Algérie

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Algérie (incrociatore))
Algérie
L'Algérie
L'Algérie
Descrizione generale
Civil and Naval Ensign of France.svg
Tipo incrociatore pesante
Classe Algérie
Cantiere Arsenal de Brest
Impostata 19 marzo 1931
Varata 21 maggio 1932
Entrata in servizio 15 settembre 1934
Destino finale autoaffondata presso Tolone il 27 novembre 1942
Caratteristiche generali
Velocità nodi nodi
Autonomia n.mi. a nodi ( km a km/h)
Armamento
Armamento *artiglieria alla costruzione: 8 cannoni da 203mm.

[senza fonte]

voci di incrociatori presenti su Wikipedia

L'Algérie, unica unità della sua classe, era un incrociatore pesante di considerevole potenza, realizzato per la Marine Nationale francese nel periodo tra le due guerre mondiali. In pratica, essa era stata pensata con un riguardo particolare alla protezione, rispondendo alla classe Zara italiana. Aveva anche un armamento di 8 cannoni da 203mm. di nuovo modello.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Una delle poche azioni belliche alle quali l'Algérie abbia partecipato è il bombardamento di Genova e Savona, iniziato alle 4:26 del 14 giugno 1940, durante il quale la terza squadra navale francese, guidata dal Contrammiraglio Duplat, attaccò le installazioni industriali di Vado Ligure, Savona e l'area industriale-portuale di Genova, per ritorsione contro un bombardamento italiano su Tolone, ma anche per colpire psicologicamente l'avversario. La squadra era composta da 4 incrociatori pesanti armati di pezzi da 203 mm, Algérie, Foch, Dupleix, Colbert, 10 cacciatorpediniere, 4 sommergibili e 9 aerei di scorta. Numerosi furono i danni a terra, principalmente a Vado Ligure nei depositi di carburante dell'area industriale, e inefficace la reazione italiana, affidata ad alcuni MAS, ad una obsoleta torpediniera, la Calatafimi, ad un treno armato, una batteria terrestre ed alcuni pontoni con cannoni pesanti. Solo un colpo a segno sul caccia Albatros, che lamenterà 12 morti all'arrivo a Tolone.

Dopo l'armistizio, la nave resterà confinata a Tolone dove si autoaffonderà insieme alle altre navi per non cadere in mani tedesche, mentre questi con un colpo di mano tenteranno di impadronirsi della flotta all'ancora, nominalmente agli ordini del governo filotedesco di Vichy, presieduto dal maresciallo Pétain. La nave verrà demolita alla fine della guerra.

Confronto con gli incrociatori pesanti contemporanei[modifica | modifica sorgente]

Caratteristiche:

  • Dislocamento, a pieno carico
  • Dimensioni: Lunghezza, larghezza, pescaggio (massimo)
  • Armamento: numero di cannoni x calibro dell'armamento principale (mm)
  • Protezione: Cintura/Ponte/Torri
  • velocità massima (nodi)
Classe Hipper Town Zara Algérie Northampton Mogami
Nazione Germania Gran Bretagna Italia Francia USA Giappone
Dislocamento (t) 18400 13175 14600 13900 12350 12400
Dimensioni (m) 210,4x21,9x7,9 187x19,3x5,3 182,7x20,6x5,9 180x20x6,1 183x20,1x4,95 230,9x20,2x5,8
Armamento 8x203 12x152 8x203 8x203 9x203 10x203
Protezione (mm) 70-80/12-50/70-105 114/51/25-63 100-150/70/120-140 100-150/70/119-140 76/51/38-64 100/35/25
Velocità (nodi) 33 32 32 32 32 34

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]