Alfonso I di Braganza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando Alfonso di Braganza conte di Ourém, vedi Alfonso di Braganza.
Alfonso I
Ritratto di Alfonso I di Braganza.
Ritratto di Alfonso I di Braganza.
Duca di Braganza
In carica 1442 – 15 dicembre 1461
Predecessore titolo inesistente
Successore Fernando I
Nome completo Alfonso d'Aviz
Altri titoli conte di Barcelos e conte di Ourem
Nascita Veiros (Estremoz), Alentejo, Portogallo, 10 agosto 1377
Morte Chaves, Distretto di Vila Real, Portogallo, 15 dicembre 1461
Casa reale Casa capetingia di Aviz
Padre Giovanni I
Madre Inês Pires
Consorte Beatrice Pereira de Alvim
Costanza di Noronha
Figli Alfonso
Fernando e
Isabella
Arma di Alfonso I duca di Braganza.

Alfonso I di Braganza o Alfonso d'Aviz, Alfonso anche in spagnolo e in asturiano, Afonso in portoghese e in galiziano, Alfons in catalano, Alifonso in aragonese e Alfontso in basco, Adefonsus o Alfonsus in latino (Veiros, 10 agosto 1377Chaves, 15 dicembre 1461) fu Conte di Barcelos, dal 1401, conte di Ourem, dal 1422, poi, dal 1442, primo Duca di Braganza ed infine luogotenente del regno del Portogallo dal 1458 al 1461.

Origine[1][2][3][4][5][modifica | modifica sorgente]

Era il figlio illegittimo primogenito del re del Portogallo e dell'Algarve, Giovanni I il Buono o d'Aviz[6] e della sua amante, Inês Pires, figlia di Pero Esteves, un calzolaio ebreo di origine castigliana, e Maria Anes.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1385, suo padre fu eletto re del Portogallo dalle cortes portoghesi riunite a Coimbra.

L'11 febbraio del 1387, a Porto, suo padre Giovanni I sposò Filippa di Lancaster, ma tenne sempre in considerazione i figli illegittimi, tanto che, il 31 ottobre del 1391, Alfonso fu creato Conte di Neiva[1].

Il 20 ottobre 1401, Alfonso fu legittimato da suo padre[1].

L'8 novembre del 1401, a Leiria, sposò la contessa di Barcelos e di Arraiolos Beatrice Pereira de Alvim (1380 - 1412)[1], unica figlia ed erede del conestabile del Portogallo Nuno Álvares Pereira, figlio di Álvaro Gonçalves Pereira e di Iria Gonçalves do Carvalhal (entrambi discendenti da nobili famiglie portoghesi), e di Leonora de Alvim, nobile originaria del nord del Portogallo. Beatrice era l'erede della più ricca casata portoghese. A seguito del matrimonio, Alfonso divenne, per il diritto del coniuge, l'ottavo conte di Barcelos[1].
Il giorno stesso del suo matrimonio, Alfonso venne creato Conte di Faria (una freguesia di Barcelos) e Penafiel[1].

Nel 1415, mentre suo padre, Giovanni I e i fratellastri Edoardo, Pietro ed Enrico erano in Nordafrica alla conquista di Ceuta, Alfonso fu incaricato del governo delle provincie di Estremadura (gli attuali distretti di Aveiro, Coimbra, Leiria, Lisbona, Santarém e Setúbal) e di Entre Duero y Miño (gli attuali distretti di Viana do Castelo, Braga e Porto) e gli fu conferito il grado di capitano della guardia reale.
Al ritorno dalla vittoriosa spedizione di Ceuta, il padre gli concesse ulteriori onori.

A Sintra, il 23 luglio 1420, Alfonso sposò, in seconde nozze, Constanza di Noreña (? - 1480), detta la piadosa, figlia del Conte di Gijon e Noreña, Alfonso Enriquez (figlio naturale del re di Castiglia e León, Enrico II) e di Isabella del Portogallo (1364-1395), figlia naturale del re del Portogallo, Ferdinando[1].

Alfonso, nel 1422, fu creato Conte di Ourem e Arraiolos[1].

Nel 1431, il suocero, Nuno Álvares Pereira, morì lasciando tutti i titoli ed i domini ai nipoti (la figlia era già morta) e di conseguenza Alfonso divenne l'uomo economicamente più influente del regno.

Nel 1433, il padre morì e, sul trono del Portogallo, salì il fratellastro, Edoardo, con cui mantenne un ottimo rapporto, ma, nel 1437, non riuscì a convincerlo a desistere dall'intrapprendere la conquista di Tangeri, fortemente voluta dai fratellastri Enrico e Ferdinando, detto Fernando il Santo, che si concluse in un disastro.

Dopo la morte, per peste, di Edoardo (1438), durante la reggenza della regina madre, Eleonora per il figlio minorenne, Alfonso V detto l'Africano, Alfonso di Braganza si schierò apertamente con Eleonora, che veniva contestata, in quanto straniera, sia dalla nobiltà che dalla borghesia cittadina, mentre il fratellastro Pietro, duca di Coimbra veniva proposto come reggente.
Dopo che le cortes, nel dicembre del 1439, si pronunciarono a favore di Pietro, che, dall'inizio del 1440, esercitò la reggenza, i rapporti tra Alfonso e Pietro non furono molto buoni[7], arrivando quasi ad uno scontro armato a Mesão Frio sulle sponde del Duero.
I rapporti col re Alfonso V invece rimasero ottimi tanto che Alfonso di Braganza era ritenuto lo zio favorito del re.

Ducato di Braganza
Braganza
Duchy of Braganza (1640-1910).png

Alfonso I
Ferdinando I
Ferdinando II
Giacomo I
Teodosio I
Giovanni I
Teodosio II
Modifica

Nel corso del 1442 il reggente, Pietro cercò una riconciliazione col fratellastro, Alfonso, creandolo il 30 dicembre dello stesso anno, primo duca di Braganza[1] (confermandolo così il nobile più ricco e potente del regno). Era il terzo duca creato in Portogallo dopo i fratellastri, Pietro primo duca di Coimbra ed Enrico, primo duca di Viseu.

Nel 1445, quando il rapporto tra Pietro ed Alfonso di Braganza sembrava essersi normalizzato, il matrimonio tra il re, Alfonso V e Isabella di Coimbra, la figlia di Pietro, offese enormemente Alfonso di Braganza, che riteneva che il re doveva sposare una delle sue nipoti e pertanto i rapporti tra Pietro, il reggente e Alfonso di Braganza, lo zio più ascoltato da Alfonso V si guastarono in modo definitivo.

Alfonso V, che aveva raggiunto la maggior età nel 1446, dal 9 giugno del 1448, cominciò a governare direttamente senza più bisogno della reggenza dello zio Pietro, anzi sotto l'influenza di Alfonso I di Braganza, che gli suggerì di annullare tutti i provvedimenti presi da Pietro durante la reggenza. Cosa che Alfonso V fece il 15 settembre creando malumore in Pietro.
Alfonso di Braganza, ora principale consigliere del re, cominciò a mettere in giro la voce che Pietro non condividendo le posizione del re fosse un ribelle e nel 1449, lo fece dichiarare apertamente un ribelle, facendo precipitare gli eventi che portarono alla rottura che sfociò in una guerra aperta, che vide Pietro alleato del proprio figlio, Pietro di Coimbra nuovo conestabile del Portogallo, contro Alfonso di Braganza ed il re Alfonso V, che si concluse con la battaglia d'Alfarrobeira, nelle vicinanze di Vila Franca de Xira, dove il duca di Coimbra perse la vita ed il figlio, il conestabile del Portogallo, dovette lasciare il Portogallo e andare in esilio in Castiglia (riuscì ad entrare in possesso dei titoli e dei feudi del padre solo dopo il 1454, anno in cui si riappacificò col re Alfonso V).
Sulla morte di Pietro vi è ancor oggi incertezza sul fatto che Pietro forse non morì durante il combattimento ma fosse fu assassinato da uno dei suoi stessi uomini.

Dopo la sconfitta di Pietro, Alfonso ricevette dal re altri riconoscimenti, e, nel 1450 divenne signore di Guimaraes e Vila Viçosa[1]. Il suo potere aumentò ulteriormente e quando il re Alfonso V, nel 1458, partì per l'Africa, il duca di Braganza ricevette la luogotenenza del regno per tutto il periodo di assenza del re.

Alfonso, primo duca di Braganza, morì, nel 1461, a Chaves, nel Distretto di Vila Real, e a Chaves, fu tumulato[1].
Ad Alfonso successe il figlio secondogenito, Fernando

Discendenza[3][8][modifica | modifica sorgente]

Alfonso dalla prima moglie, Beatrice Pereira de Alvim, ebbe tre figli:

Dalla seconda moglie, Constanza de Noronha, Alfonso non ebbe figli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k (EN) Reali del Portogallo
  2. ^ (EN) Capetingi del Portogallo-genealogy
  3. ^ a b (EN) Alfonso di Braganza PEDIGREE
  4. ^ (PT) Inês Pires
  5. ^ (DE) Giovanni I di Portogallo genealogie mittelalter
  6. ^ João I o Giovanni I era figlio del re del Portogallo Pietro I il Giustiziere e della sua amante, Teresa Lourenço, figlia di Lourenço Martins de Praza (Il cognome Praza denota l'origine galiziana della famiglia di Teresa), un mercante di Lisbona e di Sancha Martins.
  7. ^ Pietro mirava a rafforzare il potere centrale a scapito dei grandi feudatari di cui Alfonso era il rappresentante di maggior spicco
  8. ^ (EN) Capetingi del Portogallo-genealogy

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Edgar Prestage, Il Portogallo nel medioevo, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VII, pp. 576-610, Garzanti, 1999

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Conte di Barcelos Successore Armas pereira.svg
Nuno Álvares Pereira 1401 - 1461 Ferdinando I
Predecessore Duca di Braganza Successore Armas duques bragança.png
- 1442 - 1461 Ferdinando I