Alcannina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alcannina
Struttura chimica dell'alcannina
Nome IUPAC
5,8-didrossi-2-[(1S)-1-idrossi-4-metilpent-3-en-1-il] naftalene-1,4-dione
Nomi alternativi
C.I. Rosso naturale 20; Estratto di alcanna
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C16H16O5
Massa molecolare (u) 288.29 g/mol
Aspetto Prismi cristallini rosso-bruni
Numero CAS [517-88-4]
Proprietà tossicologiche
LD50 (mg/kg) 3.0 g/kg (topo)
Indicazioni di sicurezza
Frasi H ---
Consigli P --- [1]

L'alcannina è un colorante naturale, un polifenolo bifunzionale di un naftochinone. Deve il nome alla pianta da cui si estrae: l'Alkanna tinctoria, tipica del sud della Francia.

Essa è utilizzata come colorante alimentare e, nella cosmesi, è una nota tintura per capelli, che rappresenta un'alternativa all'Henné. Come additivo alimentare è utilizzata in Australia[2], mentre nell'Unione europea, dove è riconosciuta con il codice E103, non è più approvata per l'uso[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 12.08.2014
  2. ^ Additives - Food Standards Australia New Zealand
  3. ^ Current EU approved additives and their E Numbers - Food Standards Agency
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia