Alberto di Aquisgrana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alberto di Aquisgrana ((LA) Albericus o Albertus Aquensis; fine dell’XI secolo – post 1120) fu un cronachista della Prima Crociata. Era canonico e custode della chiesa di Aquisgrana.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Non si conosce altro della sua vita, tranne che fu l’autore della Historia Hierosolymitanae expeditionis, chiamata anche Chronicon Hierosolymitanum de bello sacro o Liber Christianae expeditionis pro ereptione, emundatione, restitutione sanctae Hierosolymitanae ecclesia. Un’opera in latino, costituita da dodici libri, scritta tra il 1125 ed il 1150, che inizia con l’Appello di Clermont, racconta le fortune della Prima Crociata e l’inizio della storia del Regno di Gerusalemme e termina piuttosto bruscamente nel 1121.

Era ben conosciuta durante il Medioevo, e fu largamente usata da Guglielmo, Arcivescovo di Tiro, per i primi sei libri della sua Belli sacri historia. In epoca moderna è stata accettata senza riserve per molti anni dalla maggior parte degli storici, incluso Edward Gibbon. Più recentemente, il suo valore storico è stata impugnata seriamente, ma il verdetto dei maggiori accademici sembra essere che in generale esso costituisce un registrazione veritiera degli eventi della Prima Crociata, sebbene contenga qualche materiale leggendario.

Alberto non visitò mai la Terra Santa, ma sembra aver avuto una considerevole quantità di colloqui con i crociati di ritorno dalla Terra Santa, ed aver avuto accesso ad una notevole corrispondenza.

Edizioni della Historia Ierosolimitana [modifica | modifica sorgente]

La prima edizione della cronaca fu pubblicata ad Helmstedt nel 1584; una buona edizione è in Recueil des historiens des croisades, tomo IV, Parigi 1879;

  • (DE) Albert von Aachen: Geschichte des ersten Kreuzzugs, uebersetzt und eingeleitet von Herman Hefele, 2 voll., Diederichs, Jena 1923;
  • (LAEN) Albert of Aachen, Historia Ierosolimitana, edited and translated by Susan B. Edgington (Oxford Medieval Texts), Clarendon, Oxford 2007.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • F Krebs, Zur Kritik Alberts von Aachen, Monaco 1881;
  • Heinrich von Sybel, Geschichte des ersten Kreuzzuges, Lipsia 1881;
  • M Pigeonneau, Le cycle de la croisade et de la famille de Bouillon, Parigi 1877;
  • B Kugler, Albert von Aachen, Stoccarda 1885;
  • F Vercruysse, Essai critique sur la chronique d'Albert d'Aix, Liegi 1889;
  • Susan B. Edgington, Albert of Aachen and the Chansons de Geste in John France e William G. Zajac (a cura di), The Crusades and their sources: essays presented to Bernard Hamilton, ristampa illustrata, Ashgate, 1998, pp. 23-37, ISBN 978-0-86078-624-5.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 85035063 LCCN: n2006069738