El Arbi Hillel Soudani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Al-ʿArabī Hilāl Sūdānī)
El Arbi Hillel Soudani
Algérie - Arménie - 20140531 - Hilal Soudani.jpg
Dati biografici
Nazionalità Algeria Algeria
Altezza 177 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Attaccante
Squadra Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria
Carriera
Squadre di club1
2005-2011 ASO Chlef ASO Chlef 116 (49)
2011-2013 Vitoria Guimaraes Vitória Guimarães 37 (13)
2013- Dinamo Zagabria Dinamo Zagabria 31 (16)
Nazionale
2008-2011
2011-
Algeria Algeria U-23
Algeria Algeria
11 (3)
22 (11)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 19 giugno 2013

El Arbi Hillel Soudani (in arabo: العربي هلال سوداني, Al-ʿArabī Hilāl Sūdānī; Chlef, 25 novembre 1987) è un calciatore algerino, attaccante della Dinamo Zagabria.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Dopo due anni al Vitoria Guimaraes, in cui esordisce anche in Europa League, il 27 maggio 2013 la Dinamo Zagabria comunica che il giocatore ha firmato un contratto quadriennale con la squadra croata.[1] Il 16 luglio 2013 il giocatore segna una doppietta nel primo turno di qualificazione dell'UEFA Champions League 2013-2014 contro il CS Fola Esch (il risultato finale sarà poi 5-0 a favore della Dinamo Zagabria.[2]

Il 18 settembre 2014 realizza una tripletta in una partita valida per l'Europa League, contro l'Astra (5-1).[3]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Zagabria: 2013-2014
Vitoria Guimaraes: 2012-2013
ASO Chlef: 2010-2011

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2010-2011 (18 reti)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (SCR) El Soudani potpisao za Dinamo!, gnkdinamo.hr, 27 maggio 2013. URL consultato il 28 giugno 2013.
  2. ^ La Dinamo fa cinquina, uefa.com, 16 luglio 2013.
  3. ^ (EN) Soudani hat-trick fires Dinamo past Astra in UEFA.com, 18 settembre 2014. URL consultato il 19 settembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]