Aleo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Aleo era il nome di uno dei re di Tegea, figlio di Afidante.

Nella mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Aleo ebbe in sposa Neera, figlia di Pereo, e dalla loro unione nacquero Auge (mitologia), Cefeo, Licurgo e Afidamante.

Aleo durante uno dei suoi viaggi fu avvertito da un oracolo che i fratelli di sua moglie sarebbero periti per mano di un figlio di sua figlia.

Costrinse quindi la sua unica figlia Auge a diventare sacerdotessa di Atena e quindi a non procreare mai. La donna fu sedotta con l’inganno da Eracle e rimase incinta. Quando Aleo venne a conoscenza dell’accaduto non osò uccidere la figlia per la disubbidienza, ma la spedì da un altro re, Nauplio, con una lettera in cui chiedeva di uccidere la fanciulla.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti
Moderna
mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca