Alexander Lippisch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alexander Lippisch (Monaco di Baviera, 2 novembre 1894Cedar Rapids, 11 febbraio 1976) è stato un ingegnere tedesco naturalizzato statunitense.

Modello del DFS 39
Modello del DM1 (destra) e P13a (sinistra)

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alexander Martin Lippisch fu un pioniere dell’aviazione tedesca. Lippisch ebbe le sue prime esperienze nei velivoli veleggiatori come responsabile dell'ufficio di progettazione della Rhön-Rossitten-Gesellschaft (RRG), specializzandosi nello sviluppo di velivoli senza coda. Mentre sviluppava i velivoli senza coda, portò a compimento l'ideazione di numerosi veleggiatori standard, assieme al suo assistente Hans Jacobs che aveva il compito dei dettagli di progetto. Uno dei progetti che seguì presso la RRG fu il Delta IV-Flugzeugtyp, nel 1935 come velivolo sperimentale DFS 39. Dalla realizzazione del "senza coda", come il suo Ente del 1928, ideale per il volo con propulsione a razzo, fu progettato da Lippisch sulla base della sua esperienza con la razzopropulsione; era un monoposto con ala a delta per il ruolo di caccia. Per la produzione serie di questi caccia razzopropulsi del Konstruktionsbüro di Lippisch si occupò la Messerschmitt-Werke, producendo il Messerschmitt Me 163. Lippisch sperimentò anche al di fuori i concetti dell'ala a delta, sviluppando prototipi come il Lippisch P.13a. Dopo la seconda guerra mondiale Lippisch fu reclutato per la Operation Overcast negli USA. Fu consulente per il Air Force Materiel Command. Anche se il suo nome non risulta ufficialmente nella documentazione NACA, lavorò nella galleria del vento per il DM1 a Langley.[1] Nel 1950 Lippisch lavora per la Collins Radio Company, presso una divisione trasporti, fino al 1964. Nel 1963 presso il Collins Hydrodynamic Laboratory sviluppò il primo velivolo senza ala, l'X-112. Nel 1969 ritornò in Germania, lavorando per la Rhein-Flugzeugbau; nel 1970 sviluppò l'RFB X-113. Nel 1972 volò il Dornier Aerodyne, sviluppato presso la Dornier-Werke. Poco dopo la morte di Lippisch, nel 1977 volò l'RFB X-114. Successivamente furono numerosi i prototipi di velivoli basati sul primo X-112.

Sviluppi[modifica | modifica wikitesto]

Gli studi e i concetti teorici ebbero un notevole influsso sullo sviluppo di velivoli da caccia come quelli della Consolidated Vultee Aircraft Corporation. Come per primo il prototipo Convair XF-92. Il Convair F-102 e il modello di successo Convair F-106 furono caccia prodotti in serie. Anche i velivoli ad ala a delta come il bombardiere Convair B-58 Hustler. Questi velivoli furono detentori di record, in parte ancora attuali.

Velivoli (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Hans Christoph Graf von Seherr-Thoßm, Alexander Lippisch, Neue Deutsche Biographie 14 (1985), pp. 662-664

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bill Yenne: Convair Deltas, Specialty Press, 2009, ISBN 978-1-58007-118-5, S. 13

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 3238058