Alfredo d'Aquitania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfredo
Duca di Aquitania
In carica 926927
Predecessore Guglielmo il Giovane
Successore Ebalus il Bastardo
Altri titoli conte d'Alvernia
Morte 927
Padre Alfredo di Carcassonne
Madre Adelaide o Adalinda
Alfredo
Conte d'Alvernia
In carica 926927
Predecessore Guglielmo il Giovane
Successore Bernardo III
Nome completo Alfredo il Giovane
Altri titoli Duca d'Aquitania
Morte 927
Padre Alfredo di Carcassonne
Madre Adelaide o Adalinda

Alfredo d'Aquitania, detto anche il Giovane (... – 927) fu conte d'Alvernia e duca d'Aquitania dal 926 alla sua morte.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio del conte di Razès Alfredo I di Carcassonne (?-905) e di Adelinda o Adelaide, figlia del duca di Settimania, conte di Autun, conte di Rodez, conte d'Alvernia e conte di Tolosa, Bernardo Piede di Velluto.
Alfredo era quindi fratello di Guglielmo il Giovane e nipote di Guglielmo il Pio od il Vecchio, come risulta da un documento del cartolario dell'abbazia di Cluny, datato, 2 ottobre 927[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alla morte del fratello, Guglielmo il Giovane nel 926, gli succedette nei titoli di duca d'Aquitania e conte d'Alvernia.

Anche sotto il suo governo, il ducato dovette subire delle incursioni e razzie sia da parte dei Vichinghi della Loira che di quelli del bacino della Senna.

Alfredo fu anche abate laico dell'abbazia di Saint-Julien de Brioude, come risulta da un documento dell'abbazia stessa, datato 11 ottobre 927, per una donazione allo stesso monastero, intercedendo per le anime dei genitori, dello zio e del fratello, Guglielmo ed anche per il fratello minore (ancora vivo), Bernardo[1].

Morì poco dopo, senza discendenti; prima di morire, per il ducato d'Aquitania, come riportato da Richard, A. nell'Histoire des Comtes de Poitou (ed. 1903), scelse come erede Ebalus il Bastardo[1], per cui, alla sua morte e l'Aquitania tornò al suo legittimo duca, Ebalus, discendente del casato di Poitiers.
Mentre l'Alvernia andò al fratello di Alfredo, Bernardo III[2].

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Di Guglielmo non si hanno notizie di un'eventuale moglie e non si conosce alcuna discendenza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) #ES duchi d'Aquitania - Acfred
  2. ^ (EN) #ES conti d'Alvernia - Acfred

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura storiografica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Duca d'Aquitania Successore Blason de l'Aquitaine et de la Guyenne.svg
Guglielmo il Giovane 926–927 Ebalus il Bastardo
Predecessore Conte d'Alvernia Successore BLASONAUVERGNE.PNG
Guglielmo il Giovane 926–927 Bernardo III