All the Lovers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
All the Lovers
Kylie MinogueAllTheLoversVideo.jpg
Screenshot tratto dal videoclip del brano
Artista Kylie Minogue
Tipo album Singolo
Pubblicazione 11 giugno 2010
Durata 3 min : 22 sec
Album di provenienza Aphrodite
Genere Elettropop
Synth pop
Etichetta Parlophone
Produttore Kish Mauve, Stuart Price
Registrazione 2010
Formati CD, download digitale, vinile
Certificazioni
Dischi d'argento Regno Unito Regno Unito[1]
(Vendite: 200.000+)
Dischi d'oro Australia Australia[2]
(Vendite: 35.000+)
Italia Italia[3]
(Vendite: 15.000+)
Kylie Minogue - cronologia
Singolo precedente
(2009)
Singolo successivo
(2010)
Logo
Logo del disco All the Lovers

All the Lovers è il singolo di lancio dell'album Aphrodite della cantautrice australiana Kylie Minogue, il primo singolo ufficiale annunciato dopo il decimo album di inediti X del 2007. La canzone è una ballata elettronica, prodotta dal duo inglese Kish Mauve in collaborazione con il Dj francese Stuart Price.

Informazioni sul singolo[modifica | modifica sorgente]

Il singolo è stato annunciato in anteprima il 14 maggio sull'emittente inglese Radio One. Subito dopo è stato reso disponibile sul canale ufficiale della Parlophone di YouTube. Il pezzo è una ballata elettronica, di carattere estremamente pop. L'uscita in radio ha interessato tutto il mondo lo stesso giorno, accompagnata da alcune dichiarazioni della cantante[4]:

« «Il singolo è stato uno degli ultimi brani ad essere scritto per l’album. Anche mentre lo stavo registrando, già sapevo che All the Lovers sarebbe stato il primo singolo: rappresenta perfettamente l’energia dell’album. È una canzone da pelle d'oca... sono curiosa di sapere cosa ciascuno pensi di questo brano.» »
([4])

La canzone, una sintesi della carriera della cantante, miscela al pure-pop il tocco di elettronica e di dance che la caratterizzano[5] ed è presentata in anteprima mondiale a Verona il 29 maggio, in occasione dei Wind Music Awards in cui Kylie è ospite internazionale d'onore[6].

Kylie Minogue ha inciso anche una versione della canzone in lingua spagnola intitolata Los Amores, pubblicata solo nell'edizione in vinile del singolo[7].

Video[modifica | modifica sorgente]

Il videoclip per il singolo è stato girato nei giorni 7 e 8 maggio 2010 a Los Angeles, USA. Il video ritrae la cantante mentre canta per le strade americane, invitando tutti i passanti ad unirsi con lei in una "grande piramide d'amore".

Il video, in realtà, nonostante i palesi ammiccamenti sensuali, ha forti significati di uguaglianza, vuole rappresentare la vittoria dell'amore su tutto. Il tema dell'amore è trattato in modo universale, attraverso alcuni simboli come la colomba (indicata come segno di pace) o l'elefante, reo di un noto modo di dire inglese L'amore può far volare gli elefanti. Il bianco è il colore dominante perché colore della purezza. Il video, a detta dello stesso regista Joseph Kahn, simboleggia la nascita di Afrodite in chiave del tutto moderna, con la piramide rappresentante il monte Olimpo, sede nell'antica Grecia delle divinità pagane. Il personaggio di Afrodite è in tema con tutto l'album, che si rifà a tematiche sulla mitologia greca.[8] Il video è anche una protesta contro l'omofobia, durante la "grande piramide d'amore", due uomini a sinistra della piramide stessa si scambiano baci e carezze.

Il video inizia con la caduta di alcuni oggetti su cui è stampato un codice QR. Il codice non è chiaramente visibile da poter essere letto direttamente dal video, ma un blogger lo ha ricostruito, rivelando che contiene la parola Love (amore).[9]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Le recensioni sul video sono state miste, ma per lo più positive. Leah Greenblatt di Entertainment Weekly ha definito il video «una festa a base di spogliarelli per strada di epiche (e di epicamente cornute) proporzioni».[10], mentre Digital Spy comenta «ci sono poche popstar che generano amore collettivo come solo Kylie Minogue fa»[11]. In Italia, invece, la celebre testata TGCom dichiara «Kylie Minogue in "All The Lovers", canta l'inno all’amore universale. La clip non lascia spazio a dubbi: una sorta di orgia, non volgare, dove uomini baciano altri uomini e donne altre donne. Per poi scambiarsi i ruoli. Fino a formare una piramide (sotto la cornice dei grattacieli di Los Angeles) dove su tutti brilla Kylie.»[12].

Tracce[13][modifica | modifica sorgente]

CD1 single

  1. All the Lovers
  2. All the Lovers (Wawa Mix)
  3. All the Lovers (Michael Woods Remix)
  4. All the Lovers (Xxxchange Remix)
  5. Video

CD2 single

  1. All the Lovers
  2. Go Hard or Go Home

Vinile 7" single

  1. All the Lovers side one
  2. Los amores side two

Successo e vendite[modifica | modifica sorgente]

Il singolo ha ottenuto notevole successo in tutta Europa. A fine 2010 è il 41simo singolo più venduto dell'anno[14], contando su più di 700.000 copie vendute solo in Europa, grazie alla lunga permanenza nelle maggiori classifiche europee. La canzone è la terza più ballata dell'anno negli Stati Uniti, surclassata solo da Goldfrapp e Lady Gaga[15]. Discreto successo ha ottenuto anche nel Nordeuropa, dove ha ricevuto anche una nomination per i noti "Swedish Music Awards", i premi per la musica in Svezia[16]. In Italia, All the Lovers è entrata in classifica ottenendo il disco d'oro per aver venduto più di 15.000 copie[17].

Classifiche[modifica | modifica sorgente]

Classifica (2010) Posizione
massima
Australia[18] 13
Austria[19] 5
Belgio (Fiandre)[19] 10
Belgio (Wallonia)[19] 8
Canada[20] 72
Estonia[21] 2
Europa[22] 4
Francia[20] 3
Germania[23] 10
Irlanda[20] 6
Italia[24] 6
Paesi Bassi[19] 61
Regno Unito[25] 3
Regno Unito (Club Chart) 1
Repubblica Ceca[26] 18
Russia[27] 14
Slovacchia[28] 4
Spagna[29] 6
Svezia[20] 33
Svizzera[30] 6
Ucraina[31] 5
Ungheria[32] 2
U.S. Billboard Hot Dance Club Play[32] 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.bpi.co.uk/certifiedawards/Search.aspx
  2. ^ http://www.aria.com.au/pages/SINGLEaccreds2012.htm
  3. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto!
  4. ^ a b Kylie Minogue come "Aphrodite". Il sei luglio esce il nuovo album - spettacolo -Tgcom - pagina 1
  5. ^ Kylie Minogue, ascolta il singolo "All The Lovers" e leggi la Tracklist di "Aphrodite"
  6. ^ Kylie Minogue, Wilko, Paolo Nutini I concerti dal 28 maggio al 3 giugno - Repubblica.it
  7. ^ Kylie Minogue All The Lovers UK 7" PICTURE DISC (510141)
  8. ^ http://www.soundsblog.it/post/11184/kylie-minogue-all-the-lovers-video - spiegazione del video
  9. ^ (EN) QR codes and Kylie Minogue. Consultato il 24 luglio 2010.
  10. ^ Kylie Minogue's new 'All the Lovers' video: Naked in the streets! | The Music Mix | EW.com
  11. ^ Kylie Minogue: 'All The Lovers' - Music Singles Review - Digital Spy
  12. ^ Kylie, un'orgia con tutti gli amori. Il video del nuovo singolo di Minogue - spettacolo -Tgcom - pagina 1
  13. ^ http://www.emimusic.de/produkt/3200272,5099964244105/kylie_minogue-all_the_lovers#1
  14. ^ http://www.billboard.com/#/charts-year-end/european-hot-100-singles?year=2010&begin=41&order=position
  15. ^ http://www.billboard.com/#/charts-year-end/hot-dance-club-play-songs?year=2010
  16. ^ Omröstning Gaygalan 2011
  17. ^ FIMI - Federazione Industria Musicale Italiana - Benvenuto!
  18. ^ (EN) Australian Singles Chart - 27/06/10, australian-charts.com, 27 giugno 2010. URL consultato il 1 luglio 2010.
  19. ^ a b c d (BE) Kylie Minogue - All the Lovers - Belgian Charts, Hung Medien. URL consultato il 1 luglio 2010.
  20. ^ a b c d (EN) Kylie Minogue - All the Lovers - αCharts.us, αCharts.us. URL consultato il 1 luglio 2010.
  21. ^ Raadio Uuno
  22. ^ http://www.billboard.com/#/artist/Kylie+Minogue/chart-history/5213?f=349&g=Singles
  23. ^ (DE) Hitlist Germany - Singles 24, mtv.de, 25 giugno 2010. URL consultato il 1 luglio 2010.
  24. ^ Classifica settimanale dal 14/06/2010 al 20/06/2010, fimi.it. URL consultato il 1 luglio 2010.
  25. ^ (EN) UK Chart For Week 26/06/2010, chartstats.com, 26 giugno 2010. URL consultato il 1 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 2012-07-31).
  26. ^ Čns Ifpi
  27. ^ tophit.ru: Weekly General Airplay Top Hit 100
  28. ^ Sns Ifpi
  29. ^ (ES) Top 50 Canciones - 14/06/2010 al 20/06/2010, promusicae.es. URL consultato il 1 luglio 2010.
  30. ^ Schweizer HitParade - 27/06/2010, hitparade.ch, 27 giugno 2010. URL consultato il 1 luglio 2010.
  31. ^ ÔÄÐ - ×àðòè - ÔÄÐ ÒÎÏ 40
  32. ^ a b Rádiós Top 40 játszási lista - Slágerlisták - MAHASZ - Magyar Hangfelvétel-kiadók Szövetsége

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica