Albissola Marina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albissola Marina
comune
Albissola Marina – Stemma Albissola Marina – Bandiera
Il litorale di Albissola Marina
Il litorale di Albissola Marina
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Liguria.svg Liguria
Provincia Provincia di Savona-Stemma.png Savona
Amministrazione
Sindaco Gianluca Nasuti (Lista civica "Albissola concreta") dal 26/05/2014
Data di istituzione 1797
Territorio
Coordinate 44°19′37.31″N 8°30′10.1″E / 44.327031°N 8.502806°E44.327031; 8.502806 (Albissola Marina)Coordinate: 44°19′37.31″N 8°30′10.1″E / 44.327031°N 8.502806°E44.327031; 8.502806 (Albissola Marina)
Altitudine m s.l.m.
Superficie 3,20 km²
Abitanti 5 559[1] (31-12-2011)
Densità 1 737,19 ab./km²
Comuni confinanti Albisola Superiore, Savona
Altre informazioni
Cod. postale 17012
Prefisso 019
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 009003
Cod. catastale A165
Targa SV
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climatica zona D, 1 490 GG[2]
Nome abitanti albissolesi
Patrono Nostra Signora della Concordia
Giorno festivo 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Albissola Marina
Posizione del comune di Albissola Marina nella provincia di Savona
Posizione del comune di Albissola Marina nella provincia di Savona
Sito istituzionale

Albissola Marina (Arbisöa[3] o a Moenn-a d'Arbissêua[4] in ligure) è un comune italiano di 5.559 abitanti[1] della provincia di Savona in Liguria.

È famoso insieme ad Albisola Superiore (con cui forma il territorio denominato "Albisole") per la lavorazione della ceramica, ed è uno dei fondatori dell'AICC (Associazione Italiana Città della Ceramica)[5].

La differenza del nome rispetto alla vicina Albisola Superiore - di fatto, con una "s" in più - risalirebbe ad un errore di trascrizione nel 1915 da parte della Consulta Araldica del Regno d'Italia per la concessione del nuovo stemma albissolese.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Albissola Marina è situata sulla costa della Riviera del Beigua, contigua a Savona e al vicino comune di Albisola Superiore, da cui è divisa dalla foce del torrente Sansobbia.

Il territorio comunale è costituito esclusivamente dal capoluogo per una superficie territoriale di 3,20 km2.

Confina a nord con il comune di Albisola Superiore, a sud è bagnato dal mar Ligure, ad ovest con Savona, ad est con Albisola Superiore. Dista circa 4 km ad est di Savona e 45 km ad ovest di Genova.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Scorcio del centro storico

Albissola Marina è stata fondata dai Liguri Ingauni in epoca preistorica[6], ma è con l'Impero romano che acquistò fama e importanza soprattutto grazie alla vicinanza del sito di Alba Docilia[6], oggi compreso nel territorio comunale di Albisola Superiore, vicino alla chiesa romanica di San Pietro.

Seguirono le invasioni da parte dei Barbari[6] che portarono alla divisione del borgo in due distinti centri: un borgo nella zona costiera e un altro insediamento alle prime pendici collinari[6].

Nell'Alto Medioevo diventò parte integrante del Comitato di Vado[6], poi nel Marchesato di Savona[6] e infine nel proprio marchesato guidato dal discendente aleramico Guelfo d'Albisola nel 1122[6]. È da questo periodo storico che iniziò a svilupparsi il commercio, l'attività agricola, la pesca e l'industria della ceramica.

È datata sul finire del XII secolo o agli inizi del XIII secolo la fondazione di un unico Comune di Albisola[6] che, assieme ai borghi vicini, fu soggetto al dominio di Genova dal 1251 dopo un lungo periodo che vide Savona e Genova in contrasto per il controllo del territorio albissolese[6]. E fu proprio l'8 maggio del 1343[6] che i tre comuni di Albisola, Celle Ligure e Varazze giurarono la loro completa devozione genovese.

Possedimento della Repubblica di Genova, il vasto territorio ad est di Savona fu inglobato in un'apposita podesteria[6], con Varazze quale sede del podestà (quest'ultimo nominato dal capoluogo ligure), ma dotando i tre principali centri di autonomi statuti (stipulati nel 1389[6]) e gestione in loco dei pubblici introiti. Una parte della zona costiera di Albissola rimase, tuttavia, nei confini savonesi fino al 1533[6].

Al 1616[6] è databile la storica separazione dei due borghi albissolesi nelle due distinte e odierne municipalità; le due comunità scelsero le rive del torrente Sansobbia come "linea di confine naturale"[6]. Tale separazione fu però preceduta quasi vent'anni prima dalla locale comunità ecclesiastica che già nel 1598[6] smembrò dall'unica parrocchia di San Nicolò di Albisola Superiore il priorato di San Benedetto di Albissola Marina, dove poco dopo avvenne l'istituzione dell'odierna comunità parrocchiale di Nostra Signora della Concordia[6]. Le ultime unioni albissolesi a "cadere" furono le proprietà dei boschi comunali, separati tra i due comuni solamente nel 1855[6] dopo 239 anni dalla storica divisione. Come la vicina Albisola Superiore, anche il centro di "Marina" fu meta di soggiorno e residenza delle nobili famiglie genovesi come i Durazzo, Gentile e De Mari che qui costruirono ville signorili.

Vecchi edifici all'interno del centro storico

Con la caduta della Repubblica di Genova (1797), sull'onda della rivoluzione francese e a seguito della prima campagna d'Italia di Napoleone Bonaparte, il territorio di Albissola Marina rientrò dal 2 dicembre 1797 nel Dipartimento del Letimbro, con capoluogo Savona, all'interno della Repubblica Ligure. Dal 28 aprile del 1798 rientrò nel V cantone, come capoluogo, della Giurisdizione di Colombo e dal 1803 centro principale del I cantone di Savona nella Giurisdizione di Colombo. Annesso al Primo Impero francese dal 13 giugno 1805 al 1814 venne inserito nel Dipartimento di Montenotte.

Nel 1815 fu inglobato nel Regno di Sardegna, così come stabilì il Congresso di Vienna del 1814, e successivamente nel Regno d'Italia dal 1861. Dal 1859 al 1927 il territorio fu compreso nel I mandamento di Savona del Circondario di Savona facente parte della Provincia di Genova; nel 1927 anche il territorio comunale albissolese passò sotto la neo costituita Provincia di Savona.

Il 26 ottobre del 2006 il Consiglio regionale della Liguria tramite votazione, che non ha ottenuto il quorum necessario dei due terzi dei consiglieri regionali, ha bocciato la proposta di indire un referendum[7] per la fusione dei due comuni di Albisola Superiore e Albissola Marina. La proposta di unire in un'unica entità amministrativa fu presentata dal comitato Albinsieme nel 2003 dopo la raccolta di 5.385 firme. Se il referendum avesse avuto esito positivo il nuovo "Comune di Albissola" sarebbe diventato il terzo comune della provincia savonese per numero di abitanti e con una superficie territoriale di 32,22 km2.

Dal 1973 al 31 dicembre 2008 ha fatto parte della Comunità montana del Giovo, quest'ultima soppressa con la Legge Regionale n° 23 del 29 dicembre 2010[8] e in vigore dal 1º maggio 2011[9].

Simboli[modifica | modifica sorgente]

Albissola Marina-Stemma.png
Albissola Marina-Gonfalone.png
« Agnello seduto su campagna erbosa verde, accompagnato in capo da una stella d'oro su sfondo azzurro »
(Descrizione araldica dello stemma[10])
« Drappo partito di giallo e di azzurro... »
(Descrizione araldica del gonfalone[10])

Lo stemma ufficiale è stato approvato con l'apposito Decreto del Consiglio dei Ministri datato all'11 agosto del 1975[11]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

La facciata della chiesa parrocchiale di Nostra Signora della Concordia nel centro storico di Albissola Marina

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

Architetture civili[modifica | modifica sorgente]

  • Villa Faraggiana. Costruita nel XVIII secolo dalla famiglia Durazzo, dal 1961 è di proprietà del Comune di Novara. La villa, dal 1968, è sede di un piccolo museo e aperta al pubblico per visite e mostre in alcuni periodi dell'anno. Pregevoli le belle sale decorate e il parco esterno, ornato con statue e fontane.

Altri siti[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[13]


Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica sorgente]

Particolare della pavimentazione del "Lungomare degli artisti"
Scorcio del centro storico albissolese

Secondo i dati Istat al 31 dicembre 2011[14] i cittadini stranieri residenti ad Albissola Marina sono 210, pari al 3,78% della popolazione comunale.

Qualità della vita[modifica | modifica sorgente]

Il Comune di Albissola Marina ha conseguito la certificazione del proprio sistema di gestione ambientale conformemente alla norma ISO 14001, ISO 9001 e certificazione EMAS.[15]

La località ha ottenuto dalla FEE-Italia (Foundation for Environmental Education) il conferimento della Bandiera Blu per la qualità delle sue spiagge[16] nel 2014 e la Bandiera Verde. Ad Albissola Marina è stato inoltre conferito, nel 2006, il premio Una Città per il Verde.[17]

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Musei[modifica | modifica sorgente]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

  • Festa patronale di Nostra Signora della Concordia, l'8 settembre.
  • "Festival Internazionale della Maiolica", nel mese di aprile, in collaborazione con le amministrazioni comunali di Albisola Superiore, Savona e Genova.

Persone legate ad Albissola Marina[modifica | modifica sorgente]

Economia[modifica | modifica sorgente]

La ceramica albissolese

Importante settore dell'economia locale, la realizzazione della ceramica è nota dal Cinquecento[12]: al 1589 risale la stesura dei Capitula Artis Figulorum loco Albisola[12], redatti dal notaro Zuffo. Nel secolo successivo saranno i fratelli Conrado di Albisola a fondare le fabbriche di ceramica della città francese di Nevers[12], in Borgogna.

Tradizionale è la lavorazione della ceramica. Il Museo della Ceramica "Manlio Trucco", situato nel vicino comune di Albisola Superiore, è dedicato a tale lavorazione. Per rendersi conto dell'abitudine degli albissolesi a lavorare la ceramica basta fare un giro per la città. Sono numerosi i laboratori che producono beni in ceramica e le decorazioni degli edifici, a cominciare dai numeri civici.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica sorgente]

Strade[modifica | modifica sorgente]

Il centro di Albissola Marina è attraversato principalmente dalla strada statale 1 Via Aurelia che gli permette il collegamento stradale con Savona, ad ovest ed Albisola Superiore ad est.

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1985 1990 Francesco Gervasio Partito Repubblicano Italiano Sindaco
1990 1995 Francesco Gervasio Partito Repubblicano Italiano Sindaco
1995 1999 Lino Ferrari Partito Popolare Italiano Sindaco
1999 2004 Stefano Parodi Lista civica di Centro-destra Sindaco
2004 2009 Stefano Parodi Lista civica di Centro-destra "ViviAlbissola" Sindaco
2009 2014 Nicolò Vicenzi Lista civica di Centro-sinistra "Albissola Futura" Sindaco
2014 in carica Gianluca Nasuti Lista civica "Albissola concreta" Sindaco

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

La principale squadra di calcio della città è l'A.S.D. Albissola 2010 che milita nel girone A di Prima Categoria.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Dati Istat al 31-12-2011
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF) in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 2006, p. 20.
  4. ^ Il toponimo dialettale è citato nel libro-dizionario del professor Gaetano Frisoni, Nomi propri di città, borghi e villaggi della Liguria del Dizionario Genovese-Italiano e Italiano-Genovese, Genova, Nuova Editrice Genovese, 1910-2002.
  5. ^ Fonte dal sito dell'Associazione Italiana Città della Ceramica
  6. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r Fonte dal sito del Comune di Albissola Marina-Storia. URL consultato il 26 marzo 2012.
  7. ^ Fonte dal sito del Il Giornale.it-La Regione boccia il referendum sulle due Albisole. URL consultato il 7 marzo 2012.
  8. ^ Legge Regionale n° 23 del 29 dicembre 2010
  9. ^ Fonte sulla soppressione delle comunità montane
  10. ^ a b Fonte dal sito Araldica Civica.it. URL consultato il 6 novembre 2011.
  11. ^ Tratto dal sito Comuni-Italiani.it
  12. ^ a b c d Fonte dalla Guida d'Italia-Liguria del Touring Club Italiano, Milano, Mondadori, 2007.
  13. ^ Statistiche I.Stat ISTAT  URL consultato in data 28-12-2012.
  14. ^ ISTAT, cittadini stranieri al 31 dicembre 2011. URL consultato il 15 gennaio 2014.
  15. ^ Fonte dal sito del Comune di Albissola Marina
  16. ^ Bandiere blu spiagge dell'anno 2014. URL consultato il 16 maggio 2014.
  17. ^ Fonte dal sito del Comune di Albissola Marina - Sezione News

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Liguria Portale Liguria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Liguria