Albert King

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo cestista, vedi Albert King (cestista).
Albert King
Albert King foto di Danilo Jans
Albert King foto di Danilo Jans
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Blues
Periodo di attività 1949-1992
Strumento chitarra, voce

Albert King, pseudonimo di Albert Nelson (Indianola, 25 aprile 1923Memphis, 21 dicembre 1992), è stato un chitarrista e cantante statunitense di blues. Albert King è considerato al tredicesimo posto nella lista dei 100 migliori chitarristi secondo Rolling Stone

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Colui che sarebbe diventato uno dei "tre Re della chitarra Blues" (insieme a B.B.King e Freddie King) nacque il 25 aprile del 1923 a Indianola, nel Mississippi.

Suo padre, catechista, abbandonò moglie e figli quando Albert aveva soltanto cinque anni. Cresciuto in una famiglia che oltre a lui comprendeva altri 12 tra fratelli e sorelle, durante la sua infanzia cantò nel coro gospel della chiesa locale.

Cominciò a suonare la chitarra quando si trasferì in una piantagione di cotone dell'Arkansas, costruendosi rudimentali strumenti a corde.

Nel 1939 gli fu regalata la sua prima chitarra con la quale, dopo il lavoro, girovagava per club e roadhouse.

Albert King al Liri Blues Festival nel 1989

La prima band con la quale cominciò a suonare fu "Yancery's Band", dove rivestiva il ruolo di chitarrista ritmico. Albert successivamente decise di formare il suo primo gruppo, "In The Groove Boys", quando si trovava a Osceola, in Arkansas, dando il via così alla sua carriera di musicista professionista.

Fu in questo momento che adottò il nome artistico di "Albert King".

Come molti altri musicisti fecero, si trasferì nel nord degli Stati Uniti in cerca di maggiori opportunità di carriera.

A Chicago suonò la batteria nel gruppo di Jimmy Reed.

La chitarra elettrica divenne però il suo strumento. In particolare la sua preferita per anni è stata una Gibson Flying V, che ha ribattezzato "Lucy".

King suonava la chitarra da mancino (con il manico rivolto a destra). Ciononostante non invertiva l'ordine delle corde nel rovesciare il proprio strumento (disponendo quindi dall'alto verso il basso Mi cantino, Si, Sol, Re, La, Mi).

Il suo particolare stile di esecuzione era caratterizzato da frequenti "bending" e da un fraseggio lento e sofferto. Fra i padri della chitarra blues, ha influenzato profondamente lo stile di numerosi musicisti successivi quali Jimi Hendrix, Eric Clapton, Gary Moore, Mike Bloomfield, Stevie Ray Vaughan, Angus Young e John Mayer

Morì il 21 dicembre 1992 a Memphis (Tennessee) a causa di un attacco cardiaco.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1962 - The Big Blues, King Records
  • 1967 - Born Under a Bad Sign, Stax Records
  • 1968 - Live Wire/Blues Power, Stax Records
  • 1969 - Years Gone By, Stax Records
  • 1969 - King Of The Blues Guitar, Atlantic Records
  • 1970 - Blues For Elvis - King Does The King's Things, Stax Records
  • 1971 - Lovejoy, Stax Records
  • 1972 - I'll Play The Blues For You, Stax Records
  • 1973 - Blues At Sunset, Stax Records
  • 1973 - Blues At Sunrise, Stax Records
  • 1974 - I Wanna Get Funky, Stax Records
  • 1974 - Montreux Festival, Stax Records
  • 1974 - The Blues Don't Change, Stax Records
  • 1974 - Funky London, Stax Records
  • 1976 - Albert, Tomato Records
  • 1976 - Truckload Of Lovin' , Tomato Records
  • 1977 - I'll Play the Blues For You, Tomato Records (con John Lee Hooker)
  • 1977 - King Albert, Tomato Records
  • 1979 - New Orleans Heat, Tomato Records
  • 1979 - Chronicle, Stax Records (with Little Milton)
  • 1983 - Crosscut Saw: Albert King In San Francisco, Stax Records
  • 1984 - I'm In A Phone Booth, Baby, Stax Records
  • 1986 - The Best Of Albert King, Stax Records
  • 1986 - The Lost Session, Stax Records (con John Mayall)
  • 1989 - Let's Have A Natural Ball, Modern Blues Recordings
  • 1989 - Live, Rhino Records
  • 1990 - Door To Door, Chess Records
  • 1990 - Wednesday Night In San Francisco, Stax Records
  • 1990 - Thursday Night in San Francisco, Stax Records
  • 1992 - Roadhouse Blues, RSP Records
  • 1999 - In Session, Stax Records (postumo, con registrazioni del 1983 con Stevie Ray Vaughan)

Controllo di autorità VIAF: 32183677 LCCN: n/83/172186

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica