e giornalista scozzese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Da ragazzo, Allan lavorò come apprendista presso un tagliapietre. Acquistò poi una improvvisa fama con alcune canzoni e ballate pubblicate in Antichi canti di Nithsdale e Galloway nel 1810, che gli valsero la protezione e il supporto di Walter Scott e di Robert Burns. Divenne segretario dello scultore Francis Chantrey.

Lavorò poi a Londra come giornalista dal 1810 al 1814.

Cunningham pubblicò anche una raccolta di Canti scozzesi (1825) basata su temi folkloristici, e Vite dei pittori, scultori, architetti celebri (Lives of Eminent British Painters, Sculptors and Artists), in 6 volumi, pubblicati tra il 1829 e il 1833. Fu sposato con Jean Walker, una cameriera nella casa in cui viveva, dalla quale ebbe cinque figli e una figlia, tra cui, Joseph Davey Cunningham, Alexander Cunningham (archeologo ed ingegnere dell'esercito), Peter Cunningham (scrittore) and Francis Cunningham (ufficiale dell'esercito in India ed editore).

Altre opere[modifica | modifica sorgente]

  • Sir Marmaduke Maxwell (1820) (commedia)
  • "A Wet Sheet and a Flowing Sea", una delle sue ballate più famose

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 79253486 LCCN: n/82/208573