Albero di Fibonacci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albero di fibonacci di altezza 5

L'Albero di Fibonacci è un albero AVL che, mantenendo il bilanciamento, ha il minor numero possibile di nodi.

Questo particolare tipo di albero prende il nome dall'omonimo matematico Leonardo Fibonacci. L'albero ha infatti le caratteristiche della famosa successione, è infatti intrinsecamente ricorsivo. Lo si evince dal fatto che qualsiasi albero di Fibonacci di altezza h può essere costruito a partire da una radice e da un sottoalbero di altezza h-2 come sottoalbero destro e h-1 come sottoalbero sinistro.

Si verifica intuitivamente e visivamente che il coefficiente di bilanciamento di ogni singolo nodo dell'albero è +1. Quindi questa categoria di alberi è quella che più si avvicina alla condizione di sbilanciamento, pur essendo ovviamente ancora bilanciato.

Lemma dell'altezza[modifica | modifica sorgente]

Enunciato[modifica | modifica sorgente]

Sia \mathcal{T}_h un albero di Fibonacci di altezza h e sia \mathit{n}_h il numero dei suoi nodi. Risulta \mathit{h} = \theta (\log n_h)

Dimostrazione[modifica | modifica sorgente]

Per la natura stessa dell'albero di Fibonacci, risulta che \mathit{n}_h = 1 + \mathit{n}_{h-1} + \mathit{n}_{h-2}

Tale enunciato ricorda molto la formula ricorsiva per il calcolo della successione di Fibonacci. Si riesce a dimostrare per induzione che \mathit{n}_h = \mathcal{F}_{h+3} - 1 dove \mathcal{F}_h rappresenta l'h-esimo elemento della successione di Fibonacci.

  • Passo base:

Il passo base è verificato banalmente, dato che \mathit{n}_0 = 1 e \mathcal{F}_3 - 1 = 2 - 1 = 1.

  • Passo induttivo:

Supponiamo che per ogni \mathit{k} < \mathit{h} si abbia che \mathit{n}_k = \mathcal{F}_{k+3} - 1 ed usando le ricorrenze relative ad n_h e ad \mathcal{F}_i si ottiene:

\mathit{n}_h= 1 + \mathit{n}_{h-1} + \mathit{n}_{h-2} = 1 + \mathcal{F}_{h+2} -1 + \mathcal{F}_{h+1} -1 = \mathcal{F}_{h+3} - 1

Inoltre una proprietà della successione di Fibonacci è che il rapporto tra due numeri della successione \lim_{h\rightarrow\infty} \frac{\mathcal{F}_{h+1}}{\mathcal{F}_{h}} si avvicina sempre più al Rapporto Aureo \phi = \frac{(1 + \sqrt{5})}{2} \approx 1,61803... e si dimostra che \mathcal{F}_h = \frac{\phi^h-(1-\phi)^h}{\sqrt{5}}= \frac{\phi^h-(-\phi)^{-h}}{\sqrt{5}} = \theta(\phi^h) .

L'altezza dell'albero e il numero dei nodi sono quindi legati esponenzialmente, ragion per cui si ottiene h = \Theta(\log \ n_h) , in dettaglio un albero di Fibonacci con  n_h nodi ha altezza < 1,44 \ \log (n_h+2)-0,328

Considerazioni[modifica | modifica sorgente]

Il lemma precedente permette anche di dimostrare che l'altezza di qualsiasi albero AVL è funzione logaritmica del numero dei nodi.