Alexandru Scripcenco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexandru Scripcenco
Dati biografici
Nazionalità Moldavia Moldavia
Altezza 191 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Difensore
Squadra Costuleni Costuleni
Carriera
Giovanili
Sheriff Tiraspol Sheriff Tiraspol
Squadre di club1
2009-2011 Sheriff Tiraspol Sheriff Tiraspol 15 (0)
2011-2012 Iskra-Stal Iskra-Stal 24 (1)
2012-2014 Tiraspol Tiraspol 4 (0)
2014- Costuleni Costuleni 0 (0)
Nazionale
 ????
????
2011-
Moldavia Moldavia U-19
Moldavia Moldavia U-23
Moldavia Moldavia U-21
2 (0)
3 (0)
8 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 30 novembre 2011

Alexandru Scripcenco (13 gennaio 1991) è un calciatore moldavo, difensore del FC Costuleni.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nelle giovanili dello Sheriff esordisce in prima squadra nella Coppa dei Campioni della CSI del 2009 totalizzando una presenza da titolare. Nel 2009-2010 esordisce nel massimo campionato moldavo e a fine stagione conta 5 presenze in campionato più una in coppa di Moldavia. L'anno successivo le presenze in campionato sono 10, quelle in coppa 4 ed esordisce nella UEFA Champions League.[1]. Si trasferisce all'inizio della Divizia Naţională 2011-2012 nel Iskra-Stal dove gioca con più regolarità. Il primo gol nel campionato moldavo lo sigla alla quattordicesima giornata contro il Costuleni[2]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato nelle qualificazioni per gli Europei Under-21 con la maglia della Nazionale moldava di categoria.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sheriff Tiraspol: 2009-2010
Sheriff Tiraspol: 2009-2010
FC Tiraspol: 2012-2013

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sheriff Tiraspol: 2009

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo dal sito dello Sheriff. URL consultato il 30 novembre 2011.
  2. ^ Tabellini dal sito ufficiale della FMF. URL consultato il 1 dicembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]