Alice Cocéa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alice Cocéa

Alice Cocéa (Sinaia, 28 luglio 1899Boulogne-Billancourt, 2 luglio 1970) è stata un'attrice e cantante francese, di origine rumena.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque in Romania, figlia di un generale dell'esercito.

Studiò al Conservatorio di Parigi e raggiunse le prime soddisfazioni professionali nella operetta, nella pochade e nella commedia.

Si sposò nel 1926 con il conte Stanislas de la Rochefoucauld; dal quale si separò nel 1931.

Nel 1932 l'attrice fu al centro di un clamoroso fatto di sangue che coinvolse Lieutenant Victor Point, un esploratore francese nipote di Philippe Berthelot suicida per amore. Per circa un trentennio non apparirà più sul grande schermo, limitandosi all'attività teatrale.

Dal 1934 l'attrice incominciò ad affrontare copioni e repertori più impegnativi e più importanti, quali Soltanto un gioco e Una donna libera di Armand Salacrou I parenti terribili di Jean Cocteau, Casa di bambola, Misantropo.[1]

Durante la seconda guerra mondiale, Cocéa subì un arresto con l'accusa di collaborazionismo e solamente dopo qualche anno venne rilasciata.[2]

Le sue memorie, intitolate, Mes amours que j'ai tant aimées, furono pubblicate nel 1958.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mon gosse de père (1930)
  • Marions-nous (1931)
  • Nicole et sa vertu (1931)
  • Delphine (1931)
  • Atout coeur (1931)
  • Greluchon délicat (1934)
  • Le joueur (1962)
  • Striptease (1963)
  • La ronde (1964)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le Muse, De Agostini, Novara, 1965, Vol.II, pag.415-416
  2. ^ The Second International Women in French Conference

Controllo di autorità VIAF: 51950228 LCCN: n97020209