Alfa Romeo 1750

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfa Romeo 1750
Alfa Romeo 1750 berlina grey-front.JPG
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Alfa Romeo
Tipo principale Berlina
Produzione dal 1968 al 1972
Sostituisce la Alfa Romeo 2000 (1958)
Sostituita da Alfa Romeo Alfetta
Esemplari prodotti 90.746
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.390 mm
Larghezza 1.565 mm
Passo 2.570 mm
Massa 1.110 kg
Altro
Assemblaggio Stabilimento di Arese
Stile Bertone
Auto simili BMW Neue Klasse
Mercedes-Benz W114
Alfa Romeo 1750 berlina grey-rear.JPG

L'Alfa Romeo 1750 è una gamma di vetture composta dalle versioni berlina, coupé e spider. Una nuova gamma sportiva di classe medio-alta, prodotta dalla casa milanese dal 1967 al 1972 presso lo stabilimento di Arese.

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Nella seconda metà degli anni sessanta, visto l'enorme successo commerciale della "Giulia", l'Alfa Romeo mette in cantiere un'automobile di classe superiore che possa accontentare una clientela abbiente, oltre ad esaudire le richieste degli alti funzionari pubblici.

Con il "progetto 105", sapientemente modificato, grazie principalmente all'aumento della cilindrata, venne presentata una nuova gamma completa di vetture che andavano ad affiancare (ampliando l'offerta nella fascia alta) o sostituire (in meglio) le altre versioni presenti in listino nel 1967. La berlina e la coupé vestite entrambe da Bertone, mentre la spider era carrozzata da Pininfarina. Negli anni 1968, 1969 e 1970 la serie "1750" rappresenta in assoluto il top di gamme dell'Alfa Romeo, (se si escludono le ultime 30 Alfa Romeo 2600 "Berlina" prodotte di cui 26 nel 1968 e 4 nel 1969).

Realizzate all'interno del progetto della Giulia "serie 105", le 1750 rappresentavano una evoluzione tecnologica e prestazionale delle stesse, anche se l'Alfa Romeo non utilizzò mai il nome Giulia per queste serie di modelli, essendo lo stesso già utilizzato da numerosi anni, si preferì richiamare la "gloriosa" Alfa Romeo 6C 1750 degli anni trenta per lanciare il nuovo modello. Nel processo di sviluppo tecnologico e prestazionale iniziato con la Alfa Romeo Giulietta 1.300 cm³ e sviluppato con la Alfa Romeo Giulia 1600 cm³, la 1750 rappresenta un ulteriore passo di sviluppo in questa direzione e verrà affiancata dalla 2000 nel 1971. Le "1750" ebbero un grande successo commerciale in tutte le versioni, con oltre 90.000 berline, 40.000 coupé e 8.000 spider prodotti (dati disponibili fino al 1972 incluso).

La 1750 Berlina[modifica | modifica sorgente]

Presentata nel 1968, l'Alfa Romeo 1750 ripropone i canoni tecnici della "Giulia", senza però seguirne quelli stilistici. Sulla base della nuova meccanica leggermente rivisitata e dotata del nuovo motore (serie "AR 00548") 4 cilindri in linea di 1779 cm³ da 118 CV (DIN) nasce un'automobile dalle caratteristiche sportive nella guida, più potente ed elastica delle "Giulia", ma dall'aspetto sobrio ed elegante che ci si aspetta da una vettura di questa classe. L'intento dell'Alfa Romeo è di rilanciare con una evoluzione un modello nuovo, per rimanere ancorata al settore di mercato delle automobili medio-alte.

Rispetto alla "Giulia", la "1750" aumenta il passo di soli 6 cm, ma gli sbalzi vengono sapientemente allungati fino a raggiungere la lunghezza di 4,39 m, guadagnando quei 25 cm in più che le consentono di aspirare ad una categoria superiore.

La scocca autoportante mantiene la struttura differenziata a deformazione progressiva. Il blocco motore-cambio con trazione posteriore, raggiunge una perfezione ed un equilibrio di funzionamento eccellenti. Sarà l'ultima automobile Alfa Romeo dotata di questo schema che era stato iniziato con la "Giulietta".

Nelle vetture successive (Alfetta, Giulietta, 90 e 75) il cambio verrà spostato sul ponte posteriore, aumentando la stabilità, ma perdendo quella dolcezza di innesto dei rapporti che era il vanto delle vetture milanesi negli anni cinquanta e sessanta.

Già nel 1969 venne presentata la "seconda serie" con piccole modifiche funzionali ed estetiche come le frecce anteriori, i ripetitori laterali ed il volante in legno. La meccanica resta invariata ed i 132 CV (SAE) del motore spingono la vettura a 180 km/h.

Nel 1971, a Gardone Riviera, viene presentato, il modello "2000", che inizialmente affiancherà la 1750 nei listini Alfa Romeo.

1750 GT Veloce[modifica | modifica sorgente]

Della "serie 105" dotata di motore 1750 sempre "AR 00548", nel 1967 viene presentata anche la versione coupé "modello 105.44" denominata 1750 GT Veloce, disegnata da Bertone, questa vettura derivava dalla Alfa Romeo Giulia GT di cui conserva gran parte delle caratteristiche meccaniche ed estetiche.

Le principali differenze sono presenti nella parte frontale completamente ridisegnata, con doppio proiettore anteriore e priva dello "scalino" che caratterizzava le "Giulia GT" finora sul mercato. Questa evoluzione stilistica venne poi successivamente trasferita a partire dal 1971 anche alle motorizzazioni della "GT". Altre migliorie furono apportate agli interni con una nuova plancia (anche questa verrà successivamente adottata dalle altre versioni), nuovi ed esclusivi interni "sportivi" e fanaleria posteriore specifica.

Della 1750 GT Veloce vennero realizzate 2 serie (la Prima serie venne prodotta nel periodo 1967-1969, la Seconda dal 1970) distinguibili principalmente dalla collocazione dei fanalini anteriori, che sulla prima serie sono collocati sul paraurti, mentre nella seconda serie sono inseriti direttamente sulla scocca sotto ai proiettori anteriori. Nella seconda serie vennero introdotti sedili meno sportivi e più votati al comfort.

Venne realizzata nel 1968 una versione specifica per il mercato nord Americano dotato di Iniezione meccanica Spica (in luogo dei carburatori) modello 105.51, dotata di motore serie 00551, con diverse modifiche per l'omologazione nel mercato statunitense.

Dalla 1750 GT Veloce prima serie europa e da alcune versione america vennero derivate dall'Autodelta le preparazioni note come Alfa Romeo 1750 GT-AM, vetture da competizione tra le più vincenti del periodo.

1750 Spider Veloce[modifica | modifica sorgente]

Sempre appartenente alla famiglia delle 1750, sulla base della Alfa Romeo Spider (Duetto) realizzata nel 1966 da Pininfarina venne introdotta nel 1967 la nuova e più prestante versione denominata 1750 Spider Veloce, serie 105.57 di questo apprezzatissimo modello (soprattutto sul mercato nord americano, per effetto del film Il laureato con Dustin Hoffman) vennero prodotti fino al 1972 4.039 esemplari oltre a 633 con guida a destra (serie 105.58) e altri 4.049 esemplari in versione USA (serie 105.62).

La produzione[modifica | modifica sorgente]

Versione Anni di produzione Esemplari
1750 Berlina I^ serie dal 1968 al 1969 49.987
1750 Berlina II^ serie dal 1969 al 1972 40.759
Totale
N.B.: Dati calcolati non ufficiali
90.746


Dati tecnici[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili