Alexander von Koller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexander von Koller
Il generale von Koller in un ritratto del 1872
Il generale von Koller in un ritratto del 1872
3 giugno 1813 - 29 maggio 1890
Nato a Praga
Morto a Baden
Cause della morte morte naturale
Religione Cattolicesimo
Dati militari
Paese servito Flag of the Habsburg Monarchy.svg Impero Austriaco
Forza armata Wappen Kaisertum Österreich 1815 (Klein).jpg Imperial regio Esercito austro-ungarico
Arma Esercito
Anni di servizio 1848 - 1890
Grado K.u.k. Gen d Infanterie.png Generale

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Alexander von Koller (Praga, 3 giugno 1813Baden bei Wien, 29 maggio 1890) è stato un generale e politico austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alexander von Koller era figlio del barone Franz von Koller, architetto militare dell'impero austriaco, e di Johanna von Gränzenstein. Suo padre nel 1809 aveva ottenuto il titolo nobiliare baronale ereditario. Nel 1846 Alexander von Koller sposò Auguste Raymann dalla quale ebbe due figli, Alexander e Johanna.

Intrapresa la carriera militare, Alexander iniziò la propria formazione tra le file degli ussari. Nel 1848 fu Ordonnanzoffizier e prese parte alla Prima guerra d'indipendenza italiana e nello specifico partecipò alle battaglie di Sommacampagna, Salizone, Custoza. Nel 1849 prese parte ad altri scontri come le battaglie di San Siro e Gambolò. Nella campagna del 1859 venne insignito della croce di cavaliere dell'Ordine Imperiale di Leopoldo per i servizi prestati e nel 1866 ottenne la II classe dell'Ordine della Corona Ferrea oltre ad essere promosso Feldmarschalleutnant e venne assunto nel 5º reggimento di corazzieri dell'imperatore Nicola I di stanza a Praga, motivo per cui fu poi nominato cavaliere di I classe dell'ordine della corona ferrea e Consigliere Privato dell'Imperatore. Passato all'ufficio del comandante militare di Presburgo venne nominato governatore e comandante generale della Boemia nel 1871 e qui ricevette la gran croce dell'Ordine di Leopoldo. Nel 1873 venne promosso Generale di Cavalleria e nel 1874 divenne Ministro della Guerra dell'Impero austro-ungarico. Si ritirò dal servizio attivo nel 1876 e ricevette anche la gran croce dell'Ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria. Numerose città boeme gli concessero la cittadinanza onoraria.

Il 29 maggio 1890 von Koller morì nella città di Baden, non lontano da Vienna, ed i funerali si svolsero in forma solenne il 31 maggio a Vienna, cerimonia alla quale prese parte lo stesso imperatore Francesco Giuseppe d'Austria.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Trattamenti di
Alexander von Koller
Stemma
Generale dell'esercito imperiale austriaco
Trattamento di cortesia Sua Eccellenza
Trattamento colloquiale Vostra Eccellenza
Titolo nobiliare Barone von Koller
Trattamento alternativo Herr
I trattamenti d'onore
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Reale di Santo Stefano d'Ungheria
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Imperiale di Leopoldo - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine Imperiale di Leopoldo
Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Corona Ferrea - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di I Classe dell'Ordine della Corona Ferrea
Cavaliere dell'Ordine militare di Maria Teresa - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine militare di Maria Teresa
Medaglia di guerra - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di guerra
Medaglia per 25 anni di servizio militare per ufficiali - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia per 25 anni di servizio militare per ufficiali

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Ministro della guerra dell'Impero austro-ungarico Successore
Franz Kuhn von Kuhnenfeld 1874-1876 Arthur Maximilian Bylandt-Rheydt
Predecessore Governatore della Boemia Successore Flag of Bohemia.svg
Bohuslav von Chotek 1868-1870 Philipp Weber von Ebenhof I
Ernst von Kellersperg 1868-1870 Alexander von Dittrichstein II

Controllo di autorità VIAF: 30284824

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie