Alfa Coronae Australis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfecca meridiana
Classe spettrale A2 V
Distanza dal Sole 130 anni luce
Costellazione Corona Australe
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 19h 09m 28s
Declinazione -37° 54′ 16″
Dati fisici
Raggio medio 2,3 R
Temperatura
superficiale
9100 K (media)
Luminosità
31 L
Dati osservativi
Magnitudine app. +4,10
Magnitudine ass. +1,11
Velocità radiale -18,4 km/s
Nomenclature alternative
HD 178253, HIP 94114, HR 7254, IRAS 19060-3759, SAO 210990

Alpha Coronae Australis è la stella più brillante della costellazione della Corona Australis, unitamente alla stella β Coronae Australis, di magnitudine apparente simile. È chiamata anche Alfecca Meridiana. Il nome “Alfecca” deriva dall'arabo an-na´ir al-fakkah, “la stella che brilla nel buco”, riferita al circolo di stelle che forma la corona. La parola Meridiana deriva dal latino e sembra riconducibile alla posizione della stella contrapposta (α Coronae Borealis), stella molto più brillante nella costellazione della Corona Boreale, con la quale può essere confusa a causa del nome molto simile.

Alpha Coronae Australis è una stella bianca della sequenza principale ed appartiene alla classe spettrale A2V con una magnitudine apparente +4,10. Dista circa 130 anni luce dalla Terra. Con una temperatura superficiale di circa 9100 K, la sua luminosità è 31 volte superiore a quella del Sole. Ha un'elevata velocità di rotazione di almeno 180 km/s. Considerando che il suo raggio è 2,3 volte maggiore del raggio solare, il periodo di rotazione è inferiore di 18 ore.

Come altre stelle bianche più famose come Fomalhaut (α Piscis Austrini) e Denebola (β Leonis), mostra un'emissione elevata nella radiazione infrarossa, il che sembra indicare la presenza di un disco di polveri orbitante intorno.

La stella è conosciuta anche col nome di “Sesta stella della tartaruga di fiume” in cinese.

Note[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni