Al-Jama'at al-Tawhid wa al-Jihad

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

ā

Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

L'organizzazione al-Jamāʿat al-Tawḥīd wa al-Jihād in arabo: جماعة التوحيد والجهاد, diventato poi al-Qāʿida in Iraq in arabo: القاعدة في العراق è un'espressione utilizzata dai mezzi di comunicazione di massa per descrivere il gruppo che fa parte della costellazione fondamentalista militante in Iraq.

Approfondimento

Il termine tawhid si richiama al concetto dell'Unità e dell'Unicità di Allah.
Quello di jihad si richiama invece all'accezione secondaria dell'"impegno [bellico] sulla strada di Dio".

Il gruppo è stato a lungo guidato da Abū Muṣʿab al-Zarqāwī fino alla sua morte nel 2006. Fino all'aprile 2010 fu diretto da Abū Ḥamza al-Muhājir (alias Abū Ayyūb al-Maṣrī) e da Ḥāmid Dāwūd Muḥammad Khalīl al-Zāwī, alias Abū ʿOmar al-Baghdādī. Attualmente, il capo di al-Qāʿida in Iraq è Abū Bakr al-Baghdādī al-Ḥusaynī al-Qurashī.

Il gruppo al-Qāʿida in Iraq sarebbe la nuova denominazione della precedente organizzazione di al-Zarqāwī, la al-Jamāʿat al-Tawḥīd wa l-Jihād. A partire dalla sua dichiarazione ufficiale di adesione alla rete terroristica di Osama Bin Laden (al-Qāʿida), nell'ottobre del 2004, il gruppo identifica se stesso col nome di Tanẓīm qāʿidat al-jihād fī bilād al-rāfidayn (in arabo: ﺗﻨﻈﻴﻢ قاعدة الجهاد في بلاد الرافدين , ossia "Organizzazione di al-Qāʿida per il jihad nel paese dei due fiumi"[1]).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ L'espressione araba al-Rāfidayn è l'equivalente arabo del greco Mesopotamia, la terra cioè che giace fra i fiumi Tigri ed Eufrate.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]