Aleksandr Michajlovič Romanov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il granduca Aleksandr Michajlovič di Russia.

Aleksandr Michajlovič Romanov (in russo: Александр Михайлович?), conosciuto con il nome di Sandro[1] (Tbilisi, 13 aprile 1866Roquebrune-Cap-Martin, 26 febbraio 1933) granduca dell'Impero russo, era ammiraglio della Flotta Imperiale di Russia. Nipote dello zar Nicola I (1796-1855) e figlio del granduca Michail Nikolaevič Romanov (1832-1909) e della sua consorte Ol'ga Fëdorovna nata Cecilia di Baden (1839-1891)[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Venne instradato verso la carriera militare come ufficiale della Marina zarista, della quale la Finlandia era la base principale per la flotta russa del Baltico. Durante la sua giovinezza poi venne mandato in missione presso la corte imperiale giapponese e quella brasiliana, facendo ambedue le volte un'ottima figura.

Il 6 agosto del 1894, nella reggia di Peterhof, sposò Ksenija Aleksandrovna Romanova (1875-1960)[1] , la maggiore delle figlie di suo cugino di primo grado, lo zar Alessandro III (1845-1894), e della zarina Marija Fëdorovna nata Dagmar di Danimarca (1847-1928), diventando così cognato dell'ultimo zar Nicola II. Divenuto ben presto uno dei più fidi consiglieri, ebbe su di lui molta influenza.

La coppia ebbe i seguenti figli:[1]

Il granduca Aleksandr Michajlovič con la sua famiglia

A seguito della rivoluzione russa lui, la sua famiglia e la suocera, l'imperatrice vedova Marija Fëdorovna, trovarono rifugio in Crimea sotto la protezione dell'esercito bianco, da cui fuggirono, all'arrivo dell'Armata rossa, imbarcandosi sulla nave da guerra britannica HMS Marlborough.

Durante l'esilio scrisse le sue memorie Una volta ero un granduca, fonte preziosa sulla vita della corte zarista nell'ultimo mezzo secolo prima della rivoluzione. Inoltre trascorse del tempo come ospite di Ras Tafari (in seguito il Negus d'Etiopia Hailé Selassié, e ne scrisse nel seguito della sua autobiografia, Sempre un granduca.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Aleksandr Michajlovič Romanov Padre:
Granduca Michail Nikolaevič Romanov
Nonno paterno:
Nicola I di Russia
Bisnonno paterno:
Paolo I di Russia
Trisnonno paterno:
Pietro III di Russia
Trisnonna paterna:
Principessa Sofia di Anhalt-Zerbst
Caterina II di Russia
Bisnonna paterna:
Sofia Dorotea di Württemberg
Trisnonno paterno:
Federico II Eugenio, Duca di Württemberg
Trisnonna paterna:
Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Nonna paterna:
Carlotta di Prussia
Bisnonno paterno:
Federico Guglielmo III di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico Guglielmo II di Prussia
Trisnonna paterna:
Federica Luisa d'Assia-Darmstadt
Bisnonna paterna:
Duchessa Luisa di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno paterno:
Carlo II, Granduca di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna paterna:
Principessa Federica d'Assia-Darmstadt
Madre:
Cecilia di Baden
Nonno materno:
Leopoldo di Baden
Bisnonno materno:
Carlo Federico di Baden
Trisnonno materno:
Federico di Baden-Durlach
Trisnonna materna:
Amalia di Nassau-Dietz
Bisnonna materna:
Luisa Carolina Geyer di Geyersberg
Trisnonno materno:
Luigi Enrico Filippo Geyer di Geyersberg
Trisnonna materna:
Massimiliana Cristiana di Sponeck
Nonna materna:
Sofia Guglielmina di Svezia
Bisnonno materno:
Gustavo IV Adolfo di Svezia
Trisnonno materno:
Gustavo III di Svezia
Trisnonna materna:
Sofia Maddalena di Danimarca
Bisnonna materna:
Federica di Baden
Trisnonno materno:
Carlo Luigi di Baden
Trisnonna materna:
Amelia Frederica di Assia-Darmstadt

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine Supremo della Santissima Annunziata

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Darryl Lundy, Genealogia del granduca Aleksandr Michajlovič Romanov, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 14 settembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alexander Micailowitsch: Memoiren eines Großfürsten (Russischer Titel: Александр Михайлович: Мемуары великого князя. Sacharow, Moskau 2001. ISBN 5-8159-0396-5
  • Alexander von Russland (eigene Biographie), Einst war ich Großfürst, Paul List Verlag, Leipzig, 1932, Lizensausgabe Weltbild Verlag, Augsburg, 2000, ISBN 3-8289-6816-3

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN54171898 · LCCN: (ENnr89005255 · GND: (DE119217309 · BNF: (FRcb12075059r (data)