Albakiara - Il film

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albakiara - Il film
Albakiara.jpg
Locandina originale del film
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 2008
Durata 93 min
Colore colore
Audio dolby digital 5.1
Rapporto 16:9
Genere commedia
Regia Stefano Salvati
Soggetto Stefano Salvati
Sceneggiatura Stefano Salvati, Carlo Lucarelli
Produttore Francesco Melzi d'Eril, Alessandro Usai, Lorenzo Miglioli, Pier Luigi Corvi Mora
Produttore esecutivo Marco Sermenghi, Minnie Ferrara
Casa di produzione Mikado Film, PixelDna
Distribuzione (Italia) Mikado Film
Fotografia Maurizio Calvesi, Gigi Martinucci
Montaggio Paolo Marzoni, Fabio Trebbi
Effetti speciali Proxima
Musiche Gaetano Curreri, Frank Nemola
Tema musicale le canzoni di Vasco Rossi
Scenografia Paola Zamagni
Costumi Giuseppe Ricciardi
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

Albakiara - Il film è un film del 2008 diretto da Stefano Salvati, sceneggiato insieme a Carlo Lucarelli e girato a Bologna. In Italia la pellicola è stata vietata ai minori di 14 anni.

Il titolo della pellicola è in riferimento al celebre brano di Vasco Rossi Albachiara (1979).

Il film è distribuito in Italia dalla Mikado Film. La distribuzione internazionale (al momento in Giappone, Taiwan e Corea) è stata affidata alla Wide Management.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Un'operazione antidroga, un carico enorme di cocaina e un ispettore di Polizia corrotto che si trova alle prese con l'occasione della sua vita: passare la soglia e diventare ricco grazie a quel carico. La partita di droga viene nascosta nel magazzino del negozio di alimentari dello zio della protagonista femminile, sito vicino a una scuola superiore, dove dei ragazzi che sanno bene cosa sono droga, alcool e sesso si incontrano e vivono le loro vicende. Protagonisti sono Chiara, un'adolescente dolce e frivola, e il suo ragazzo Nico, uno studente universitario che si mantiene facendo il disc jockey e riprendendosi mentre ha rapporti sessuali con coetanee per mettere le sue performance su siti a pagamento. I ragazzi casualmente scoprono la droga nascosta e decidono anche loro di farne commercio; l'inesperienza e l'ingenuità li metteranno in una situazione ben più grande di loro.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Tra la colonna sonora del film vi sono le canzoni:

Doppiaggio italiano[modifica | modifica sorgente]

La direzione del doppiaggio del film è stata affidata a Rodolfo Bianchi.

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Il film è uscito nelle sale italiane il 24 ottobre 2008, debuttando al 7º posto in classifica con 449 561 di incasso[1]. Al 9 novembre 2008, gli incassi del film hanno raggiunto gli 811 000 totali[2], un risultato inferiore alle aspettative.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Oltre al pesante flop al botteghino, il film ha ottennuto anche stroncature e giudizi negativi sia dalla critica che dal pubblico. Tra questi:[3]

« Distribuito da Mikado, una società che vanta la diffusione di importanti film di qualità, «Albakiara» è un film brutto e irritante con una volgare parata di belle ragazze (potenziali letterine e veline) che si esibiscono perfino in una gara di sesso orale, un’insopportabile finta trasgressione e una storia sconclusionata. »
« Lei (Laura Gigante) è un'incolta vanesia, il fidanzato di lei vende immagini delle proprie performance sessuali, il bidello di scuola vende droghe anziché merendine, le scene di sesso sono spinte, la generazione dei protagonisti è apparentemente perduta e corrotta. Vantaggio deciso: il film è esattamente l’opposto di quelli con Vaporidis»
« Albakiara è la dimostrazione che al peggio non c’è mai limite. Fondato sul pubblicitario riferimento alla (quasi) omonima canzone di Vasco Rossi - infatti il tambureggiamento vorrebbe imporre il pessimo film come un “caso”, anzi un “evento” - in realtà se ne discosta molto nel tratteggiare la figura della ragazza protagonista. Una faccetta d’ angelo dalla strascicata pronuncia emiliana zuccona ignorante a scuola e fuori, ingannatrice, che si fa e spaccia a tutto andare, e si vanta delle “serate gangster” che la vedono zoccoleggiare senza ritegno. »
« Ha fiuto papà Vasco: avrebbe voluto un futuro da avvocato per il ventiduenne figlio Davide. Che invece ha scelto la via del cinema. Tuffandosi, come interprete, in film sempre più brutti, come l’inguardabile Albakiara, diretto da tale Stefano Salvati, autore in società con Carlo Lucarelli di una sceneggiatura da camicia di forza. Dove convivono faticosamente poliziesco e commedia. Una feroce violenza (unghie strappate con le tenaglie e pistolettate in mezzo agli occhi) ammorbidita dalle parentesi rosa (con il trionfo del sesso orale: il record, forse mondiale, è di nove incontri in mezz’ora). »
« Vietato ai minori di anni 14, l’esordio nel lungometraggio del regista di spot e clip Salvati non fa sconti. Deforma il titolo della citata canzone e si basa su oltre 800 interviste rilasciate dalla cosiddetta generazione K. Ma, apprezzate le intenzioni, resta un film su cui pesano scelte imbarazzanti. Attori improbabili, accozzaglia indigeribile di registri, comicità involontaria, dialoghi fastidiosi. »
« "AlbaKiara" risulta essere un film sconclusionato, inconcludente e profondamente offensivo: non solo per i giovani, cui il film è pericolosamente diretto, o per le persone più adulte abituate a ben altri tipo di "spettacoli", ma soprattutto per il cinema italiano. »
« Albakiara vorrebbe avere una trama, ma è sviluppata malissimo e sceneggiatura e scenografia probabilmente sono state scritte e ideate da un apicoltore birmano sotto Toradol. Sugli effetti speciali che sembrano fatti con Paint e piazzati a casaccio, stenderei invece un velo pietoso. Intendiamoci, però: non voglio dire che Albakiara come film fa schifo. Ma solo ed esclusivamente perché mi querelerebbe lo schifo. »

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ FilmUP - Cinema / Box Office Italia / Week-end: dal 24 al 26 ottobre 2008
  2. ^ Albakiara - MYmovies
  3. ^ Albakiara: i commenti della critica
  4. ^ Albakiara - La recensione di FilmTv | Film.tv.it
  5. ^ FilmUP - Recensione: Albakiara - Il film
  6. ^ Albakiara, il film di denuncia (o da denuncia) che parla degli adolescenti che hanno i problemi

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema