Alfonso IV di León

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfonso IV
Alfonso IV di León e delle Asturie
Alfonso IV di León e delle Asturie
Re del León
In carica 925 - 931
Predecessore Fruela II delle Asturie
Successore Ramiro II
Nome completo Alfonso Ordoñez
Nascita 899
Morte Sahagún, 933
Padre Ordoño II
Madre Elvira Menendez
Consorte Onneca Sanchez di Pamplona
Figli Ordoño IV

Alfonso Ordóñez detto el Monje (il Monaco). Alfonso anche in spagnolo e in asturiano, Alfons in catalano, Afonso in galiziano e in portoghese, Alifonso in aragonese e Alfontso in basco (899 circa – Sahagún, agosto 933) fu re di León dal 925 al 931.

Origine[1][modifica | modifica wikitesto]

Figlio secondogenito del re di León Ordoño II e di Elvira Menéndez, figlia del conte Ermenegildo Menéndez ed Ermessinda Gatónez.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 923, Alfonso, secondo il codice di Roda[2], sposò Onneca Sanchez di Pamplona, figlia del re di Pamplona Sancho I[1].

La penisola iberica tra il 925 e il 929
Alfonso IV il Monaco, di Arnold van Westerhout (secolo XVIII)

Nel 924, alla morte del padre (re di León e di Galizia), assieme ai fratelli Sancho Ordóñez e Ramiro II, fu spodestato dallo zio Fruela II, re delle Asturie, che riunificò il regno.

Nel 925, alla morte dello zio Fruela II, sul trono unificato di León gli succedette il figlio Alfonso Froilaz; dopo pochi mesi Alfonso e i suoi fratelli, Sancho e Ramiro, avanzarono delle pretese sul trono di León in quanto loro avevano maggiori diritti, perché figli spodestati di Ordoño II, e con l'aiuto del suocero di Alfonso Sancho I Garcés di Navarra sconfissero Alfonso Froilaz, che si ritirò in Galizia, dove si attribuì il titolo di re.

Regno di León
León
Coat of Arms of Leon with the Royal Crest.svg

Garcia I
Ordoño II
Figli
Fruela II
Figli
Alfonso IV
Figli
Ramiro II
Ordoño III
Figli
Sancho I
Figli
Ordoño IV
Ramiro III
Figli
  • Ordono
Bermudo II
Figli
Alfonso V
Figli
Bermudo III
Sancha I con Ferdinando I
Figli
Alfonso VI (deposto, nel 1072, per pochi mesi, da Sancho II)
Figli
Urraca I
Figli
Alfonso VII
Ferdinando II
Figli
Alfonso IX
Figli
Sancha II e Dolce I
Modifica

Alfonso fu eletto re di León (assumendo l'ordinale IV, cioè non considerando legittimo il suo predecessore), mentre Sancho, che aveva rinunciato al trono del León, assieme al fratello, Ramiro, continuava la lotta in Galizia, contro Alfonso Froilaz.

Nel 926, quando i suoi due fratelli sconfissero Alfonso Froilaz, che si era rifugiato nella parte orientale delle Asturie, governandola, il regno fu diviso tra i tre fratelli:

  • Alfonso fu confermato re di León
  • Sancho governò il nord della Galizia sino al fiume Miño, attribuendosi il titolo di re di Galizia.
  • Ramiro, governò il sud della Galizia, dal fiume Miño al confine con al-Andalus, attribuendosi il titolo di re.

Nel 929, alla morte del fratello Sancho, senza eredi, riunificò nuovamente la Galizia al León.

Sahagún

Nel giugno 931, la moglie Onneca morì ed Alfonso che era molto religioso (era molto devoto a Santiago) cominciò a prendere in considerazione l'idea di farsi monaco; infatti, nel mese d' agosto di quell'anno (931), comunicò al fratello Ramiro la sua decisione di abdicare, e lo convocò a Zamora, dove, in una ceremonia celebrata davanti ai nobili, indossò l'abito da monaco, consegnò al fratello il regno, nuovamente unificato, ed entrò nel monastero di Sahagún.

Poco dopo però si pentì e, alleatosi al cugino Alfonso Froilaz, approfittando dell'assenza del fratello Ramiro, che preparava una spedizione a Madrid, entrò nella capitale León e si proclamò re. Ma il fratello reagì prontamente e lo catturò, assieme al cugino prima che potessero rifugiarsi in Castiglia, presso il conte Gutier Núñez.
Sia Alfonso IV che Alfonso Froilaz furono accecati e rinchiusi in monastero.

Alfonso IV morì nel monastero di Sahagún circa due anni dopo, nel 933.

Discendenza[1][modifica | modifica wikitesto]

Alfonso e Onneca ebbero due figli:

  • Ordoño IV (ca. 926-962), re di León
  • Alfonso di León, morto giovane

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Dinastie reali di Asturie e Leon
  2. ^ Il codice di Roda, compilato nel X secolo con qualche aggiunta dell'XI secolo, si occupa della storia e delle genealogie del periodo alto-medioevale della zona a cavallo dei Pirenei, quindi soprattutto regno di Navarra e Marca di Spagna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Rafael Altamira, "Il califfato occidentale", in «Storia del mondo medievale», vol. II, 1999, pp. 477-515

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re di León Successore Blason Léon.svg
Alfonso Froilaz 925925 Ramiro II

Controllo di autorità VIAF: 57462021