al-Abwāʾ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Al-Abwāʾ (in arabo: الابواء) è un villaggio nei pressi di Rabigh, lungo la costa occidentale dell'Arabia Saudita. Maometto vi entrò prima della battaglia di Badr, nel 624, secondo anno dell'Egira.

Le fonti islamiche sunnite affermano che ad al-Abwāʾ fosse stata inumata Amina bint Wahb, madre del Profeta e che fu qui che abbracciò l'Islam Abu Sufyan ibn al-Harith.[1]

Gli sciiti ismailiti sostengono che fu qui che nacque Musa al-Kazim, figlio del 6° Imam Ja'far al-Sadiq.[2][3]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Abu Sufyan ibn al-Harith su MSA West Compendium of Muslim Texts
  2. ^ A Brief History of The Fourteen Infallibles, Qum, Ansariyan Publications, 2004, p. 131, ISBN 964-438-127-0.
  3. ^ Hazrat Imam Musa Kazim a.s

Coordinate: 23°06′33.34″N 39°05′39.59″E / 23.10926°N 39.09433°E23.10926; 39.09433