Aldeide cinnamica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aldeide cinnamica
Zimtaldehyd - cinnamaldehyde.svg
Cinnamaldehyde.png
Nome IUPAC
(2E)-3-fenilprop-2-enale
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C9H8O
Massa molecolare (u) 132,16
Aspetto liquido oleoso giallo
Numero CAS [104-55-2]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1,05
Solubilità in acqua 1,42 gr/l
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
irritante

attenzione

Frasi H 315 - 317 - 319 - 335
Consigli P 261 - 280 - 305+351+338 [1]

L'aldeide cinnamica è una sostanza organica presente nell'olio di cannella[2] e che le conferisce il caratteristico sapore e odore. È stata isolata dall'olio essenziale di cannella nel 1834 da Dumas e Péligot e sintetizzata in laboratorio da Luigi Chiozza nel 1854.

A temperatura ambiente si presenta come un liquido dal colore giallo, volatile, che risulta solubile sia in alcol, sia limitatamente in acqua[2].

Questa aldeide si può anche ottenere per sintesi condensando l'acetaldeide con la benzaldeide in ambiente alcalino[2].

Usi[modifica | modifica sorgente]

Viene utilizzata per creare profumi[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 21.11.2012
  2. ^ a b c d Cinnamico, acido

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia