Aladdin (serie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aladdin
serie TV cartone
No immagini.png
Titolo originale Aladdin
Studio The Walt Disney Company
Reti
1ª TV 5 settembre 1994 – 9 marzo 1996
Episodi 86 (completa)
Durata ep. 22 min
Reti italiane
1ª TV it. 1995
Episodi it. 86 (completa)

Aladdin è un cartone animato basato sull'omonimo film del 1992, prodotto anch'esso dalla Disney e andato in onda a partire dal 1994.

La serie mantiene gli stessi personaggi e ambientazioni, e si colloca cronologicamente dopo la pellicola originale e il sequel, Il ritorno di Jafar, del 1994.

In Italia gli episodi sono apparsi per la prima volta sulle reti Rai, il sabato pomeriggio su Rai 1, e la domenica mattina su Rai 2, all'interno di contenitori come Disney Club.

La sigla del cartone s'intitola Le notti d'oriente (Arabian Nights), composta da Howard Ashman, che faceva già parte della colonna sonora del film originale (in quell'occasione era cantata da Bruce Adler).

Fino ad oggi non ci sono ancora stati comunicati ufficiali da parte della Disney per l'uscita della serie in DVD. Vi è stata solo un'unica uscità in VHS datata febbraio 2002 intitolata "Aladdin & Jasmine-Amore al Chiaro di Luna" e che include due episodi della serie: "Prigioniera della Luna" e " Un amore cosmico".

Personaggi Principali[modifica | modifica sorgente]

  • Aladdin: Il protagonista, da ladruncolo straccione ha fatto strada ed diventato il più grande eroe di Agrabah, nobile e generoso, sempre pronto a risolvere i problemi che affliggono la città o i sette deserti.
  • Genio: Liberato dalla maledizione della lampada, i suoi poteri sono ora solo una frazione di quello che erano in passato, ma è sempre pronto ad aiutare il suo ex-padrone, che ora considera il proprio migliore amico. S'innamorerà della geniessa Eden.
  • Jasmine: Principessa di Agrabah nonché fidanzata di Aladdin, sempre decisa a seguirlo in ogni sua impresa per difendere Agrabah.
  • Abù: L'inseparabile scimmia di Aladdin, viene spesso trascinato da Iago in folli ricerche di tesori o in disastri generici. Prima di conoscere Aladdin, rubava insieme a tre truffatori.
  • Iago: Un tempo aiutante del malefico Jafar, nonostante sia ora redento, non ha perso la vena maliziosa, venale ed egoista che lo caratterizza. Si mostra sempre pronto ad andare alla ricerca di antichi tesori, lasciando però che siano i suoi compagni a faticare e rischiare la vita al suo posto. S'innamorerà di Zondra, la Regina della Pioggia.
  • Il Tappeto Volante: Ben più di un semplice mezzo di trasporto, si tratta di un essere dotato di una spiccata intelligenza e dei sentimenti propri. È un compagno indispensabile per Aladdin, del quale il ragazzo di fida cecamente.
  • Sultano: L'apparentemente mite ed impacciato governante di Agrabah, rivelerà, spesso, doti nascoste ed un passato da intrepido avventuriero.
  • Razoul: Il burbero comandante delle guardie, non ha perso la sua naturale avversione per Aladdin, ma a suo malgrado sarà costretto a collaborare più volte con lui per salvare Agrabah.
  • Abis Mal: Temuto predone del deserto ed ex-padrone del genio Jafar. Si dimostra piuttosto scarso d'intelletto, goffo ed infantile. Sempre in cerca di nuovi modi per arricchirsi, più avanti, nella serie, arriva ad allargare le sue ambizioni, deciso a divenire il signore di tutta Agrabah.
  • Haroud: Fedele braccio destro di Abis Mal. Dimostra di essere decisamente più saggio e assennato del suo padrone ed è spesso lui ad avere le felici intuizioni per i loro piani, tuttavia il suo ruolo di subalterno non gli permette di minare l'incompetenza di Abis Mal.
  • Mekanikos: Folle scienziato greco ossessivo-compulsivo, è un genio dell'ingegneria e della meccanica, capace di creare pericolosi automi, perlopiù con sembianze di insetti giganti o anche microscopici. Ha lo svantaggio di essere Rupofobico e questo permette ad Aladdin di sventare i suoi piani. E in un episodio collaborerà con Abis Mal.
  • Sadira: Ladruncola di strada, innamorata di Aladdin. Vedendosi respinta, decide di fare qualunque cosa per conquistarlo. L'occasione le viene data quando, caduta accidentalmente in un misteriosa grotta, entra in possesso di alcune formule magiche appartenute alle leggendarie Streghe delle Sabbie. Forte di questi nuovi poteri, li adopera in ogni modo per far innamorare di lei Aladdin. Infine si rassegnerà, divenendo anche amica di Jasmine.
  • Mozenrath: Uno degli antagonisti principali. Potente stregone, regnante della Terra delle Sabbie Nere. Nonostante sia coetaneo di Aladdin, ha già acquisito un potere paragonabile se non superiore a quello del terribile e infido Jafar. Mira a conquistare i sette deserti e distruggere per sempre l'odiato Aladdin, il maggiore ostacolo ai suoi piani, ma viene sconfitto sempre più volte da Aladdin e i suoi amici, perdendo il guanto dai poteri malefici.
  • Xerxes:
  • Nefir: Un diavoletto (Imp in originale), particolarmente infido ed avido, nemico giurato del Genio (i geni hanno una vera e propria avversione verso queste creature). Comanda una banda di diavoletti ed è sempre in cerca di nuovi modi per arricchirsi a spese deg'altri. Arriverà addirittura a scatenare una guerra tra Agrabah e la terra di Odiferus per accaparrarsi il mercato degl'armamenti.
  • Uncouthma: Principe del popolo barbaro degli odiferunni, nella lontana terra di Odiferus. Si presenta per la prima volta a palazzo, per chiedere la mano di Jasmine, in quanto pretendente ritardatario, in quest'occasione Jasmine si servirà di lui per far ingelosire Aladdin. Rassegnatosi dopo il rifiuto della principessa, troverà l'amore con la bella Brunilde, robusta donna, abitante delle sue terre, che sposerà. Diverrà un grande amico di Aladdin e un alleato di Agrabah.
  • Murk: Il rude e gigantesco capitano di una nave capace di solcare in volo le dune Conduce da anni una caccia ossessiva al mostrouso squalo delle sabbie, una creatura in grado di nuotare nel deserto. Il personaggio è un ovvio riferimento al Capitano Achab del romanzo Moby Dick.
  • Mirage: Perfida strega con sembianze feline, dai diabolici ed intriganti poteri. Mira a distruggere Aladdin e spezzarlo, sia nel corpo che nello spirito, poiché rappresenta tutti valori che costituiscono l'antitesi del male di cui lei si ritiene la perfetta incarnazione.
  • Ayam Aghoul: Uno stregone non morto. Si autoproclama: "Il duca dei morti viventi". Dopo aver forzato una potente maga a divenire sua sposa, quest'ultima, per punirlo, lo imprigionò per sempre nel regno dei morti. Tenta più volte di fuggire servendosi di Aladdin ed i suoi amici, per poi volgere le sue attenzioni sulla conquista del mondo dei vivi, ma ogni suo tentativo fallisce e Aghoul finisce sempre per essere ricacciato nell'aldilà.
  • Amin Damoola: Antagonista minore. Si tratta di un diabolico ma sfortunato malvivente di Agrabah. È lo zimbello della corporazione dei ladri, i quali lo hanno soprannominato "dita di burro", per la sua goffaggine. Più volte si lancia in furti efferati ed escogita piani fantasiosi, venendo sempre fermato da Aladdin e i suoi amici.
  • Eden: la versione femminile del genio per via della sua indole eccentrica e spassosa, ovviamente anche lei innamorata del Genio, è diventata la geniessa di un'orfana di nome Dhandhi che ha sfregato la bottiglia in cui era rinchiusa.
  • Dhandi:
  • Zondra:
  • Fazoul:
  • Chubs:
  • Muktar:

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

In Italia, Il doppiaggio è stato realizzato dalla Royfilm, diretto da Renzo Stacchi e Luigi Calabrò, con dialoghi a cura di Andrea De Leonardis, Giorgio Tausani e Massimo Corvo.

Nella versione originale sono state mantenute alcune delle voci dei protagonisti del film, tranne per il ruolo del Genio, doppiato da Dan Castellaneta anziché Robin Williams; lo stesso è accaduto in Italia, dove Roberto Pedicini ha sostituito Gigi Proietti, mentre il resto del cast è rimasto invariato.

Nome personaggio Doppiatore originale Doppiatore italiano
Aladdin Scott Weinger Massimiliano Alto
Genio Dan Castellaneta Roberto Pedicini
Iago Gilbert Gottfried Marco Bresciani
Abù Frank Welker originale
Jasmine Linda Larkin Manuela Cenciarelli
Sultano Val Bettin Gianni Vagliani
Razoul/Narratore dell'episodio 74 Jim Cummings Michele Kalamera
Abis Mal Jason Alexander Renzo Stacchi
Haroud James Avery Carlo Marini
Mekanikos Charlie Adler Oliviero Dinelli
Sadira Kellie Martin Laura Boccanera
Mozenrath Jonathan Brandis Fabio Boccanera
Xerxes Frank Welker
Nephir Rene Auberjonois Mino Caprio
Mirage Bebe Neuwirth Cristina Grado
Ayam Aghoul Hamilton Camp Leslie James La Penna
Amin Damoola Jeff Bennett Luigi Ferraro
Wazoo Jim Cummings Fabrizio Mazzotta
Sultano Pasta Al-Dente Stuart Pankin Vittorio Battarra
Uncouthma Tino Insana Renzo Stacchi
Eden Debi Derryberry Laura Boccanera
Dhandi Debi Derryberry Maura Cenciarelli
Zondra Candi Milo Paola Tedesco
Fazoul Christian Iansante
Chubs Massimo Gentile
Sciamano Glauco Onorato
Murk Dorian Harewood Bruno Alessandro
Muktar John Kassir Massimo Corvo
Mago Ding Vittorio Guerrieri
Sorella di Ding Roberta Greganti
Bobolonius Mario Milita

Episodi[modifica | modifica sorgente]

La serie si compone di 3 stagioni, per un totale di 86 episodi.

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

  1. Le magiche penne di Petra
  2. Le lune di re Mamoud
  3. Un talento incompreso
  4. I bassifondi di Agrabah
  5. La città abbandonata
  6. Insetti meccanici
  7. Il demone del fumo
  8. Il tesoro più prezioso
  9. Abù il grande eroe
  10. L'uomo di latta
  11. Un amore cosmico
  12. La città nascosta
  13. Il popolo del fango
  14. Il mostro del triangolo di Nettuno
  15. Un amore impossibile
  16. Il genio alla riscossa
  17. La regina della pioggia
  18. La rosa dell'oblio
  19. Il piccolo Squirt
  20. Un incantesimo quasi perfetto
  21. Il giorno della fondazione
  22. Prigioniera della Luna
  23. Le pietre dell'umore
  24. Il signore dei venti
  25. Don Chisciotte
  26. Il morso del rocciadrago
  27. Il castello ghiacciato
  28. Il dragone di Pei-Ling
  29. Abis Mal l'invincibile
  30. Una sirena ad Agrabah
  31. Lo spirito dei vulcani
  32. Che vinca il migliore
  33. L'abominevole uomo delle nevi
  34. Il regno degli animali

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

  1. Genio per un giorno
  2. I cavalieri del destino
  3. La terra delle sabbie d'oro
  4. L'oro dei poveri
  5. Il cristallo di Ixtalah
  6. Chi ha paura dei gatti di fuoco
  7. Le sette facce del genio
  8. Il ritorno di Mozenrath
  9. Un eroe quasi perfetto
  10. Missione impossibile
  11. Barbare usanze
  12. Un brutto miraggio
  13. Ritorno ad Odiferus
  14. Il mercante di armi
  15. La notte dei fangaddi
  16. L'uovo di grifone
  17. Lo stregone senza testa
  18. Mekanikos il distruttore
  19. Quando arriva il "caos"
  20. La prodigiosa armatura
  21. La statua smarrita
  22. Sabbia nera
  23. Un bel gioco dura poco
  24. La rivincita di Iago
  25. La perduta Città del Sole
  26. Ritorno dal Mondo del Non-Ritorno
  27. La pietra del destino (prima parte)
  28. La pietra del destino (seconda parte)
  29. Il rivale
  30. Un temibile avversario
  31. Il ritorno di Malcho
  32. Lo squalo d'oro

Terza Stagione[modifica | modifica sorgente]

  1. La pillola di Makkhanà
  2. L'occhio del profeta
  3. Il principe Uncouthma
  4. Lo sciamano
  5. Il giorno del morto vivente
  6. L'eroe dalle mille piume
  7. Le streghe della sabbia
  8. La vipera nera
  9. Mai sottovalutare il sultano
  10. Caccia al genio
  11. La stirpe degli el-katib
  12. Con la forza dell'amore
  13. La preda
  14. I cavalieri di Ramond
  15. Il libro di Khartoum
  16. L'incantesimo sulla città
  17. Spirito maligno cerca casa
  18. Il giorno del giudizio
  19. Le ombre viventi
  20. Il grande Molok

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Nel quarto episodio della seconda stagione, L'oro dei poveri, Iago si tuffa in della polvere d'oro dicendo "Amo l'oro, mi piace farci buche in mezzo come una talpa, nuotarci come un delfino e lanciarlo in aria e lasciare che mi ricada sulla testa"; sono le stesse parole pronunciate da Zio Paperone nella biografia a lui dedicata da Don Rosa.
  • La pietra del destino è l'unico episodio ad essere diviso in due parti.
  • Nel diciannovesimo episodio della seconda stagione, Quando arriva il "caos" c'è un omaggio a Douglas Adams e alla sua "Guida Galattica per Autostoppisti"; il gatto Caos trasforma due ospiti di una cena al palazzo del sultano in una balena e un vaso di fiori. Nello stesso episodio, Caos trasforma la testa di Iago in quella di un essere umano. Il suo volto diviene una caricatura del suo doppiatore originale: Gilbert Gottfried.
  • Il principe Uncouthma, il capitano Murk, Sadira e alcuni altri personaggi incontrati compaiono alla fine del film: "Aladdin e il re dei ladri", fra gli invitati al matrimonio di Aladdin e Jasmine.
  • Nel ventiquattresimo episodio, "Il signore dei venti" non appare Aladdin, mentre Jasmine è assente in alcuni episodi, e Iago in due.
  • Ayam Aghoul può essere un riferimento ai Ghoul, un tipo di Jinn che si nutre dei cadaveri.

VHS[modifica | modifica sorgente]

Negli Stati Uniti il serie è stato distribuito sul mercato VHS in otto edizioni, mentre uno è stato distribuito in Italia:

  • Aladdin to the Rescue - Il giorno del morto vivente; La regina della pioggia
  • Genie in a Jar - L'occhio del profeta; Il popolo del fango
  • Treasures of Doom - Un talento incompreso; L'uomo di latta
  • Magic Makers - La città abbandonata; La terra delle sabbie d'oro
  • Creatures of Invention - Insetti meccanici; I cavalieri del destino
  • Aladdin & Jasmine - Amore al Chiaro di Luna - Prigioniera della Luna; Un amore cosmico
  • Fearless Friends - Abù il grande eroe; Il morso del rocciadrago
  • Team Genie - La pillola di Makkhanà; Caccia al genio

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]