Aleksandr Gomel'skij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleksandr Gomel'skij
Gomelski.jpg
Palazzetto dello Sport di Varese, 27 gennaio 1977, Gomel'skij con la squadra del CSKA Mosca
Dati biografici
Nome Aleksandr Jakovlevič Gomel'skij
Александр Яковлевич Гомельский
Nazionalità URSS URSS
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore
Ritirato 1954 - giocatore
1991 - allenatore
Hall of Fame Naismith Hall of Fame (1995)
FIBA Hall of Fame (2007)
Carriera
Squadre di club
1948-1953 ODO LenVO
1953-1954 ASK Rīga ASK Rīga
Carriera da allenatore
1949-1952 Sptk. Leningrado Sptk. Leningrado (femm.)
1953-1966 ASK Rīga ASK Rīga
1956-1959 URSS URSS (vice)
1963-1970 URSS URSS
1966-1988 CSKA Mosca CSKA Mosca
1976-1988 URSS URSS
1988-1989 Tenerife Tenerife
1990-1991 CSP Limoges CSP Limoges
Palmarès
Olympic flag.svg Olimpiadi
Argento Tokyo 1964
Bronzo Città del Messico 1968
Oro Seul 1988
Gnome-emblem-web.svg Mondiali
Bronzo Rio de Janeiro 1963
Oro Montevideo 1967
Bronzo Jugoslavia 1970
Argento Filippine 1978
Oro Colombia 1982
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Oro Jugoslavia 1961
Oro Polonia 1963
Oro Unione Sovietica 1965
Oro Finlandia 1967
Oro Italia 1969
Argento Belgio 1977
Oro Italia 1979
Oro Cecoslovacchia 1981
Bronzo Francia 1983
Argento Grecia 1987
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Aleksandr Jakovlevič Gomel'skij, in russo: Александр Яковлевич Гомельский? (Leningrado, 18 gennaio 1928Mosca, 16 agosto 2005[1]), è stato un cestista e allenatore di pallacanestro sovietico (dal 1992: russo), membro del Naismith Memorial Basketball Hall of Fame dal 1995.

È noto anche con la traslitterazione Alexander Gomelsky.

Gomel'skij portò alla vittoria l'Armata Rossa e la squadra nazionale dell'URSS. Vinse campionati mondiali, campionati europei, Coppe dei Campioni e un'Olimpiade.

A lui è intitolata, dal 2005, la Universal'nyj Sportivnyj Kompleks CSKA, sede delle partite del CSKA Mosca.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Iniziò a giocare e ad allenare per la squadra della sua città fino al 1952. Passò quindi alla guida dell'ASK Riga. Nel 1958 ottenne con questa squadra il primo dei tre titoli consecutivi di campione europeo per club della Coppa Europa.

Si trasferì a Mosca per guidare il CSKA Mosca dal 1966 al 1988, qui vinse il titolo europeo nel 1971, battendo in finale l'Ignis Varese.

L'apice della carriera lo raggiunse nel 1988, con l'alloro olimpico, quando sconfisse in finale Jugoslavia dopo aver clamorosamente eliminato in semifinale gli Stati Uniti d'America a Seul.

Scrisse anche numero libri sul basket a partire dal 1960. Al termine della carriera di allenatore, lavorò anche come commentatore televisivo.

Nel 1992 ottenne la carica di presidente della Federazione russa e nel 1997 quella del CSKA, portando la squadra ai massimi livelli del basket europeo.

Nel 1995 viene inserito nella Basketball Hall of Fame. Dal 2005 gli è stato intitolato il premio "Aleksandr Gomel'skij Coach of the Year".

Gomel'skij è morto a Mosca all'età di 77 anni a causa di un tumore.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Competizioni Nazionali[modifica | modifica sorgente]

ASK: 1955, 1957, 1958
CSKA: 1969, 1970, 1971, 1972, 1973, 1974, 1976, 1977, 1978, 1979, 1980, 1981, 1982, 1983, 1984, 1988
CSKA: 1972, 1973, 1982

Competizioni Internazionali[modifica | modifica sorgente]

ASK Riga: 1958, 1958-1959, 1959-1960
CSKA Mosca: 1968-1969, 1970-1971

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ È morto Gomelsky, patriarca del basket nell'Unione Sovietica La Gazzetta dello Sport, 17 agosto 2005

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]