Aleksej Borisovič Vyžmanavin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aleksej Borisovič Vyžmanavin (in russo: Алексей Борисович Выжманавин?, noto come Alexey Vyzhmanavin in occidente; Mosca, 1º gennaio 1960Mosca, 6 gennaio 2000) è stato uno scacchista russo.

Vinse il campionato di Mosca nel 1984 e 1986. Grande Maestro dal 1989, nel 57° Campionato sovietico di Leningrado si classificò =1° con Beliavsky, Judasin e Bareev (il titolo andò a Beliavsky per spareggio tecnico).

Partecipò in seconda scacchiera alle olimpiadi di Manila 1992. Il suo risultato (+3 =6 –0) contribuì alla medaglia d'oro della Russia.

Altri risultati:

Vyžmanavin era un fortissimo giocatore lampo. Nel torneo blitz PCA di Mosca del 1994 vinse i match contro Shirov e Korchnoi. Nella semifinale perse di stretta misura contro Kramnik.

Raggiunse il massimo punteggio Elo in gennaio 1993, con 2620 punti. Verso il 1997 si ritirò dal gioco attivo.

Il 6 gennaio 2000 uscì con alcuni amici per festeggiare il capodanno russo. Fu trovato morto dopo alcuni giorni e la diagnosi ufficiale imputò la morte a un attacco cardiaco. In seguito alla separazione dalla moglie, Vyžmanavin viveva solo e secondo il GM Alexander Baburin aveva da tempo problemi di depressione e assunzione di alcolici.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]