Alexander von Zemlinsky

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alexander Zemlinsky (Vienna, 14 ottobre 1871New York, 15 marzo 1942) è stato un compositore e direttore d'orchestra austriaco.

Alexander von Zemlinsky

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alexander Zemlinsky fu un compositore austriaco diplomatosi al conservatorio di Vienna. Fu legato da una lunga amicizia con il musicista Arnold Schönberg, lì conosciuto, grande ammiratore dei suoi lavori. Divenne direttore d'orchestra dell'Opera di stato di Praga.

Considerato l'erede musicale di Gustav Mahler e di Richard Strauss, ebbe anche una lunga infatuazione per Alma Mahler Schindler prima che questa divenisse moglie del grande musicista boemo. Nonostante la grande amicizia con Arnold Schönberg e con gli altri musicisti viennesi venne sostanzialmente poco contagiato dalla dodecafonia. Oltre al lavoro di musicista, Zemlinsky si occupò in maniera moderna di pedagogia. A lui si devono poemi musicali composti su lavori di Christian Morgenstern, di Maurice Maeterlinck di Rabindranath Tagore e di Wilde.

Il suo impegno in mezzo alla musica viennese negli anni d'oro della Felix Austria, è a tutt'oggi largamente sottostimato, un po' come successe agli inizi per l'amico Gustav Mahler, entrambi riscoperti (il secondo in maniera completa) dopo gli anni 60 del secolo scorso.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Quintetto d'archi 1896
  • Sarema, opera, 1897
  • Es war einmal, opera, 1900
  • Kleider machen Leute 1907-09
  • Eine florentinische Tragödie (Una tragedia fiorentina). Opera del 1917 in un atto su libretto di Oscar Wilde.
  • Sinfonia lirica op 18, 1922
  • Symphonische Gesänge per voce e orchestra op. 20 1929
  • salmo 23 per coro e orchestra op. 14 1911
  • Die Seejungfrau
  • Der Zwerg ("Il nano") opera (1921) op.17, racconto tragico per musica in 1 atto, libretto di George C. Klaren tratto da « The Birthday of the Infanta » di Oscar Wilde. Nel 1922 Otto Klemperer diresse la première nel Neues Theater am Habsburger Ring di Colonia con Johanna Klemperer.
  • Der König Kandaules (Le Roi Candaule), opera, 1935-1942

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59271270 LCCN: n/80/86154