Aladdin (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aladdin
serie TV cartone
Titolo orig. Aladdin
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Studio The Walt Disney Company
Reti CBS, Toon Disney
1ª TV 5 settembre 1994 – 9 marzo 1996
Episodi 86 (completa)
Durata ep. 22 min
Reti it. Rai 1, Rai 2, Disney Channel, Toon Disney
1ª TV it. 1995
Episodi it. 86 (completa)
Doppiaggio it.

Aladdin è un cartone animato basato sull'omonimo film del 1992, prodotto anch'esso dalla Disney e andato in onda a partire dal 1994.

La serie mantiene gli stessi personaggi e ambientazioni, e si colloca cronologicamente dopo la pellicola originale e il sequel, Il ritorno di Jafar, del 1994.

In Italia gli episodi sono apparsi per la prima volta sulle reti Rai, il sabato pomeriggio su Rai 1, e la domenica mattina su Rai 2, all'interno di contenitori come Disney Club.

La sigla del cartone s'intitola Le notti d'oriente (Arabian Nights), composta da Howard Ashman, che faceva già parte della colonna sonora del film originale (in quell'occasione era cantata da Bruce Adler).

Fino ad oggi non ci sono ancora stati comunicati ufficiali da parte della Disney per l'uscita della serie in DVD. Vi è stata solo un'unica uscità in VHS datata febbraio 2002 intitolata "Aladdin & Jasmine-Amore al Chiaro di Luna" e che include due episodi della serie: "Prigioniera della Luna" e " Un amore cosmico". Tuttavia alcuni episodi sono stati pubblicati negli anni novanta in parte delle videocassette "Disney Video Family" allegate ai quotidiani del Corriere della Sera.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Aladdin (serie televisiva).

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

In Italia, Il doppiaggio è stato realizzato dalla Royfilm, diretto da Renzo Stacchi e Luigi Calabrò, con dialoghi a cura di Andrea De Leonardis, Giorgio Tausani e Massimo Corvo.

Nella versione originale sono state mantenute alcune delle voci dei protagonisti del film, tranne per il ruolo del Genio, doppiato da Dan Castellaneta anziché Robin Williams; lo stesso è accaduto in Italia, dove Roberto Pedicini ha sostituito Gigi Proietti, mentre il resto del cast è rimasto invariato.

Nome personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Aladdin Scott Weinger Massimiliano Alto
Genio Dan Castellaneta Roberto Pedicini
Iago Gilbert Gottfried Marco Bresciani
Abù Frank Welker originale
Jasmine Linda Larkin Manuela Cenciarelli
Sultano Val Bettin Gianni Vagliani
Razoul/Narratore dell'episodio 74 Jim Cummings Michele Kalamera
Abis Mal Jason Alexander Renzo Stacchi
Haroud James Avery Carlo Marini
Mekanikos Charlie Adler Oliviero Dinelli
Sadira Kellie Martin Laura Boccanera
Mozenrath Jonathan Brandis Fabio Boccanera
Xerxes Frank Welker
Nephir René Auberjonois Mino Caprio
Mirage Bebe Neuwirth Cristina Grado
Ayam Aghoul Hamilton Camp Leslie James La Penna
Amin Damoola Jeff Bennett Luigi Ferraro
Mino Caprio
Wazoo Jim Cummings Fabrizio Mazzotta
Sultano Pasta Al-Dente Stuart Pankin Vittorio Battarra
Uncouthma Tino Insana Renzo Stacchi
Eden Debi Derryberry Laura Boccanera
Dhandi Debi Derryberry Maura Cenciarelli
Zondra Candi Milo Paola Tedesco
Fazoul Christian Iansante
Chubs Massimo Gentile
Sciamano Glauco Onorato
Murk Dorian Harewood Bruno Alessandro
Muktar John Kassir Massimo Corvo
Mago Ding Vittorio Guerrieri
Sorella di Ding Roberta Greganti
Bobolonius Mario Milita

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Aladdin (serie televisiva).

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Jafar non appare ma viene menzionato in alcuni episodi.
  • Nel quarto episodio della seconda stagione, L'oro dei poveri, Iago si tuffa in della polvere d'oro dicendo "Amo l'oro, mi piace farci buche in mezzo come una talpa, nuotarci come un delfino e lanciarlo in aria e lasciare che mi ricada sulla testa"; sono le stesse parole pronunciate da Zio Paperone nella biografia a lui dedicata da Don Rosa.
  • La pietra del destino è l'unico episodio ad essere diviso in due parti.
  • Nel diciannovesimo episodio della seconda stagione, Quando arriva il "caos" c'è un omaggio a Douglas Adams e alla sua "Guida Galattica per Autostoppisti"; il gatto Caos trasforma due ospiti di una cena al palazzo del sultano in una balena e un vaso di fiori. Nello stesso episodio, Caos trasforma la testa di Iago in quella di un essere umano. Il suo volto diviene una caricatura del suo doppiatore originale: Gilbert Gottfried.
  • Il principe Uncouthma, il capitano Murk, Sadira e alcuni altri personaggi incontrati compaiono alla fine del film: "Aladdin e il re dei ladri", fra gli invitati al matrimonio di Aladdin e Jasmine.
  • Nel ventiquattresimo episodio, "Il signore dei venti" non appare Aladdin, mentre Jasmine è assente in alcuni episodi, e Iago in due.
  • Ayam Aghoul può essere un riferimento ai Ghoul, un tipo di Jinn che si nutre dei cadaveri.

VHS[modifica | modifica sorgente]

Negli Stati Uniti il serie è stato distribuito sul mercato VHS in otto edizioni, mentre uno è stato distribuito in Italia:

  • Aladdin to the Rescue - Il giorno del morto vivente; La regina della pioggia
  • Genie in a Jar - L'occhio del profeta; Il popolo del fango
  • Treasures of Doom - Un talento incompreso; L'uomo di latta
  • Magic Makers - La città abbandonata; La terra delle sabbie d'oro
  • Creatures of Invention - Insetti meccanici; I cavalieri del destino
  • Aladdin & Jasmine - Amore al Chiaro di Luna - Prigioniera della Luna; Un amore cosmico
  • Fearless Friends - Abù il grande eroe; Il morso del rocciadrago
  • Team Genie - La pillola di Makkhanà; Caccia al genio

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]