Aleksandr Vasil'evič Aleksandrov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleksandrov (primo a sinistra) insieme a Dunaevskij, Pokrass, Moskvin e Loktjonov

Aleksandr Vasil'evič Aleksandrov (rus. Александр Васильевич Александров; Plachino, 13 aprile 1883Berlino, 8 luglio 1946) fu un compositore sovietico, autore della musica dell'inno nazionale dell'URSS che dal 2000, con un diverso testo, è utilizzata per quello russo.

Aleksandrov studiò presso il Conservatorio di San Pietroburgo, con Anatolij Konstantinovič Ljadov e Aleksandr Konstantinovič Glazunov, e a Mosca con Sergej Nikiforovič Vasilenko. Dal 1922 fu professore di Teoria Musicale presso il conservatorio di Mosca. Dal 1928 fu a capo della banda e del corpo di ballo dell'Armata Rossa, che egli stesso aveva fondati, e in questo ruolo si guadagnò i favori del dittatore Josif Stalin, il quale è stato a capo del Paese durante le ultime due decadi della sua vita. Nel 1942, Stalin commissionò ad Aleksandrov e al paroliere Sergej Michalkov la composizione di un nuovo inno, che divenne ufficiale a partire dal 1º gennaio 1944. Per i suoi meriti come compositore e artista popolare gli venne conferito l'Ordine di Lenin.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 34642391 LCCN: n/85/65932