Alessandro Sbaffo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Sbaffo
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Reggina Reggina
Carriera
Giovanili
2007-2010 Chievo Chievo
Squadre di club1
2009-2010 Chievo Chievo 2 (0)
2010-2011 Piacenza Piacenza 14 (0)
2011-2012 Ascoli Ascoli 32 (3)
2012-2013 Chievo Chievo 0 (0)
2013- Reggina Reggina 24 (2)
Nazionale
2011 Italia B Italia 1 (0)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 aprile 2014

Alessandro Sbaffo (Loreto, 27 agosto 1990) è un calciatore italiano, centrocampista della Reggina.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

È nipote di Gastone Ballarini, portiere attivo negli anni sessanta che ha militato in Serie A con il Foggia[1].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Centrocampista offensivo destrorso, può giocare come trequartista come mezzala[2][3] e come esterno di centrocampo[4]. All'occorrenza è stato impiegato anche come esterno d'attacco[5].

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Entra nel settore giovanile del ChievoVerona a 17 anni[1], compiendo tutta la trafila fino all'esordio in prima squadra, avvenuto il 28 marzo 2010 nella partita ChievoVerona-Parma (0-0)[1][5]. Nella stagione 2009-2010 colleziona in tutto 2 presenze nella massima serie.

Nell'estate 2010 viene ceduto in prestito al Piacenza, nell'ambito del trasferimento di Davide Moscardelli ai clivensi[6]. Debutta con i biancorossi il 14 agosto nel secondo turno di Coppa Italia, vinto per 5-3 contro la Virtus Lanciano[7]. Con gli emiliani, impegnati nel campionato di Serie B, totalizza una presenza in Coppa Italia e 14 apparizioni in campionato, spesso utilizzato come rincalzo da Armando Madonna[5]. A fine stagione la squadra retrocede in Lega Pro Prima Divisione e Sbaffo rientra al ChievoVerona, che lo cede in prestito all'Ascoli[8].

Fa il suo debutto con i marchigiani il 14 agosto nella partita valida per il secondo turno di Coppa Italia vinta per 3-1 contro il Taranto, nella quale segna anche il suo primo gol tra i professionisti. Complessivamente con i bianconeri mette a segno un gol in 2 presenze in Coppa Italia, e 3 gol in 32 presenze in Serie B. Nel frattempo viene coinvolto nell'inchiesta sulle vicende legate al calcioscommesse, per il tentativo di combine della partita Livorno-Piacenza del campionato precedente: per questo motivo nell'estate 2012 patteggia sedici mesi di squalifica[9]. Dopo aver saltato l'intera stagione 2012-2013 a causa della squalifica, nell'estate 2013 il ChievoVerona lo cede nuovamente in prestito, questa volta alla Reggina, squadra di Serie B[10]. Esordisce con gli amaranto il 25 ottobre nella partita persa 3-2 contro il Pescara, che segna anche il suo ritorno in campo dopo i 16 mesi di squalifica. Il 7 dicembre 2013 segna il suo primo gol in maglia amaranto, in una partita persa per 2-1 sul campo del Brescia[11].

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Durante la militanza nell'Ascoli è stato convocato nella B Italia, con cui ha disputato la partita del 25 ottobre 2011 contro la Serbia[12].

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 17 aprile 2014.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2009-2010 Italia ChievoVerona A 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
2010-2011 Italia Piacenza B 14 0 CI 1 0 - - - - - - 15 0
2011-2012 Italia Ascoli B 32 2 CI 2 1 - - - - - - 34 3
2012-2013 Italia ChievoVerona A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale ChievoVerona 2 0 0 0 - - - - 2 0
2013-2014 Italia Reggina B 24 2 CI 1 0 - - - - - - 25 2
Totale 72 4 4 1 - - - - 76 5

Note[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]