Albino Blacksheep

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albino Blacksheep
URL http://www.albinoblacksheep.com
Tipo di sito Sito web di intrattenimento
Registrazione Opzionale
Proprietario Steven Lerner
Creato da Steven Lerner

Albino Blacksheep è un noto sito web originario di Toronto, Ontario, Canada nel quale vengono postati media digitali creati dai membri. Molti di questi sono filmati o videogiochi creati mediante Adobe Flash. Il sito inoltre vanta gallerie di immagini, file audio, e file testuali. Inoltre, c'è una sezione dedicata ai file per cellulare, con screensaver, suonerie, e sfondi.

Oltre ai media disponibili, c'è una grande comunità di utenti che fa uso di un forum e una chat, dove vengono scambiate idee riguardo alla creazione dei media stessi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Albino Blacksheep fu fondato nel 1999 da Steven Lerner (noto in passato come "Sners", e ora noto come "AB") per promuovere la sua band che ha lo stesso nome, che fu fondata nel 1996. Nel 2000 Lerner, dopo avere preso parte ad un corso di webdesign, rimodernizzò il sito. Il nuovo sito conteneva altre immagini, e anche una sezione dove poteva essere visto in streaming quello che veniva visto dalla videocamera di Steve. Tuttavia il primo lavoro di successo di Steve venne nel 2003, con la pagina di Google riguardo alle sconfitte militari francesi.. Da allora la popolarità del sito crebbe a tal punto da avere circa 1,5 milioni di pagine viste ogni giorno, con i dati aggiornati a al 23 marzo 2006.

Albino Blacksheep è inoltre famoso per essere il portale più usato per le animazioni create in Adobe Flash e per le animutation (animazioni in Flash create da Neil Cicierega nel 2001). Il sito ha inoltre aiutato la band Tally Hall a raggiungere un discreto successo, dopo aver postato una loro opera nel sito.

Il primo Aprile del 2007 Lerner cambiò l'homepage originale con una scherzosa, cercando di far pensare ai visitatori che il sito fosse stato comprato e fosse cambiato in "Google Animations". Lo scherzo inoltre, fu accompagnato da un blog fittizio che affermava: "Albino Blacksheep has been acquired by Google Inc. for roughly $32 million in stock options. The deal was discussed over a casual breakfast in Mountain View, California between the Canadian-born founder of Albino Blacksheep and the Google co-founders and CEO. Plans are underway for Google Inc. to tie its services and software into the former Albino Blacksheep website which will go by the new name Google Animation." ovvero: "Albino Blacksheep è stato acquisito da Google Inc. per 32 milioni di dollari netti. L'accordo è stato discusso durante una colazione casuale a Mountain View, California, tra il fondatore canadese di Albino Blacksheep e i co-fondatori di Google e il CEO. I piani di acquisizione sono in corso per Google Inc., per impegnare i servizi e il software del vecchio Albino Blacksheep nel nuovo Google Animation."

Nome[modifica | modifica sorgente]

Secondo Steven Lerner, il suo creatore, il nome è un ossimoro intenzionale; per definizione, una pecora nera (Blacksheep) non può essere albina, poiché ovviamente non possiede quella pigmentazione. Specifica inoltre che la pecora nera può essere interpretata come un animale randagio, e che quindi il titolo si possa riferire ad un randagio albino.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Web Portale Web: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Web