Al-Issawiya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Al-ʿĪssawiya (ma, più correttamente, al-ʿĪsawiyya, in arabo: العيسوية) è un villaggio palestinese vicino Gerusalemme est.

Situato sul Monte Scopus, è stato una zona smilitarizzata all'interno del territorio giordano.[1]

Nel 2006 aveva una popolazione di 12.000 abitanti. Insieme con Shuʿafā e il campo-profughi di Shuʿafā, al-‘Īsawiyya copre una superficie di 15.489 dunum.[2]

Al-ʿĪsawiyya è stata occupata da parte dell'esercito israeliano durante la guerra dei sei giorni nel 1967, insieme con il resto di Gerusalemme est. Il villaggio è sotto la giurisdizione del comune di Gerusalemme, ma i residenti hanno il diritto di voto nelle elezioni indetta dall'Autorità Nazionale Palestinese.

Nel settembre 1980 le autorità israeliane hanno chiuso tre pozzi di al-ʿĪsawiyya, che erano stati utilizzati per l'irrigazione dei terreni agricoli.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Report of the Firing Incident of 26 May 1958 on Mount Scopus UN Doc S/4030 17 June 1958
  2. ^ Israel expands an Army Military Base East of Al 'Isawiya village Applied Research Institute - Jerusalem. 2007-07-05.
  3. ^ POICA

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]