al-Hoseyma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Al-Ḥoseyma
città
الحسيمة
Al-Ḥoseyma – Veduta
Localizzazione
Stato Marocco Marocco
Regione Taza-Al Hoceima-Taounate
Provincia o prefettura Al Hoceyma
Amministrazione
Sindaco Fatima Saadi (Partito dell'Autenticità e della Modernità) dal 2009
Territorio
Coordinate 35°15′N 3°56′W / 35.25°N 3.933333°W35.25; -3.933333 (Al-Ḥoseyma)Coordinate: 35°15′N 3°56′W / 35.25°N 3.933333°W35.25; -3.933333 (Al-Ḥoseyma)
Altitudine 37 m s.l.m.
Abitanti 59 357 (2004)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+0
Cartografia
Mappa di localizzazione: Marocco
Al-Ḥoseyma
Sito istituzionale

Al-Ḥoseyma (in arabo: الحسيمة), chiamata dai suoi abitanti Biya (Alhucemas in spagnolo e Al Hoceima in francese, per antico retaggio colonialistico) è un porto e una cittadina marocchina nel Mediterraneo ed è una delle principali città della regione marocchina del Rif. È la capitale della regione Taza-Al Hoceima-Taounate. Al-Ḥoseyma si trova nelle vicinanze di Ajdir, la città in cui nacque il leader guerrigliero ʿAbd al-Karīm al-Khaṭṭābī (Abd el-Krim). È situata nel territorio della tribù berbera Ait Wayagher del Rīf, che parla la lingua rifegna.

Lhusima, come la città è chiamata dai berberi, si trova vicino Ajdir, la città dove ʿAbd al-Karīm al-Khaṭṭābī, capo della resistenza ai colonialisti franco-spagnoli, è stato sostenuto da molti abitanti della zona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Berberi resistettero fieramente sia alle incursioni degli spagnoli, sia a quelle dei francesi in Marocco. Tuttavia i Berberi non riuscirono a consolidare il loro potere, a causa del loro endemico tribalismo e delle loro ataviche contrapposizioni. La Grande Rivolta del 1912 contro il dominio francese fu un completo fallimento, a causa dell'effimera durata delle alleanze intertribali.

Un solo "signore tribale della guerra", Muḥammad ʿAbd el-Krīm, divenne capo dei Berberi nel Rīf. Essendo riuscito a creare una struttura unificata di comando, Muḥammad ʿAbd el-Krīm respinse gli spagnoli ai loro avamposti costieri, poi cominciò ad attaccare le forze francesi, nel tentativo di creare uno Stato indipendente con una sua organizzazione formale amministrativa e militare.

Alla fine del 1925, i francesi e gli spagnoli crearono una forza congiunta d'intervento di circa mezzo milione di uomini, con centinaia di carri armati e aeroplani. Essi attaccarono i territori della neo-costituita repubblica fra cui al-Ḥoseyma, allora nota col nome di Villa Sanjurjo, così chiamata a causa del generale che sbarcò qui durante la rivolta del Rif che fu condotta dal patriota ʿAbd al-Karīm al-Khaṭṭābī contro il colonialismo spagnolo e francese in Nordafrica, sottoponendoli a massicci bombardamenti, mentre gli spagnoli fecero anche uso di armi chimiche di fabbricazione germanica. La Repubblica del Rif non aveva la minima possibilità di resistere e collassò nel maggio del 1926.

Gruppi di intellettuali francesi denunciarono lo smaccato imperialismo delle classi di governo, mentre analoghe manifestazioni non si ebbero in Spagna.

Elementi guerriglieri degli abitanti del Rif proseguirono nelle loro azioni militari fino al 1927.

Altri dati[modifica | modifica wikitesto]

La città e i villaggi circostanti sono stati colpiti da 2 terremoti moderati negli ultimi dieci anni, il primo di magnitudo 6,0 della Scala Richter il 26 maggio 1994 e di magnitudine 6,4 il 24 febbraio 2004, nel corso del quale più di 560 persone sono morte. La città fino ai primi anni '90 era frequentata da molti turisti a causa dell'hashish (localmente chiamato kif, lett. "narcotico") che vi si coltivava, ufficialmente per uso medico, nella discreta tolleranza assicurata dal governo, in considerazione dell'estrema povertà della popolazione.

A Lhusima ci sono molti traghetti che partono durante la settimana per Almeria, in Spagna.

Città gemellate[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]