Alberich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il nome proprio, vedi Alberico.
Alberich visto da Arthur Rackham.

Alberich (in Italiano "Alberico") è un nano dotato di poteri magici appartenente alla mitologia e delle saghe epiche franco merovinge nate intorno al V-VIII secolo dopo Cristo. Il nome significa letteralmente re degli elfi, ma è conosciuto anche come re dei nani. Possiede la capacità di rendersi invisibile grazie ad un cappuccio fatato (nel Canto dei Nibelunghi) o ad un elmo creato dal fratello Mime (nel ciclo de "L'Anello del Nibelungo").

Nel poema La canzone dei Nibelunghi egli è un nano che protegge il tesoro dei Nibelunghi e che viene sopraffatto da Sigfrido.

Nel ciclo di opere di Wagner L'anello del Nibelungo, Alberich è il re dei nibelunghi, una razza di nani, ed è l'antagonista principale. Il personaggio di Wagner è basato principalmente su La canzone dei Nibelunghi e su Andvari della mitologia norrena.

Alcuni studiosi ritengono che alcuni personaggi come Oberon e Elegast possano essere ispirati ad Alberich.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]