Alexandra Boulat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alexandra Boulat (Parigi, 2 maggio 1962Parigi, 5 ottobre 2007) è stata una fotoreporter francese.

Ha frequentato l'accademia delle belle arti di Parigi dove ha studiato storia dell'arte e grafica. Ha lavorato per Sipa Press e per l'agenzia della madre: l'agenzia Cosmos. Fondò in collaborazione con altri fotografi nel 2001 la Agenzia VII, una agenzia fotografica indipendente. I suo lavori sono apparsi in molti giornali e settimanali come il Time, il Newsweek, il Paris Match e il National Geographic. Ha inoltre ricevuto molti premi internazionali. A fine anni '90 ha testimoniato con i suoi scatti i conflitti balcanici nel Kosovo. Successivamente è stata in Indonesia, Afghanistan e in Pakistan. Dal 2006 si è concentrata sui conflitti di Gaza.

Nel giugno del 2007 è stata colta da un aneurisma cerebrale[1] e passò tre settimane in un ospedale di Israele in coma farmacologico. Venne trasferita in Francia dove rimase in coma[2]. Molti colleghi e suoi appassionati si mobilitarono per lei, ma morì nel sonno a Parigi il 5 ottobre[3].

« Alexandra Boulat è stata una delle migliori fotoreporter della sua generazione »
(Internazionale n.725)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Alexandra Boulat suffers brain aneurysm
  2. ^ Boulat remains in coma in Paris
  3. ^ French photojournalist Alexandra Boulat, known for her work in war zones, dies at 45

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

I suoi lavori[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 69144642 LCCN: n2005007997

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie