Algologia (botanica)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'algologia (o anche ficologia, da φύκος = alga) è quella parte della botanica che studia le alghe.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sebbene le alghe siano conosciute dalla preistoria, il loro studio sistematico si fa risalire al XIX secolo, periodo in cui hanno operato lo svedese Carl Adolph Agardh (1785-1859)[1], e il francese Jean-Baptiste Édouard Bornet[2]. Per l'Italia studi fondamentali di algologia sono stati eseguiti da Giovanni Battista De Toni[3], Francesco Ardissone e Angelo Mazza.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Carl Adolph Agardh, Systema algarum, 1824
  2. ^ Jean-Baptiste Édouard Bornet, Études phycologiques, 1878
  3. ^ G.B. De Toni, Sylloge algarum hucusque cognitarum, Patavii, Sumpibus auctoris (Tip. Seminarii), 1889-1895.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica