All the Small Things

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
All the Small Things
Olldsmolting.png
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista blink-182
Tipo album Singolo
Pubblicazione 18 gennaio 2000
Durata 2 min : 48 s
Album di provenienza Enema of the State
Dischi 2
Tracce 6
Genere Pop punk
Etichetta MCA Records
Registrazione Jerry Finn
Certificazioni
Dischi d'oro Australia Australia[1]
(Vendite: 35.000+)
blink-182 - cronologia
Singolo precedente
(1999)
Singolo successivo
(2000)

All the Small Things è uno dei singoli più celebri del gruppo statunitense blink-182, tratto dall'album Enema of the State e pubblicato nel 2000.

Tom Delonge, cantante e chitarrista del gruppo, ha raccontato di aver scritto questa canzone per la fidanzata Jen (ora sua moglie). I blink-182 hanno suonato live questa canzone agli MTV Europe Music Awards del 2000, dove hanno anche vinto diversi premi.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Nel videoclip del singolo si possono notare numerose parodie di artisti pop come Christina Aguilera ("Genie in a Bottle"), Britney Spears ("Sometimes") e Backstreet Boys ("I Want It That Way") .[2] Esso è stato nominato come Best Video da Kerrang! Awards[3], mentre ha vinto agli MTV Video Music Awards come Best group Video.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD1
  1. All the Small Things
  2. Dumpweed (live)
  3. What's My Age Again? (live)
CD2
  1. All the Small Things
  2. All the Small Things (live)
  3. Dammit (live)
  4. All the Small Things (video)
  • Le tracce dal vivo sono state registrate all'Electric Ballroom, Londra, Inghilterra, il 30 novembre 1999

Posizioni in classifica[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
Billboard Hot 100 6
US Alternative Songs 1
US Top 40 Tracks 17
Official UK Singles Chart 2
AUS Singles Chart 8
Austria Chart 4
Canadian RPM Singles Chart 18
Canadian RPM Rock/Alternative Chart 10
Flanders Singles Chart 17
Germany Singles Chart 11
Irish Singles Chart 7
Irish Singles Chart (Re-Entry 2010) 89
Italy Singles Chart 6
Netherlands Singles Chart 21
New Zealand Singles Chart 10
Norwegian Chart 12
Sweden Chart 7
Switzerland Chart 14

Classifica di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

End of year chart (2000) Position
US Billboard Hot 100[4] 40

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ARIA Charts - Accreditations
  2. ^ [1]. Video della canzone
  3. ^ [2]. Kerrang Awards
  4. ^ Billboard Top 100 - 2000. URL consultato il 31 agosto 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk