Alexander Archipenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Oleksandr Porfyrovyč Archipenko (in ucraino: Олександр Порфирович Архипенко[?], angl. Olexandr Porfyrovych Arkhypenko; Kiev, 30 maggio 1887New York, 25 febbraio 1964) è stato uno scultore ucraino.

Studia scultura a Kiev e a Mosca; nel 1908 si trasferisce a Parigi e il suo stile è profondamente influenzato dai cubisti, in particolare Picasso e Léger.

Scultura di Archipenko

La sua scultura, molto dinamica, si struttura in un alternarsi di vuoti e pieni, concavi e convessi, linee rette e oblique.

Nel 1914 mette a punto un'originale ricerca artistica, detta "Archipentura", che combinando insieme lamine colorate di materiali diversi ad un motore elettrico, dà un effetto di movimento alla superficie del quadro.

Nel 1921 si trasferisce a Berlino.

Nel 1923 si trasferisce definitivamente negli Stati Uniti. Dagli anni Venti la sua produzione ha una svolta in senso classicista.

Opere fondamentali[modifica | modifica sorgente]

  • Pierrot Carousel (1913)
  • Testa (1913)
  • Incontro di pugilato (1914)
  • Medrano II (1914)
  • "Flat Torso" (1914)
  • Donna che cammina (1918)
  • Torso Hollywood (1936)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Alexander Archipenko, l'arte e l'universo a cura di Elena Pontiggia, ed. Amadeus (1988)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 71544609 LCCN: n80014586

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie