Aldo Viglione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aldo Viglione

3º Presidente del Piemonte
Durata mandato 15 luglio 1983 –
30 novembre 1985
Predecessore Ezio Enrietti
Successore Vittorio Beltrami

Durata mandato 21 luglio 1975 –
28 luglio 1980
Predecessore Gianni Oberto Tarena
Successore Ezio Enrietti

Presidente del Consiglio della Regione Piemonte
Durata mandato 30 novembre 1988 –
19 dicembre 1988
Predecessore Germano Benzi
Successore Angelo Rossa

Durata mandato 21 dicembre 1973 –
21 luglio 1975
Predecessore Gianni Oberto Tarena
Successore Din Sanlorenzo

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Italiano

Aldo Viglione (Morozzo, 11 settembre 1923Moncalieri, 1 dicembre 1988) è stato un avvocato e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Aldo Viglione partecipò assai giovane alla Resistenza in Valle Pesio. Fu comandante della formazione Giustizia e Libertà. Ha esercitato la professione di avvocato. Parallelamente alla professione di avvocato si dedicò all'attività politica.[1]

Fu eletto consigliere comunale di Boves e consigliere provinciale di Cuneo per il Partito Socialista Italiano. Create nel 1970 le Regioni Ordinarie, fu eletto nella prima legislatura (1970-1975) consigliere regionale della Regione Piemonte e nel 1973 fu eletto presidente dell'Assemblea regionale.
Nella seconda legislatura (1975-1980) fu eletto presidente della Giunta regionale grazie all'appoggio a sinistra del PCI.
Nella terza legislatura dal 1983 al 1985 fu nuovamente presidente della Giunta regionale, stavolta però trovando supporto alla sua destra dalla DC.
Nella quarta legislatura nel 1985 fu nuovamente eletto presidente del Consiglio regionale restando in carica fino al giorno della sua morte in un incidente stradale nel 1988. Fu fautore della banca dati delle leggi regionali e fautore del sistema informativo consiliare (dal 1985 al 1988).
Negli anni del terrorismo coadiuvò intensamente la lotta al terrorismo di tutte le fazioni collaborando con Dino Sanlorenzo e Diego Novelli, politici affini.

Morì in un incidente stradale con la Fiat Croma della regione urtando contro un camion a Moncalieri, alle porte di Torino, mentre proveniva da Cuneo, a causa della forte nebbia[2].

Predecessore Presidente della Regione Piemonte Successore Regione-Piemonte-Stemma.svg
Ezio Enrietti 15 luglio 1983-30 novembre 1988 Vittorio Beltrami I
Gianni Oberto Tarena 28 luglio 1975-20 luglio 1980 Ezio Enrietti II
Predecessore Presidente del Consiglio della Regione Piemonte Successore Regione-Piemonte-Stemma.svg
Germano Benzi 30 novembre 1988-19 dicembre 1988 Angelo Rossa I
Gianni Oberto Tarena 21 dicembre 1973-21 luglio 1975 Dino Sanlorenzo II

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Grande ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale Ordine al merito della Repubblica Italiana
— 2 giugno 1983

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Aldo Viglione
  2. ^ In un incidente muore a Torino Aldo Viglione