Aleksej Borisovič Vyžmanavin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aleksej Borisovič Vyžmanavin (in russo: Алексей Борисович Выжманавин?; Mosca, 1º gennaio 1960Mosca, 6 gennaio 2000) è stato uno scacchista russo, Grande Maestro.

Vinse il campionato di Mosca nel 1984 e 1986. Grande Maestro dal 1989, nel 57° Campionato sovietico di Leningrado si classificò =1° con Aleksandr Beljavskij, Leonid Judasin e Evgenij Bareev (il titolo andò a Beljavskij per spareggio tecnico).

Partecipò in seconda scacchiera alle olimpiadi di Manila 1992. Il suo risultato di +3 =6 –0 contribuì alla medaglia d'oro della Russia.

Tra i risultati di torneo i seguenti:

Vyžmanavin era un fortissimo giocatore lampo. Nel torneo blitz PCA di Mosca 1994 vinse i match contro Alexej Širov e Viktor Korchnoi. Nella semifinale perse di stretta misura contro Vladimir Kramnik.

Raggiunse il massimo punteggio Elo in gennaio 1993 con 2620 punti. Verso il 1997 si ritirò dal gioco attivo.

Il 6 gennaio 2000 uscì con alcuni amici per festeggiare il capodanno russo. Fu trovato morto dopo alcuni giorni e la diagnosi ufficiale imputò la morte ad un attacco cardiaco. In seguito alla separazione dalla moglie Vyžmanavin viveva solo e secondo il grande maestro Alexander Baburin aveva da diverso tempo problemi di depressione e assunzione di alcolici.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]