Aksel Sandemose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Aksel Sandemose

Aksel Sandemose (Nykøbing Mors, 19 marzo 1899Copenaghen, 5 agosto 1965) è stato uno scrittore norvegese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da padre danese e madre norvegese, ha vissuto negli Stati Uniti, in Canada e nelle Antille, prima di trasferirsi nel 1930 in Norvegia. Qui rimase fino al 1941, quando fu costretto a trasferirsi in Svezia per sfuggire alle rappresaglie compiute dai nazisti nei confronti della resistenza norvegese. Ritornò in Norvegia solo dopo la guerra.

Oltre a dedicarsi alla scrittura, Aksel Sandemose è stato professore e giornalista ma anche marinaio in Terranova.

Nei suoi romanzi il motivo psicologico si mescola con il poliziesco attraverso un linguaggio simbolico-mitico che si arricchisce talora di sfumature satiriche.

Formulò il concetto di Legge di Jante.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1923 Fortællinger fra Labrador
  • 1924 Ungdomssynd
  • 1924 Mænd fra Atlanten
  • 1924 Storme ved jævndøgn
  • 1927 Klabavtermanden
  • 1928 Ross Dane
  • 1931 En sjømann går i land
  • 1932 Klabautermannen
  • 1933 En flyktning krysser sitt spor
  • 1936 Vi pynter oss med horn
  • 1939 September
  • 1945 Tjærehandleren
  • 1946 Det svundne er en drøm
  • 1949 Alice Atkinson og hennes elskere
  • 1950 En palmegrønn øy
  • 1958 Varulven
  • 1960 Murene rundt Jeriko
  • 1961 Felicias bryllup
  • 1963 Mytteriet på barken Zuidersee
Titoli in italiano

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 27104042 LCCN: n79115537