Alessandro Poglietti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alessandro Poglietti ritratto in un'incisione di Jan-Erasmus Quellinus.

Alessandro Poglietti (... – Vienna, luglio 1683) è stato un organista e compositore italiano di epoca barocca.

Aiuto
Alessandro Poglietti (info file)
Aria allemagna con alcune variazioni sopra l'età della Maestà Vostra

Deve la sua fama principalmente alle composizioni per tastiera,[1] in particolare la raccolta Rossignolo del 1677.[2]

Biografia e opere[modifica | modifica wikitesto]

Le sue origini sono pressoché sconosciute, anche se si è ipotizzata la Toscana come luogo di nascita.[3] Dal 1660 sappiamo si trasferì a Vienna, dove divenne uno dei compositori favoriti di Leopoldo I. Alla sua corte ricevette il titolo onorifico di Comes palatinus Caesareus, oltre a essere insignito dal papa dell'Ordine dello Speron d'Oro. Divenuto celebre in particolare con opere per clavicembalo, insieme a Johann Kaspar Kerll e Johann Heinrich Schmelzer[3] Poglietti rappresenta il periodo di transizione tra le opere di Girolamo Frescobaldi e quelle del tardo barocco.

Morì nel 1683, durante l'assedio turco che culminò con la battaglia di Vienna.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b John Gillespie, Five centuries of keyboard music: an historical survey of music for harpsichord and piano, Courier Dover Publications, 1972, p. 120.
  2. ^ Cesare Fertonani, Antonio Vivaldi: la simbologia musicale nei concerti a programma, Edizioni Studio Tesi, 1992, p. 24.
  3. ^ a b Henry-Louis de La Grange, Viena, una historia musical, Editorial Paidós, 2002, p. 31.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 51880600 LCCN: n/85/64888