Aleksandr Šlemenko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aleksandr Šlemenko
01 Alexander Shlemenko vs Robert McDaniel 2008-10-10.jpg
Dati biografici
Nazionalità Russia Russia
Altezza 180 cm
Peso 84 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità ARB, Kickboxing, Lotta greco-romana
Categoria Pesi mediomassimi
Pesi medi
Squadra Russia RusFighters Sport Club
Stati Uniti Reign Training Center
Carriera
Soprannome Storm
Combatte da Russia Omsk, Russia
Stati Uniti Lake Forest, Stati Uniti
Vittorie 50
per knockout 29
per sottomissione 8
Sconfitte 8
 

Aleksandr Pavlovič Šlemenko (in russo: Александр Павлович Шлеменко?, traslitterato anche come Alexander Shlemenko; Omsk, 20 maggio 1984) è un atleta russo di arti marziali miste.

Combatte nella divisione dei pesi medi per la promozione statunitense Bellator, della quale è l'attuale campione di categoria dal 2013, e in precedenza ha vinto i tornei della seconda e della quinta stagione ed ha lottato per il titolo anche nel 2010, quando venne sconfitto dall'allora campione Hector Lombard.

In Europa ha vinto ben sette competizioni tra tornei e cinture.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Inizi in Russia[modifica | modifica sorgente]

Aleksandr Pavlovič Šlemenko vanta un'esperienza in tenera età con la lotta greco-romana ed un forte background nell'ARB, un sistema di combattimento corpo a corpo sviluppatosi in Unione Sovietica del quale Shlemenko detiene il più alto grado di insegnante.

Esordì come lottatore professionista di arti marziali miste nel 2004 con i tornei organizzati dalla International Absolute Fighting Council e in meno di due anni già poteva vantare un record di 18-2 e 5 tornei vinti su 7 disputati, con le due finali perse contro i connazionali Beslan Isaev e Vener Galiev, quest'ultimo futuro campione mondiale di sambo; tra le vittorie di rilievo vanno citate il rematch contro Galiev stesso nella finale della coppa Stage of Russia e il successo su Magomed Sultanakhmedov, futuro campione nella promozione M-1 Global.

Carriera all'estero[modifica | modifica sorgente]

Nel novembre 2005 Shlemenko prende parte al suo primo incontro lontano dalla Russia quando accetta di combattere per la promozione brasiliana Jungle Fight contro José Landi-Jons, ex lottatore della Pride e cintura nera di jiu jitsu brasiliano: il russo subì la sua terza sconfitta in carriera, in questo caso per decisione dei giudici di gara.

Successivamente vince il torneo APF: World Pankration Championship 2005 in Kazakistan sconfiggendo in finale Beslan Isaev per sottomissione e vendicando quindi la sua prima sconfitta in carriera.

Nel 2006 si ripresenta in Brasile ancora nella Jungle Fight per affrontare il fuoriclasse di grappling Ronaldo Souza, dominatore mondiale nel jiu jitsu brasiliano e nei tornei ADCC Submission Wrestling World Championship e futuro campione Strikeforce: Shlemenko finì sottomesso per strangolamento in poco più di due minuti.

Il lottatore di Omsk ha la possibilità di vendicare un'altra delle sue precedenti sconfitte quando affronta nuovamente José Landi-Jons, questa volta in Slovenia, ma ancora una volta deve arrendersi ai punti in un incontro durante il quale Shlemenko si ruppe entrambe le mani.

Dopo quella sconfitta Shlemenko proseguì con svariate promozioni tra Europa e Nord America, e tra il 2007 ed il 2010 mise a segno un record parziale di 12 vittorie ed una sola sconfitta contro il lottatore olimpico bulgaro Jordan Radev: tra le vittime più illustri l'ex UFC e Strikeforce Sean Salmon e l'attore francese di film di arti marziali Jean-François Lénogue.

Bellator Fighting Championships[modifica | modifica sorgente]

Šlemenko contro Robert McDaniel nel 2008

Nel 2010 entra nella prestigiosa promozione statunitense Bellator, dove prende parte al torneo dei pesi medi della seconda stagione che avrebbe premiato il vincitore con la possibilità di sfidare il campione in carica Hector Lombard. Shlemenko domina il torneo con le vittorie su Matt Major, sul wrestler Jared Hess ed in finale sull'ex WEC Bryan Baker, quest'ultimo sconfitto per KO tecnico nel primo round.

Quattro mesi dopo la vittoria del torneo affronta il campione in carica ed ex judoka olimpico Hector Lombard per il titolo di categoria, perdendo meritatamente ma mai cedendo sotto i tremendi colpi del cubano, arrivando addirittura a dare del suo meglio nella quinta ed ultima ripresa.

Nella prima metà del 2011 prende parte a tre incontri, tutti vinti.

Con un record personale di 40 vittorie e 7 sconfitte nel settembre 2011 torna a competere per il torneo dei pesi medi Bellator, in questo caso il torneo della quinta stagione della promozione nordamericana.

Ancora una volta lo striker di Omsk sbaraglia tutti, in questo caso la cintura nera di Taekwondo ed ex Pride e Dream Zelg Galešić, il karateka Brian Rogers ed in finale il due volte campione del mondo di BJJ Vitor Vianna: fu così il primo lottatore nella storia della Bellator a riuscire a vincere due tornei; con quella vittoria Shlemenko ottenne la possibilità di un rematch contro Hector Lombard, che era ancora il campione in carica.

Nel frattempo Šlemenko tornò in Russia per combattere un match contro l'ex UFC Julio Paulino, incontro che vinse per decisione unanime. Combatté un incontro anche in India per la promozione Super Fight League, dove mise KO la leggenda delle MMA e del puroresu giapponese Ikuhisa "Minowaman" Minowa, il quale aveva alle spalle quasi 100 incontri da professionista.

Nel 2012 il campione Hector Lombard lasciò il titolo vacante per passare in UFC, e così venne deciso che a sfidarsi per la cintura dei pesi medi Bellator sarebbero stati il vincitore del torneo della quinta stagione Alexander Shlemenko ed il vincitore del torneo della sesta stagione Maiquel Falcão, lottatore brasiliano con un ottimo record di 31-4 ed un passato senza sconfitte in UFC. La sfida tra i due avvenne nel 2013 con l'evento Bellator LXXXVIII, e Shlemenko diede dimostrazione della sua superiorità nella kickboxing stendendo l'avversario durante la seconda ripresa e divenendo il nuovo campione dei pesi medi Bellator.

Nel settembre dello stesso anno avrebbe dovuto difendere la cintura contro l'ex campione WEC Doug Marshall, ma quest'ultimo s'infortunò e venne sostituito da Brett Cooper, compagno di team ed amico di Alexander: Šlemenko s'impose ai punti in un incontro molto combattuto, e tutti i giudici furuono d'accordo nell'assegnare tre round su cinque al russo.

In novembre affrontò finalmente Doug Marshall, vincendo per KO tramite un pugno al fegato; un mese dopo l'avversario Marshall venne trovato positivo ad una sostanza vietata da regolamento[1].

Nel marzo 2014 difese per la terza volta il titolo contro il giovane ed atletico Brennan Ward per mezzo di una ghigliottina in piedi. Lo stesso anno sale nei pesi mediomassimi per affrontare la leggenda dell'UFC Tito Ortiz: l'ex campione dei pesi mediomassimi UFC, visibilmente più grosso del russo, dopo una serie di scambi in piedi porta a terra Shlemenko e lo sottomette con uno strangolamento, mettendo fine alla serie di 13 vittorie consecutive dell'atleta di Omsk.

In giugno avrebbe dovuto affrontare lo svizzero Yasubey Enomoto a Mosca in un evento organizzato da Fight Nights, ma il match non si concretizzò.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica sorgente]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Sconfitta 50-8 Stati Uniti Tito Ortiz Sottomissione (triangolo di braccio) Bellator CXX 17 maggio 2014 1 2:27 Stati Uniti Southaven, Stati Uniti Incontro di Pesi Mediomassimi
Vittoria 50-7 Stati Uniti Brennan Ward Sottomissione (ghigliottina) Bellator CXIV 28 marzo 2014 2 1:22 Stati Uniti West Valley City, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Medi Bellator
Vittoria 49-7 Stati Uniti Doug Marshall KO (pugno al corpo) Bellator CVIX 22 novembre 2013 1 4:28 Stati Uniti Bethlehem, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Medi Bellator
Vittoria 48-7 Stati Uniti Brett Cooper Decisione (unanime) Bellator XCVIII 7 settembre 2013 5 5:00 Stati Uniti Uncasville, Stati Uniti Difende il titolo dei Pesi Medi Bellator
Vittoria 47–7 Brasile Maiquel Falcão KO (pugni) Bellator LXXXVIII 7 febbraio 2013 2 2:18 Stati Uniti Duluth, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Medi Bellator
Vittoria 46–7 Stati Uniti Anthony Ruiz Decisione (unanime) League S-70: Russian Championship Final 11 agosto 2012 3 5:00 Russia Soči, Russia
Vittoria 45–7 Giappone Ikuhisa Minowa KO Tecnico (ginocchiata in salto e pugno) SFL 2 7 aprile 2012 1 2:20 India Chandigarh, India
Vittoria 44–7 Stati Uniti Julio Paulino Decisione (unanime) FEFoMP: Battle of Empires 17 dicembre 2011 3 5:00 Russia Chabarovsk, Russia
Vittoria 43–7 Brasile Vitor Vianna Decisione (unanime) Bellator LVII 12 novembre 2011 3 5:00 Canada Rama, Canada Vince il torneo dei Pesi Medi Bellator V
Vittoria 42–7 Stati Uniti Brian Rogers KO Tecnico (ginocchiate) Bellator LIV 15 ottobre 2011 2 2:30 Stati Uniti Atlantic City, Stati Uniti Torneo dei Pesi Medi Bellator V, Semifinale
Vittoria 41–7 Croazia Zelg Galešić Sottomissione (ghigliottina) Bellator L 17 settembre 2011 1 1:55 Stati Uniti Hollywood, Florida, Stati Uniti Torneo dei Pesi Medi Bellator V, Quarti di finale
Vittoria 40–7 Brasile Marcos Antonio Santana KO (pugno) League S-70: Russia vs. Brazil 6 agosto 2011 1 1:29 Russia Soči, Russia
Vittoria 39–7 Stati Uniti Brett Cooper Decisione (unanime) Bellator XLIV 14 maggio 2011 3 5:00 Stati Uniti Atlantic City, Stati Uniti
Vittoria 38–7 Stati Uniti Nick Wagner KO (pugno) Fight Festival 30 12 marzo 2011 1 3:13 Finlandia Helsinki, Finlandia
Sconfitta 37–7 Cuba Hector Lombard Decisione (unanime) Bellator XXXIV 28 ottobre 2010 5 5:00 Stati Uniti Hollywood, Florida, Stati Uniti Per il titolo dei Pesi Medi Bellator
Vittoria 37–6 Stati Uniti Bryan Baker KO Tecnico (pugni) Bellator XXIII 24 giugno 2010 1 2:45 Stati Uniti Louisville, Stati Uniti Vince il torneo dei Pesi Medi Bellator II
Vittoria 36–6 Stati Uniti Jared Hess KO Tecnico (infortunio) Bellator XX 27 maggio 2010 3 2:20 Stati Uniti San Antonio, Stati Uniti Torneo dei Pesi Medi Bellator II, Semifinale
Vittoria 35–6 Stati Uniti Matt Major Decisione (unanime) Bellator XVI 29 aprile 2010 3 5:00 Stati Uniti Kansas City, Missouri, Stati Uniti Torneo dei Pesi Medi Bellator II, Quarti di finale
Vittoria 34–6 Stati Uniti Sean Salmon KO (ginocchiate) Fight Festival 27 13 marzo 2010 1 0:40 Finlandia Helsinki, Finlandia
Vittoria 33–6 Francia Jean-François Lénogue KO (pugno girato) Saturn & RusFighters: Battle of Gladiators 13 febbraio 2010 2 1:43 Russia Omsk, Stati Uniti
Vittoria 32–6 Lituania Maksim Nevolia Sottomissione (rear naked choke) IAFC: Mayor's Cup 2009 27 novembre 2009 1 1:15 Russia Novosibirsk, Russia
Sconfitta 31–6 Bulgaria Jordan Radev KO (pugno) Fight Festival 26 17 ottobre 2009 1 4:27 Finlandia Helsinki, Finlandia
Vittoria 31–5 Rep. Ceca Patrick Kincl Decisione (unanime) Hell Cage 4 20 settembre 2009 3 5:00 Rep. Ceca Praga, Repubblica Ceca Vince il titolo europeo WKN MMA 75 kg
Vittoria 30–5 Lituania Petras Markevičius Decisione (unanime) IAFC: Russia vs. the World 29 novembre 2008 3 5:00 Russia Novosibirsk, Russia
Vittoria 29–5 Stati Uniti Robert McDaniel KO Tecnico (ginocchiata in salto) ShoXC 9: Elite Challenger Series 10 ottobre 2008 1 5:00 Stati Uniti Hammond, Stati Uniti
Vittoria 28–5 Francia Gregory Babene Sottomissione (triangolo) BSCF: Siberian Challenge 2 18 maggio 2008 1 4:48 Russia Bratsk, Russia
Vittoria 27–5 Finlandia Mikko Suvanto KO fightFORCE: Russia vs. The World 19 aprile 2008 1 - Russia San Pietroburgo, Russia
Vittoria 26–5 Argentina Diego Lionel Visotzky KO (calcio alla testa) BodogFIGHT: USA vs. Russia 30 novembre 2007 1 2:11 Russia Mosca, Russia
Vittoria 25–5 Russia Zakir Lalashov Sottomissione (triangolo) BSCF: Siberian Challenge 1 14 ottobre 2007 2 2:20 Russia Bratsk, Russia
Vittoria 24–5 Stati Uniti Scott Henze KO (pugno girato) BodogFIGHT: Vancouver 24 agosto 2007 1 0:57 Canada Vancouver, Canada
Vittoria 23–5 Germania Andre Balschmieter KO Tecnico Bratsk Combat Sport Festival 24 febbraio 2007 1 2:30 Russia Russia
Sconfitta 22–5 Cuba José Landi-Jons Decisione (unanime) WFC 2: Evolution 30 settembre 2006 3 5:00 Slovenia Capodistria, Slovenia
Sconfitta 22–4 Brasile Ronaldo Souza Sottomissione (triangolo di braccio) Jungle Fight 6 29 aprile 2006 1 2:10 Brasile Manaus, Brasile
Vittoria 22–3 Russia Shavkat Urakov Sottomissione (triangolo) APF: World Pankration Championship 2006 15 aprile 2006 - - Kazakistan Astana, Kazakistan
Vittoria 21–3 Russia Beslan Isaev Sottomissione (triangolo) APF: World Pankration Championship 2005 18 dicembre 2005 3 - Kazakistan Astana, Kazakistan Vince il World Pankration Championship 2005
Vittoria 20–3 Russia Murad Magomedov KO Tecnico (stop dall'angolo) APF: World Pankration Championship 2005 18 dicembre 2005 - - Kazakistan Astana, Kazakistan World Pankration Championship 2005, Semifinale
Vittoria 19–3 Ucraina Vasily Novikov KO Tecnico (stop dall'angolo) APF: World Pankration Championship 2005 18 dicembre 2005 1 - Kazakistan Astana, Kazakistan World Pankration Championship 2005, Quarti di finale
Sconfitta 18–3 Cuba José Landi-Jons Decisione Jungle Fight 5 26 novembre 2005 3 5:00 Brasile Manaus, Brasile
Vittoria 18–2 Russia Sergey Naumov KO Tecnico M-1 MFC: Russia vs. France 5 novembre 2005 2 4:50 Russia San Pietroburgo, Russia
Vittoria 17–2 Russia Sergey Gubin KO (pugno) IAFC: Pancration Siberian Open Cup 2005 20 ottobre 2005 - - Russia Omsk, Russia
Vittoria 16–2 Russia Ubaidula Chopolaev Decisione M-1 MFC: New Blood 1 ottobre 2005 2 5:00 Russia San Pietroburgo, Russia
Vittoria 15–2 Russia Vasily Krilov Decisione IAFC: Championship of Asia 20 marzo 2005 3 - Russia Jakutsk, Russia Vince il Championship of Asia
Vittoria 14–2 Russia Musa Pliev Decisione IAFC: Championship of Asia 20 marzo 2005 3 - Russia Jakutsk, Russia Championship of Asia, Semifinale
Vittoria 13–2 Russia Sergei Akinen KO (ginocchiata) IAFC: Championship of Asia 20 marzo 2005 1 - Russia Jakutsk, Russia Championship of Asia, Quarti di finale
Vittoria 12–2 Russia Vener Galiev KO Tecnico (infortunio) IAFC: Stage of Russia Cup 20 dicembre 2004 1 - Russia Ul'janovsk, Russia Vince la coppa Stage of Russia
Vittoria 11–2 Russia Pavel Jaroslavtcev KO Tecnico IAFC: Stage of Russia Cup 20 dicembre 2004 1 - Russia Ul'janovsk, Russia Coppa Stage of Russia, Semifinale
Vittoria 10–2 Russia Murad Madomedov KO Tecnico IAFC: Stage of Russia Cup 20 dicembre 2004 3 - Russia Ul'janovsk, Russia Coppa Stage of Russia, Quarti di finale
Vittoria 9–2 Russia Jakov Burbolenko KO Tecnico IAFC: Russian Pankration Championship 25 giugno 2004 2 - Russia Omsk, Russia Vince il Russian Pankration Championship
Vittoria 8–2 Russia Evgenij Zaviazochnikov Sottomissione (ghigliottina) IAFC: Russian Pankration Championship 25 giugno 2004 1 - Russia Omsk, Russia Russian Pankration Championship, Semifinale
Vittoria 7–2 Russia Vasiliy Blinov KO Tecnico IAFC: Russian Pankration Championship 25 giugno 2004 2 - Russia Omsk, Russia Russian Pankration Championship, Quarti di finale
Vittoria 6–2 Russia Jeihun Aliev KO Tecnico IAFC: Stage of Russia Cup 4 29 aprile 2004 2 - Russia Samara, Russia Vince la coppa Stage of Russia 4
Vittoria 5–2 Russia Magomed Sultanakhmedov Decisione (unanime) IAFC: Stage of Russia Cup 4 29 aprile 2004 2 5:00 Russia Samara, Russia Coppa Stage of Russia 4, Semifinale
Sconfitta 4–2 Russia Vener Galiev Decisione (unanime) Cup Of Empire 2004 18 marzo 2004 - - Russia Kazan', Russia Cup Of Empire 2004, Finale
Vittoria 4–1 Russia Abdul Aziz Malaaiev Decisione (unanime) Cup Of Empire 2004 18 marzo 2004 - - Russia Kazan', Russia Cup Of Empire 2004, Semifinale
Sconfitta 3–1 Russia Beslan Isaev Sottomissione (armbar) IAFC: Pancration Asian Open Cup 2004 4 marzo 2004 1 - Russia Jakutsk, Russia Coppa Pancration Asian Open 2004, Finale
Vittoria 3–0 Russia Anton Veisbekker KO (pugno) IAFC: Pancration Asian Open Cup 2004 4 marzo 2004 - - Russia Jakutsk, Russia Coppa Pancration Asian Open 2004, Semifinale
Vittoria 2–0 Russia Alexander Jakovlev KO Tecnico IAFC: Stage of Russia Cup 3 19 febbraio 2004 2 - Russia Omsk, Russia Vince la coppa Stage of Russia 3
Vittoria 1–0 Russia Zulfinar Sultanmagomedov KO Tecnico (ferita) IAFC: Stage of Russia Cup 3 19 febbraio 2004 1 - Russia Omsk, Russia Coppa Stage of Russia 3, Semifinale

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Report: Doug Marshall positive for banned substance, suspended by Pennsylvania commission".