Alessandro Anselmi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alessandro Anselmi (Roma, 27 giugno 1934Roma, 28 gennaio 2013[1]) è stato un architetto italiano.

Cenni biografici[modifica | modifica sorgente]

Laureato in architettura a Roma nel 1963, è stato docente di Composizione architettonica presso Università degli Studi "Mediterranea" di Reggio Calabria poi alla Sapienza di Roma, e infine all'Università Roma Tre.

Membro fondatore dello studio G.R.A.U. (Gruppo Romano Architetti Urbanisti)[2]. Dal 1974 al 1981 è stato redattore della rivista Controspazio. Nel 1999 ha ricevuto il Premio Presidente della Repubblica per l’Architettura; nello stesso anno ha ricevuto il titolo di Accademico di San Luca[3].

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • 1965:Asilo comunale di Guidonia (Roma) Progetto
  • 1965:Il Palazzo dello Sport di Firenze Concorso
  • 1967:I nuovi uffici della Camera dei Deputati Concorso
  • 1967:Nuovo cimitero comunale di Parabita (Lecce)
  • 1968:Il giardino comunale di Parabita (Lecce) Progetto
  • 1972:La nuova sede dell' Archivio di Stato di Firenze Concorso
  • 1973:Il mercato dei fiori di Sanremo Progetto
  • 1974:Mattatoio comunale di Santa Severina (Crotone))
  • 1975:Cimitero comunale, loc. Altilia (Crotone))
  • 1979:Sistemazione delle Halles a Parigi Consultazione internazionale
  • 1980:Piazza di Santa Severina (Crotone))
  • 1980:Giardino comunale di Santa Severina (Crotone)
  • 1980:Facciata per “La via Novissima”, Biennale di Venezia (con GRAU)
  • 1980:Albergo-ristorante a Santa Severina (Catanzaro) Progetto
  • 1981:Asilo nido a Santa Severina (Catanzaro)
  • 1982:Il teatro della Casa della Cultura a Chambery-le-Haut (Francia) Concorso a inviti
  • 1983:Studio di abitazioni temporanee al quartiere Testaccio Progetto
  • 1985:Parco urbano del porto Navile e della Manifattura Tabacchi, Bologna Concorso
  • 1985:Ponte dell'Accademia a Venezia, Biennale di Venezia, Concorso
  • 1985:Un museo archeologico nei pressi di Santa Maria in Cosmedin, Roma,
  • 1985:Ampliamento dell'Hotel de Ville di Saint Denis (Francia), Concorso
  • 1986:Nuovo Hotel de Ville di Rezé-les-Nantes (Francia) Concorso
  • 1988:Ristrutturazione del Padiglione Italia ai giardini di Castello, Biennale di Venezia Concorso a inviti, progettazione della struttura visiva)
  • 1989:Lungomare di Reggio Calabria, Progetto
  • 1990:Restauro e riuso del castello Ruffo a Scilla (Reggio Calabria), Progetto
  • 1993:Ristrutturazione della piazza del mercato e del nuovo terminal della metropolitana con annesso centro commerciale, Sotteville-les-Rouen (Francia)
  • 1997:Nuovo Municipio di Fiumicino (Roma)
  • 1998:Palazzo dei Congressi “Italia” all’EUR, Roma, Concorso
  • 1999:Complesso residenziale nella zona della Bufalotta, Roma, Progetto
  • 2002:Nuova Stazione dell’Alta Velocità a Firenze, Concorso ad inviti
  • 2003:Edificio di tredici alloggi nella zona ex Breda a Pistoia, Progetto
  • 2010:Chiesa di San Pio da Pietrelcina, Roma

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Francesco Moschini, Occasioni di Architettura. Alessandro Anselmi (G.R.A.U.), catalogo della mostra presso la A.A.M. Architettura Arte Moderna di Roma, Roma, Edizioni Kappa A.A.M. Architettura Arte Moderna, 1980.
  • Claudia Conforti; Jacques Lucan, Alessandro Anselmi architetto, Mondadori Electa 1997
  • D. D'Anna, Quarantaquattro domande a Alessandro Anselmi, CLEAN, 2000
  • M. Guccione; V. Calmieri, Alessandro Anselmi. Piano superficie progetto, 24 ore cultura, 2004

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Addio ad Alessandro Anselmi, architetto protagonista della cultura italiana degli ultimi 50 anni Corriere.it
  2. ^ Enciclopedia Treccani alessandro-anselmi in Treccani.it - Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011.
  3. ^ Architetto, accademico dal 1999 (html). URL consultato il 22-03-2013.


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]