Alice James

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alice James

Alice James (New York, 7 agosto 1848Londra, 6 marzo 1892) è stata una scrittrice statunitense.

Ultima e unica donna di cinque figli di una famiglia di origini irlandesi, sorella dello scrittore e critico letterario Henry (1843-1916) e del filosofo e psicologo William (1842-1910), Alice James è nota principalmente per il suo diario, pubblicato postumo, con notevole successo, per la prima volta nel 1934 [1]. L'opera, che riguarda gli ultimi tre anni di vita della scrittrice, malata di cancro al seno, ha avuto numerose edizioni ed è stata tradotta in francese e italiano.
Trasferitasi in Inghilterra nel 1884, vi rimase fino alla morte, avvenuta nel 1892, all'età di quarantatré anni.

Dalla sua vicenda sono nate numerose trasposizioni teatrali, tra cui l'opera del 1986 diretta da Nanni Fabbri (con i costumi del pittore Enrico Benaglia e la traduzione di Maria Antonietta Saracino) messa in scena a Roma, e il monologo di Claudio Novelli andato sulle scene a Milano, al Teatro Olmetto, nel 1993. [2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alice James : her brothers, her journal, introduzione di Anna Roberson Burr, Cornwall, Dodd, Wead & Co., 1934. Ultima edizione italiana: Il diario (1889-1892) / Alice James, traduzione e introduzione di Maria Antonietta Saracino, Roma, Nutrimenti, 2006.
  2. ^ Vedi: L'avanguardia multirazziale. Quattro spettacoli teatrali, articolo del Corriere della Sera del 5 febbraio 1999, p. 53, Archivio storico.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 41848597