Albuminuria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Con albuminuria si identifica un'elevata concentrazione di albumina nelle urine. Si tratta di un tipo particolare di proteinuria. Secondo alcuni clinici il termine albuminuria sarebbe obsoleto e dovrebbe essere sostituito dal termine proteinuria. Considerando il problema nei suoi aspetti quantitativi, se si fa eccezione per la proteinuria del mieloma multiplo, in tutte le proteinurie l'albumina è comunque la frazione proteica quantitativamente più rappresentata.

Cenni di anatomia e fisiologia[modifica | modifica wikitesto]

L'unità anatomico-funzionale del rene è il nefrone, costituito dai glomeruli, ammassi capillari tesi tra due arteriole. Le pareti fenestrate dei capillari glomerulari permettono la eliminazione delle sostanze tossiche e dei prodotti di scarto dal sangue. Queste sostanze e i liquidi che le veicolano prendono il nome di pre-urina e vengono convogliate in un sistema di tubuli che collegano il parenchima renale con la pelvi renale. Nei tubuli renali le sostanze tossiche e i prodotti di scarto vengono concentrati nelle urine e rimossi dall'organismo.[1]. Il glomerulo renale si comporta sostanzialmente come una membrana permeabile selettiva che di norma si lascia attraversare da molecole che presentano un peso molecolare (p.m.) inferiore a quello del lisozima (11.500 p.m.). L'albumina, come è noto, è sintetizzata dal fegato.[2] Una volta riversata nel torrente ematico esercita tutta una serie di complesse attività: è una proteina di trasporto, regola la pressione oncotica, modula i processi di coagulazione e svolge altre funzioni minori. Nelle 24 ore solo piccole quantità di albumina (68.000 p.m.) riescono a oltrepassare la barriera renale. Inoltre si deve considerare che eventuali molecole che abbiano oltrepassato il filtro glomerulare vengono comunque riassorbite (si ritiene mediante processi di pinocitosi) a livello del tubulo prossimale.[3] Ciò rende ragione della quantità minima di molecole proteiche che, anche in condizioni di normalità, vengono eliminate con le urine.

Albuminuria fisiologica[modifica | modifica wikitesto]

In un soggetto adulto in buona salute i valori normali di albuminuria variano tra i 5 e i 15 mg nelle 24 ore. A seconda del metodo di laboratorio utilizzato può essere riscontrato anche un valore pari a 0 mg, in altre parole la albuminuria può anche essere totalmente assente.

Micro e macroalbuminuria[modifica | modifica wikitesto]

  • Microalbuminuria: la concentrazione di albumina nelle urine è compresa tra 30 mg e 300 mg nelle 24 ore.
  • Macroalbuminuria: la concentrazione di albumina nelle urine supera i 300 mg nelle 24 ore.

Si rammenta che la microalbuminuria assume una particolare rilevanza clinica in quanto spesso è il primo segno di comparsa della nefropatia diabetica e di danno d'organo subclinico da ipertensione arteriosa.

Cause[modifica | modifica wikitesto]

L'albuminuria è dovuta principalmente ad alterazioni dei reni, in particolare a un'alterata permeabilità dei capillari del glomerulo renale, come accade in numerose glomerulopatie; ciò provoca un aumento del passaggio di proteine (in particolare di albumina) nelle urine.[4][5] L'aumentata porosità glomerulare è alla base della proteinuria non selettiva che può essere riscontrata in soggetti con nefropatia diabetica. In questa situazione infatti nelle urine possono essere riscontrate proteine (globuline) ad alto peso molecolare. L'albuminuria da danno glomerulare è il tipo più frequente ed è in genere associata a diabete mellito di tipo I.
Esistono comunque altre patologie che possono determinare albuminuria e fra queste si ricorda l'ipertensione arteriosa, la cirrosi epatica, l'insufficienza cardiaca e il lupus eritematoso sistemico.

Tipi di albuminuria[modifica | modifica wikitesto]

Esistono vari tipi di albuminuria:

Effetti dell'albuminuria[modifica | modifica wikitesto]

Le proteine del sangue e in particolare l'albumina, in condizioni fisiologiche, riescono a trattenere l'acqua all'interno dei vasi sanguigni esercitando su di essa una pressione oncotica.[6][7] Quando la perdita di proteine con le urine aumenta, la pressione oncotica del sangue diminuisce; di conseguenza, l'acqua plasmatica tende a fuoriuscire dai piccoli vasi sanguigni per passare nei tessuti molli. L'albumina esercita dal 75 all'80% della pressione oncotica del plasma.[8][9] In situazione di ipoalbuminemia i liquidi permangono nei tessuti generando dei rigonfiamenti che si evidenziano con edemi più o meno estesi. Inizialmente l'edema si manifesta alle palpebre e alle caviglie. Nei casi più gravi a livello del cavo pleurico (idrotorace) e della cavità addominale (ascite).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fiorenzo Conti, et al., Fisiologia medica – Volume 2, Prima edizione, Milano, Edi.Ermes, 2005, ISBN 88-7051-282-7.
  2. ^ Rothschild MA, Oratz M, Schreiber SS: Albumin synthesis (first of two parts). N Eng J Med 286(14):748–757, 1972
  3. ^ Doweiko JP, Nompleggi DJ: Role of albumin in human physiology and pathophysiology. J Parenter Enteral Nutr 15(2):207–211, 1991.
  4. ^ Skorecke KS., Nadler SP. Renal and systemic manifestations of glomerular disease. In Brenner BM., Rector FC, eds., The kidney, 3rd ed. Philadelphia: W.B. Saunders, Co., 1986; 891.
  5. ^ Haller C. Hypoalbuminemia in renal failure: pathogenesis and therapeutic considerations. Kidney Blood Press Res. 2005;28(5-6):307-10.
  6. ^ Rothschild MA, Oratz M, Schreiber SS: Serum albumin . Hepatology 8(2):385–401, 1988
  7. ^ Doweiko JP, Nompleggi DJ: Role of albumin in human physiology and pathophysiology. J Parenter Enteral Nutr 15(2):207–211, 1991.
  8. ^ Rothschild MA, Oratz M, Schreiber SS. Serum albumin. Hepatology. Mar-Apr 1988;8(2):385-401.
  9. ^ Weil MH., Michaels S. Routine plasma colloid osmotic pressure measurements. Crit Care Med 1974; 2:229-235

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina