Alex Cantarelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Alex Cantarelli (1970) è un regista teatrale, coreografo e drammaturgo italiano.

Filosofo, si laurea con lode alla Sapienza di Roma nel 1995 con Emilio Garroni, con una tesi sulla fenomenologia di Martin Heidegger. Si dedica da allora alla didattica del teatrodanza e alla regia di spettacoli teatrali, di cui è spesso autore.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La sua attività di coreografo ed autore teatrale è volta fin dall'inizio alla creazione di un linguaggio coreografico che interpreti la musica più varia. Il suo lavoro spazia dalla musica classica alla musica pop, all'opera lirica. Il Tango è considerato un passo a due con specifiche regole dinamiche e l'intero progetto Meditango è un'esperienza unica nel suo genere, difficilmente classificabile, cross-genre. Ha tenuto seminari di Tango e danzato in molte città d'Italia e d'Europa (Milano, Firenze, Cagliari, Bari, Utrecht, Bruxelles, Parigi e molte altre).

Ha curato numerose regie, di danza e di teatro classico. È autore dei libretti, dei testi dei suoi spettacoli, segnalati più volte dalla critica come veicoli di evidenziamento della società e delle sue anomalie.
Con il ciclo teatrale generatio - ciclo di spettacoli di teatrodanza sul tema della generazione -(2004-2008) ha utilizzato sperimentazioni drammatiche nuove, integrando il lavoro sul corpo ad un utilizzo non tradizionale della parola.
È direttore della Compagnia TCM Meditango, assieme a Mimma Mercurio, con la quale produce il Festival Internazionale Meditango di Roma.

Ha inoltre curato le coreografie del film "Denti" di Gabriele Salvatores (premio Oscar), lavorato in alcuni recitals con Michele Placido, e Caterina Vertova e collaborato con Giorgio Barberio Corsetti ed il premio Oscar Luis Bacalov, per i quali ha curato, assieme ad Anna Paola Bacalov le coreografie dell'ultima opera-ballet di Luis Bacalov, Y Borges cuenta que.., in scena nel luglio 2008 presso il Teatro Lirico di Siena e nel 2009 presso il Teatro Verdi di Pisa.

Ha composto interamente le musiche e coreografato "Meet her", spettacolo di danza contemporanea, a Roma, nel dicembre 2012 e "That's why I didn't run", nel dicembre 2013, con musiche originali e di J.S.Bach.

Nel 2013 ha scritto e pubblicato "2142" [1]una collezione di racconti, volume che è stato presentato al Salone del Libro di Torino 2013, dal quale sono state tratte alcune versioni teatrali.

generatio#3. Le parole o le cose.[modifica | modifica sorgente]

'Studio senza attori sulla generazione del concetto (33’)' (Roma, 2006)

I. Sensazione/emozione II. Rappresentazione/linguaggio III. La solitudine

"Con generatio#3 ho cercato di costruire uno spettacolo che desse l'impressione di reggersi da solo, senza l'intervento umano. Penso sia qualcosa di simile a quella che si definisce una "installazione". Ho puntato in primo luogo sulle sensazioni. Su quei mutamenti che intervengono in noi senza alcun volere. Non si può "non sentire" il vento o "non vedere" una luce, “non avere” paura." (Dalle note di regia di Alex Cantarelli)

Attività musicale[modifica | modifica sorgente]

A partire dal 2010 Alex Cantarelli ha iniziato a comporre ed interpretare le musiche degli spettacoli da lui diretti: Pad#8, Sogno, C.P.F., Molto Rumore per Nulla, Meet her, Twelfth night, Music for N. - e lavori strumentali ("Somewhere/somewhen" con Kamilla Ravnsfjall).

Produzione teatrale[modifica | modifica sorgente]

Sono 38 gli spettacoli da lui scritti, diretti o prodotti. Tra questi:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 2142 - Cantarelli Alex - Libro - Ensemble - Échos - IBS
  2. ^ Y BORGES CUENTA QUE... - regia Giorgio Barberio Corsetti