Alien (franchise)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alien è un media franchise statunitense ispirato a una popolare serie cinematografica sinora composta da una quadrilogia. La protagonista della saga è Ellen Ripley, interpretato dall'attrice Sigourney Weaver nei quattro film dal 1979 al 1997.

Sono stati prodotti due spin-off con l'universo Predator, dopo che nel finale di Predator 2 veniva raffigurato un teschio di Xenomorfo nella nave spaziale delle creature, argomento che mise le premesse per un futuro crossover tra le due saghe.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Alien vs. Predator (franchise).

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

I film sono stati distribuiti nelle sale cinematografiche dalla 20th Century Fox che ha curato anche la distribuzione per l'home video presentando la serie dapprima nel 2000, in un cofanetto contenente 5 DVD (i 4 dei film + un disco di extra) denominato Alien Legacy (la leggenda di Alien) e successivamente in una edizione a 9 dischi denominata Alien Quadrilogy (2003), contenente le edizioni "doppio disco" di ciascun film con la versione estesa del film stesso, oltre ad un 9º disco per i contenuti speciali.

I film[modifica | modifica sorgente]

Saga[modifica | modifica sorgente]

Spin-off/Crossover[modifica | modifica sorgente]

Il quinto film cancellato[modifica | modifica sorgente]

L'idea del quinto Alien è stata presa in considerazione da Joss Whedon qualche tempo dopo l'uscita di Alien: la clonazione (1997). Whedon scrisse una sceneggiatura ambientata per la prima volta sulla Terra, che non piacque a Sigourney Weaver, la quale si dissociò.[1]

Un secondo scripting fu preso in mano da James Cameron prima che la Fox desse semaforo verde ad Alien vs. Predator. Ridley Scott discusse del film con Cameron, e pare gli piacesse affermando che sarebbe stato "divertente" un proseguimento del franchise. Nel 2002, Scott annunciò di aver sviluppato una storia concettuale, una bozza quindi, che trattava le origini degli Alien, la loro creazione e il primo equipaggio che li ha affrontati, tuttavia non era intenzionato a lavorare ulteriormente alla sceneggiatura, abbandonando di conseguenza il film.[2]

Con il semaforo verde al crossover con Predator, Cameron dichiarò che avrebbe smesso di pensare al quinto film poiché per lui il nuovo progetto uccideva la sacralità della serie e il suo contratto lavorativo sulla serie.[3] Nelle intenzioni originali di Cameron, il film, scritto e prodotto da Cameron stesso e diretto da Scott, avrebbe dovuto vedere nel cast Sigourney Weaver ed anche Arnold Schwarzenegger ed avrebbe dovuto avere delle atmosfere simili a quelle di Aliens - Scontro finale.[4]

Successivamente alla cancellazione del film, l'attrice Sigourney Weaver ha invece lavorato con Scott su un progetto indipendente allo sviluppo di Alien V, uno spin-off incentrato sulla figura della protagonista Ellen Ripley.[5]

Apocrifo[modifica | modifica sorgente]

Esiste un film apocrifo del 1980 diretto da Sam Cromwell (Ciro Ippolito), intitolato Alien 2 - Sulla Terra. Il film sfruttò il franchise, che non era ancora stato depositato, subito dopo il primo film della serie.

Sviluppi futuri[modifica | modifica sorgente]

Il primo prequel di una trilogia ambientata molti anni prima di Alien era previsto in uscita tra la fine del 2011 e il 2012.[6]

Dopo la decisione di proseguire la saga di Predator, la 20th Century Fox ha preso nuovamente in considerazione Alien V, contattando Scott per ricercare idee sulla sceneggiatura, tra le più gettonate un'abbandonata anni or sono durante lo sviluppo di approfondire le origini degli Alien; chiarendo che senza il suo coinvolgimento sarebbe saltato tutto.[7] Dopo che ad alcune settimane dall'annuncio della produzione viene scritturato Carl Rinsch alla regia e Tony Scott (fratello di Ridley) produttore delegato per la Scott-Free Productions[8] la Fox ribadì l'intenzione di annullare il progetto, anche in relazione all'esperienza di Rinsch basata essenzialmente su spot pubblicitari, troppo poco per un film di tale portata.[9] Dopo mesi di pressioni, Scott decise di dirigere la pellicola e Rinsch venne escluso completamente dal progetto a favore di Jon Spalhts come sceneggiatore.[10] Il produttore Tony Scott si disse speranzoso nel cominciare la lavorazione entro fine 2009[8].

Scott dichiarò che non avrebbe mai pensato di girare un seguito di Alien, ma fu preso molto dall'idea di una storia precedente al primo film che - a suo dire, è interessante. Proseguendo spiegò come non fosse facile la realizzazione del prequel, anche alla luce dell'epoca incerta di Alien.[11][12]:

(EN)
« It’s very difficult to put a year on Alien, but [for example] if Alien was towards the end of this century, then the prequel story will take place thirty years prior. »
(IT)
« È difficile fissare Alien in un periodo storico, ma [per esempio] se il film fosse ambientato alla fine di questo secolo, la storia del prequel sarebbe ambientata trenta anni prima. »

Tornando sull'argomento nell'aprile 2010, Scott ammise di essere giunto alla quarta scrittura ironizzando sul fatto che il film fosse diventato un lavoro in corso e quindi sempre in fase di riscrittura, essenzialmente bozze da cui partire per la sceneggiatura definitiva, spiegando come[6][13]:

(EN)
« It's set in 2085, about 30 years before Sigourney [Weaver's character Ellen Ripley]. It's fundamentally about going out to find out 'Who the hell was that Space Jockey?' The guy who was sitting in the chair in the alien vehicle — there was a giant fellow sitting in a seat on what looked to be either a piece of technology or an astronomer's chair. Remember that? »
(IT)
« Sarà ambientato nel 2085, circa trenta anni prima del film originale con Sigourney Weaver [nei panni dell’eroina Ellen Ripley]. Fondamentalmente si tratta di uscire e chiedersi: "Chi diavolo era quel Space Jockey?"... il ragazzo che era seduto sulla sedia del veicolo alieno - c’era un tipo gigante seduto sopra a quello che sembrava essere un attrezzo tecnologico o la sedia di un astronomo. Lo ricordate? »

La Weaver diede la sua benedizione al film, preludendo al fatto che molto probabilmente lei non avrebbe partecipato visto che si trattava di un ritorno alle origini, e il suo personaggio affrontava la razza aliena per la prima volta nel primo capitolo.[14] Comunque, Ridley Scott spiegò come per la nuova trilogia girata in tridimensionale il ruolo del protagonista sarebbe stato affidato molto probabilmente a una femmina, sulla scia del successo del personaggio di Ripley, spiegando che gli Alien sarebbero stati anche ridisegnati in seguito alla loro nuova forma in Alien vs. Predator[6][13]:

(EN)
« It will be before she was born! Well, the main character [in the prequel] will be a woman, yeah. We're thinking it could go down that route, yeah. When I started the original "Alien," Ripley wasn't a woman, it was a guy. During casting, we thought, "Why don't we make it a woman?" »
(IT)
« Il film sarà ambientato prima che lei nascesse [Ellen Ripley]! Il protagonista sarà ancora una volta una donna. Pensiamo che potremmo imboccare questa strada, certo.

Quando ho iniziato a scrivere il film originale, Ripley non era una donna, ma un ragazzo. Durante il casting abbiamo pensato: “perché non prendiamo una donna?”. »

Dopo un incontro con Ridley Scott, Roger Christian, direttore artistico di Guerre stellari e amico del regista, dichiarò che sui propositi per il futuro della serie era prevista la realizzazione di una trilogia potenzialmente in tridimensionale, con il suo nome in forse per una collaborazione ai film.[15]

Nel 2012 è uscito Prometheus, film girato da Ridley scott stesso regista di Alien 1, che fu in effetti inizialmente concepito come prequel di Alien. Il regista abbandonò l'idea del prequel lasciando che il film fosse solo ambientato nello stesso franchise.

Fumetti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fumetti di Alien.

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Aliens (serie di romanzi).

Oltre a tre trasposizioni letterarie (Alien, Alien³ e Alien. La clonazione) è presente una serie di romanzi intitolata Aliens.

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

I videogiochi in commercio appartenenti alla serie alien e ai suoi spin-of sono:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Larry Carroll, Will Ripley Rise Again?, MTV, 20-02-2009.
  2. ^ Paul Davidson, Alien vs. Predator: Battle of the Sequels, IGN, 23-01-2002.
  3. ^ Eric Vespe, Holy Crap! Quint interviews James Cameron!!!, Ain't It Cool News, 07-02-2006.
  4. ^ (EN) James Cameron Wanted To Direct 'ALIEN 5' Starring Weaver And Schwarzenegger in Celluloid And Cigarette Burns, 10 giugno 2012.
  5. ^ Sigourney Weaver And Ridley Scott To Team Up For Alien-Less ‘Alien’ Sequel?, MTV, 05-12-2008.
  6. ^ a b c Una nuova eroina e nuovi alieni nel prequel di Alien!. BadTaste, 23-04-2010 (ultimo accesso il 23-04-2010).
  7. ^ Un riavvio di franchise anche per Alien?, Bad Taste, 28-04-2009. URL consultato il 29-04-2009.
  8. ^ a b Carl Rinsch dirigerà il prequel di Alien, Bad Taste, 30-05-3009. URL consultato il 30-05-2009.
  9. ^ La Fox vuole Ridley Scott alla regia del prequel di Alien, Bad Taste, 10-06-2009. URL consultato il 10-06-2009.
  10. ^ Confermato: Ridley Scott dirigerà il prequel di Alien!, Bad Taste, 31-07-2009. URL consultato il 31-07-2009.
  11. ^ Ridley Scott parla del prequel di Alien, Bad Taste, 01-11-2009. URL consultato il 01-11-2009.
  12. ^ (EN) Chris Hewitt, Excl: Ridley Scott Talks Alien Prequel, Empire, 29-10-2009. URL consultato il 01-11-2009.
  13. ^ a b Exclusive: Ridley Scott Reveals 'Alien' Prequel Details. MTV, 22-04-2010 (ultimo accesso il 23-04-2010).
  14. ^ Sigourney Weaver parla del prequel di Alien, Bad Taste, 26-06-2009. URL consultato il 26-06-2009.
  15. ^ Il prequel di Alien il primo di una trilogia 3D?. Bad Taste, 06-03-2010 (ultimo accesso il 06-03-2010).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]