Alberto Ziveri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alberto Ziveri (Roma, 1908Roma, 1990) è stato un pittore italiano e uno dei rappresentanti della cosiddetta Scuola Romana, autore di paesaggi urbani e di scene di realismo narrativo caricato e plebeo, in cui fece uso di un chiaroscuro alla maniera settecentesca[1].

Tra le sue opere più importanti si annoverano la serie dei Notturni e delle Fermate di tram, Composizione del 1933 (olio su tavola)[2] e Postribolo del 1945 (olio su tela).[3]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Francesco Negri Arnoldi, Storia dell'Arte Moderna, Fabbri Milano 1990. Vedi anche Scheda dell'artista, su Scuolaromana.it. Consultato 26/05/2011
  2. ^ Vedi immagine su Scuolaromana.it. Consultato 26/05/2011
  3. ^ Vedi immagine su Scuolaromana.it. Consultato 26/05/2011

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • M. Fagiolo, Alberto Ziveri, Torino 1988
  • Suola Romana a Torino 1986-1989, a cura di M. Fagiolo e G. Audoli, Torino 1989
  • M. Fagiolo, F. Morelli, Ziveri, catalogo della mostra, Firenze 1989
  • V. Rivosecchi, Alberto Ziveri. Taccuini di viaggio, Roma 1990;
  • V. Rivosecchi, Piero della Francesca e il Novecento, catalogo della mostra, a cura di M.M. Lamberti e M. Fagiolo, Venezia 1991, pp. 174 –177
  • Roma sotto le stelle, catalogo della mostra. Sezione arti visive, a cura di N. Vespignani, M. Fagiolo, V. Rivosecchi, collaborazione I. Montesi, Roma 1994
  • Catalogo generale della Galleria comunale d'arte moderna e contemporanea, a cura di G. Bonasegale, Roma 1995

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]