Alex Pederzoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alex Pederzoli
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 173 cm
Peso 70 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Pavia Pavia
Carriera
Giovanili
1999-2000
2000-2003
Bologna Bologna
Juventus Juventus
Squadre di club1
2003-2004 Como Como 6 (0)
2004 Rimini Rimini 2 (0)
2004 Juventus Juventus 0 (0)
2004-2005 Reggiana Reggiana 11 (0)
2005 Lucchese Lucchese 15 (0)
2005-2006 Torres Torres 12 (1)
2006 Pro Sesto Pro Sesto 7 (0)[1]
2006-2007 Pistoiese Pistoiese 9 (0)
2007 Manfredonia Manfredonia 13 (2)
2007 Venezia Venezia 0 (0)
2007-2008 Crotone Crotone 31 (2)[2]
2008-2009 Padova Padova 28 (1)[3]
2009-2010 Gallipoli Gallipoli 35 (2)
2010-2012 Ascoli Ascoli 65 (0)
2013-2014 Sudtirol Südtirol 22 (3)
2014- Pavia Pavia
Nazionale
2000
2000-2001
2002
2003
2004
Italia Italia U-15
Italia Italia U-16
Italia Italia U-18
Italia Italia U-19
Italia Italia U-20
9 (1)
12 (1)
5 (0)
1 (0)
3 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 luglio 2014

Alex Pederzoli (Piacenza, 6 marzo 1984) è un calciatore italiano, centrocampista del Pavia.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È figlio dell'ex calciatore professionista William Pederzoli.[4]

Coinvolto nel calcioscommesse, il 31 maggio 2012 patteggia una squalifica di un anno e quattro mesi più 10.000 euro di ammenda.[5]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizia la sua carriera nel Bologna nel 1999. Nell'estate del 2000 passa alla Juventus in un'operazione che comprendeva anche le compartecipazione di Giacomo Cipriani e Alessandro Gamberini,[6] lasciati in prestito alla società rossoblu. Con la Juventus si laurea Campione d'Italia con la formazione Berretti e vince il Torneo di Viareggio, venendo anche premiato come miglior giocatore della manifestazione.

Dopo una breve esperienza in Serie B con il Como in cui gioca sei partite, viene ceduto in prestito a varie squadre di Serie C1, tra cui Rimini, Reggiana, Venezia, Crotone e Padova. Dopo aver ottenuto la promozione in Serie B con la squadra padovana, viene ceduto al Gallipoli formazione neopromossa in Serie B.

Nella stagione 2010-2011 approda all'Ascoli. Alla fine della stagione 2011-2012 rimane svincolato.[7]

Nel 2013 approda al Sudtirol in Prima Divisione e segna proprio contro il Como, la squadra che lo lanciò, dando la vittoria alla sua squadra.

Nel luglio 2014 passa al Pavia[8]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Conta presenze in quasi tutte le Nazionali giovanili dell'Italia, ad eccezione di quella Under-17 e Under-21.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni giovanili[modifica | modifica sorgente]

Juventus: 2003

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 8 (0) se si comprendono i play-out.
  2. ^ 33 (2) se si comprendono i play-off.
  3. ^ 31 (1) se si comprendono i play-off.
  4. ^ Alex Pederzoli, nel nome del padre nuovavenezia.gelocal.it
  5. ^ Scommesse: l'Atalanta riparte da -2, sportmediaset.mediaset.it, 31 maggio 2012.
  6. ^ Profilo campionatoprimavera.com
  7. ^ Da Alex a Zambrotta: gli svincolati sportmediaset.mediaset.it
  8. ^ Pederzoli dal Südtirol al Pavia, Tuttolegapro.com, 19 luglio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]